Silicon Valley, la Sodoma hi-tech

| Lo rivela un volume anticipato da racconti che non lasciano nulla alla fantasia: i “Nerds”, all'apparenza teneri imbranati, amano organizzare feste a base di sesso e droga, in cui le donne devono essere in numero sproporzionato ai maschi

+ Miei preferiti
Di Germano Longo

Secondo la più recente definizione, i “Nerds” - i secchioni di un tempo - sono un popolo di sfigati cronici che vivono immersi nella tecnologia più profonda, con poca propensione alla socialità e meno ancora ai piaceri della vita. Per tutto il mondo, una popolazione che si concentra nella Silicon Valley, com’è chiamata la parte più meridionale della San Francisco Bay, da anni un posto dove i byte sembrano contare più dei night.

Così, almeno, secondo la credenza più comune, quella che allinea i nerd ad uno stereotipo preciso: profonda avversione verso qualsiasi moda, imbranati cronici con gli occhiali spessi un dito, i capelli con la riga in mezzo e lo sguardo allucinato di chi lontano dagli algoritmi si sente perso.

E invece, a sorpresa, non è così, proprio per niente. A raccontare tutto, fino ai più piccoli dettagli ci ha pensato Emily Chang, anchorwoman di “Bloomberg TV”, che ha appena mandato alle stampe “Brotopia”, una sorta di viaggio iniziatico nelle notti della Silicon Valley, trasformata in una depandance californiana di Sodoma.

Nel volume, previsto per febbraio ma già adesso sulle bocche di tutta l’America grazie ad una ghiotta anticipazione dell’edizione statunitense di “Vanity Fair”, sono finiti racconti di una ventina di persone che avrebbero preso parte agli “e-party”, autentiche abbuffate di orge, alcol e droghe a profusione. In pratica, tutto quello che sembrava impermeabile ai nerds, e di cui invece pare ne vadano piuttosto ghiotti.

Un girone dantesco di perversione profonda che secondo l’autrice, ricorderebbe da vicino le celebri ed esclusive feste organizzate da Hugh Hefner all’interno della “Playboy Mansion”, piene zeppe di conigliette con tanta voglia di far perdere la testa ad un miliardario tachicardico.

In quella parte della California ormai li conoscono tutti, si chiamano “e-party”, mutuando in qualche modo l’amore sconsiderato verso l’universo del web, ma anche perché gli inviti circolano esclusivamente per via elettronica, con particolare predilezione verso “Snapchat” e la sua amata caratteristica di sparire per sempre poco dopo.

Gli “e-party” hanno una cadenza precisa: una volta al mese, in genere nei week end, ed in posti sempre diversi, per non attirare l’attenzione delle forze dell’ordine. Sempre uguali, o quasi, sono invece i partecipanti: altissimi dirigenti di aziende quotate al “Nasdaq”, la borsa dei titoli tecnologici, ma anche titolari di start-up promettenti, investitori e potenti in ordine sparso.

Feste in cui le regole sono poche, ma piuttosto precise: ad esempio che il numero di donne presenti, dev’essere almeno triplo rispetto a conteggio dei maschi. Ogni ragazza è libera di portarsi quante amiche crede, ma non è così per i maschi, il cui numero è contingentato con grande attenzione.

E perché la festa si possa dire riuscita, non devono mai mancare alcol e droghe in abbondanza. Sulle donne da invitare, la regola vuole siano preferibilmente ventenni o poco più, meglio ancora se bellissime e ben disposte, con eccezioni rappresentate da arrampicatrici sociali e mogli consenzienti di manager in cerca di serate alternative: tanto, non è neanche necessario nascondere di essere sposati o avere una relazione fissa, perché non importa niente a nessuno. E fra gente che si accoppia come ricci, aggiunge Emily Chang, non è affatto difficile che nascano accordi commerciali, fusioni e partnership globali.

In realtà, non è la prima volta che sui “Nerds” siano calate le attenzioni dei media: lo scorso anno, addirittura ben prima dell’avvento di mister Weinstein, padre putativo di tutti i marpioni del mondo, il “New York Times” aveva svelato storie di molestie sessuali e violenze consumate nella valle del silicio californiana. A farne le spese erano stati Eric Schmidt, presidente di “Google”, costretto ad ammettere uno stuolo di amanti segrete che gli costerebbero svariati milioni di dollari, pur di garantirsi il silenzio, e l’ormai ex a.d. di “Hewlett Packard” Mark Hurd, che avrebbe cinto d’assedio Jodie Fisher, dipendente ma soprattutto ex coniglietta di “Playboy”.

Galleria fotografica
Silicon Valley, la Sodoma hi-tech - immagine 1
Silicon Valley, la Sodoma hi-tech - immagine 2
Mondo
La parabola di Aung San Suu Kyi
La parabola di Aung San Suu Kyi
Dal Nobel per la Pace alle accuse di genocidio: l’ex attivista per i diritti umani della Birmania è accusata di non aver fatto nulla per impedire il massacro del popolo Rohingya
White Island, ricerche ancora ferme
White Island, ricerche ancora ferme
I parenti delle vittime e la popolazione locale accusa la polizia di troppa prudenza: l’isola è stata sorvolata da un drone, ma le operazioni di recupero sono ferme fino a data da destinarsi
Vulcano Whakaari: è una strage
Vulcano Whakaari: è una strage
Non ci sono più speranze di ritrovare ancora in vita gli otto dispersi, quasi tutti turisti in visita sull’isola neozelandese. Cinque le vittime accertate, più diversi feriti ricoverati in gravi condizioni. Le loro storie
“Le donne dovrebbero accettare lo stupro”
“Le donne dovrebbero accettare lo stupro”
La folle teoria di un giovane regista indiano, autore di un post su Facebook in cui giustifica le violenze invitando le donne ad accettarle e ad attrezzarsi di conseguenza. Ha rimediato una valanga di insulti e minacce da tutto il mondo
Le famiglie vietano il matrimonio, coppia di giovani si uccide
Le famiglie vietano il matrimonio, coppia di giovani si uccide
È successo in India, dove Abhijit e Srilakshmi volevano sposarsi ma la differenza di casta ha fatto scattare il divieto delle famiglie. Dopo essere scomparsi per settimane, i corpi dei due giovani sono stati ritrovati in un bosco
Un badge per i giorni del ciclo
Un badge per i giorni del ciclo
È bufera su una catena di grandi magazzini giapponesi, che ha chiesto alle proprie commesse di indossare un badge nei giorni del ciclo mestruale. Un’idea che voleva avere finalità sociali, ma che si è trasformata in un caso internazionale
Si uccide a 13 anni dopo lo stupro
Si uccide a 13 anni dopo lo stupro
Pinkie, una giovane thailandese, si è gettata dal balcone di casa dopo l’ennesimo litigio con la madre. Era reduce da una devastante violenza sessuale di gruppo
Daniele e Tom resteranno sul Nanga Parbat per sempre
Daniele e Tom resteranno sul Nanga Parbat per sempre
Dopo lunghi mesi di studi, è arrivata la conferma: impossibile recuperare i corpi di Daniele Nardi e Tom Ballard, morti sull’8000 himalayano 8 mesi fa
Si fingeva pilota Lufthansa per volare gratis
Si fingeva pilota Lufthansa per volare gratis
Come nel film con Leonardo DiCaprio, un indiano di 48 anni indossava una divisa da pilota per sfruttare le agevolazioni aeroportuali riservate ai piloti e viaggiare gratis
Dallo striptease alla metanfetamina
Dallo striptease alla metanfetamina
Un’ex spogliarellista australiana , che non passava inosservata, nascondeva dosi di droga nella sua biancheria intima: è accusata di aver fatto almeno 13 viaggi, intascando ogni volta 100mila dollari