Silicon Valley, la Sodoma hi-tech

| Lo rivela un volume anticipato da racconti che non lasciano nulla alla fantasia: i “Nerds”, all'apparenza teneri imbranati, amano organizzare feste a base di sesso e droga, in cui le donne devono essere in numero sproporzionato ai maschi

+ Miei preferiti
Di Germano Longo

Secondo la più recente definizione, i “Nerds” - i secchioni di un tempo - sono un popolo di sfigati cronici che vivono immersi nella tecnologia più profonda, con poca propensione alla socialità e meno ancora ai piaceri della vita. Per tutto il mondo, una popolazione che si concentra nella Silicon Valley, com’è chiamata la parte più meridionale della San Francisco Bay, da anni un posto dove i byte sembrano contare più dei night.

Così, almeno, secondo la credenza più comune, quella che allinea i nerd ad uno stereotipo preciso: profonda avversione verso qualsiasi moda, imbranati cronici con gli occhiali spessi un dito, i capelli con la riga in mezzo e lo sguardo allucinato di chi lontano dagli algoritmi si sente perso.

E invece, a sorpresa, non è così, proprio per niente. A raccontare tutto, fino ai più piccoli dettagli ci ha pensato Emily Chang, anchorwoman di “Bloomberg TV”, che ha appena mandato alle stampe “Brotopia”, una sorta di viaggio iniziatico nelle notti della Silicon Valley, trasformata in una depandance californiana di Sodoma.

Nel volume, previsto per febbraio ma già adesso sulle bocche di tutta l’America grazie ad una ghiotta anticipazione dell’edizione statunitense di “Vanity Fair”, sono finiti racconti di una ventina di persone che avrebbero preso parte agli “e-party”, autentiche abbuffate di orge, alcol e droghe a profusione. In pratica, tutto quello che sembrava impermeabile ai nerds, e di cui invece pare ne vadano piuttosto ghiotti.

Un girone dantesco di perversione profonda che secondo l’autrice, ricorderebbe da vicino le celebri ed esclusive feste organizzate da Hugh Hefner all’interno della “Playboy Mansion”, piene zeppe di conigliette con tanta voglia di far perdere la testa ad un miliardario tachicardico.

In quella parte della California ormai li conoscono tutti, si chiamano “e-party”, mutuando in qualche modo l’amore sconsiderato verso l’universo del web, ma anche perché gli inviti circolano esclusivamente per via elettronica, con particolare predilezione verso “Snapchat” e la sua amata caratteristica di sparire per sempre poco dopo.

Gli “e-party” hanno una cadenza precisa: una volta al mese, in genere nei week end, ed in posti sempre diversi, per non attirare l’attenzione delle forze dell’ordine. Sempre uguali, o quasi, sono invece i partecipanti: altissimi dirigenti di aziende quotate al “Nasdaq”, la borsa dei titoli tecnologici, ma anche titolari di start-up promettenti, investitori e potenti in ordine sparso.

Feste in cui le regole sono poche, ma piuttosto precise: ad esempio che il numero di donne presenti, dev’essere almeno triplo rispetto a conteggio dei maschi. Ogni ragazza è libera di portarsi quante amiche crede, ma non è così per i maschi, il cui numero è contingentato con grande attenzione.

E perché la festa si possa dire riuscita, non devono mai mancare alcol e droghe in abbondanza. Sulle donne da invitare, la regola vuole siano preferibilmente ventenni o poco più, meglio ancora se bellissime e ben disposte, con eccezioni rappresentate da arrampicatrici sociali e mogli consenzienti di manager in cerca di serate alternative: tanto, non è neanche necessario nascondere di essere sposati o avere una relazione fissa, perché non importa niente a nessuno. E fra gente che si accoppia come ricci, aggiunge Emily Chang, non è affatto difficile che nascano accordi commerciali, fusioni e partnership globali.

In realtà, non è la prima volta che sui “Nerds” siano calate le attenzioni dei media: lo scorso anno, addirittura ben prima dell’avvento di mister Weinstein, padre putativo di tutti i marpioni del mondo, il “New York Times” aveva svelato storie di molestie sessuali e violenze consumate nella valle del silicio californiana. A farne le spese erano stati Eric Schmidt, presidente di “Google”, costretto ad ammettere uno stuolo di amanti segrete che gli costerebbero svariati milioni di dollari, pur di garantirsi il silenzio, e l’ormai ex a.d. di “Hewlett Packard” Mark Hurd, che avrebbe cinto d’assedio Jodie Fisher, dipendente ma soprattutto ex coniglietta di “Playboy”.

Galleria fotografica
Silicon Valley, la Sodoma hi-tech - immagine 1
Silicon Valley, la Sodoma hi-tech - immagine 2
Mondo
Campionessa russa di atletica muore a 25 anni
Campionessa russa di atletica muore a 25 anni
È crollata per un attacco cardiaco mentre faceva jogging: secondo i media era sotto pressione da tempo
Nuova Zelanda, polemiche per una lettera di Tarrant
Nuova Zelanda, polemiche per una lettera di Tarrant
L’attentatore di Christchurch lasciato libero di pubblicare un nuovo documento suprematista su un sito web: sotto accusa i dirigenti del carcere
Svolta nelle indagini per la morte di Nora
Svolta nelle indagini per la morte di Nora
La quindicenne londinese ritrovata senza vita nella giungla della Malaysia sarebbe morta di stenti. Al momento non c’è alcuna traccia di violenza
Bullizzata perché gay si toglie la vita
Bullizzata perché gay si toglie la vita
Una giovane australiana non ha retto alla depressione in cui era piombata dopo anni di soprusi e prese in giro
Germanwings scrive alle famiglie delle vittime del volo 9525
Germanwings scrive alle famiglie delle vittime del volo 9525
Secondo la compagnia low-cost della Lufthansa, le 150 persone vittime nello schianto voluto dal copilota Andreas Lubitz non avrebbero avuto la sensazione di morire. Ma le scatole nere raccontano il contrario
Un carico di droga emerge in Nuova Zelanda
Un carico di droga emerge in Nuova Zelanda
Si tratta di oltre 20 panetti, e secondo la polizia facevano parte di un carico disperso dai trafficanti un anno fa. In crescita nella zona del Pacifico il consumo di cocaina
La foto segnaletica che fa ridere
La foto segnaletica che fa ridere
Visti i tanti commenti cattivi, la polizia del Galles ha avvertito che accanirsi contro qualcuno attraverso i social può avere pesanti ripercussioni
Beve 18 whisky e allatta la bimba: morta
Beve 18 whisky e allatta la bimba: morta
I medici legali sono rimasti senza parole: nel corpicino di Sapphire era presente una percentuale di alcol letale
Canada: tagliato il cavo di una funivia
Canada: tagliato il cavo di una funivia
Uno dei cavi che assicura le 30 cabine del “Sea to Sky Gondola”, è stato manomesso: la scoperta mentre l’impianto era fermo
Ai puma non piacciono i Metallica
Ai puma non piacciono i Metallica
Una giovane canadese ha raccontato di aver messo in fuga un grosso felino selvatico che la seguiva nei boschi alzando il volume al massimo durante un brano scatenato della band heavy metal