UNA STRAGE PER VENDETTA
Cinque morti e quattro feriti gravi

| Attacco con fucile a pompa ed esplosivi contro la redazione del Capital Gazette di Annapolis, Maryland. L'assassino aveva querelato il giornale nel 2011 ma il ricorso fu respinto. Arrestato il killer, Jarrod Ramos, 38 anni

+ Miei preferiti

 Jarrod Ramos di Laurel, Maryland, 38 anni, (nella foto in apertura con le sue vittime dal Daily Mail) ha ucciso cinque persone e ferito altre quattro nell’ennesima sparatoria negli Usa, questa volta ad Annapolis, Maryland, a 40 miglia da Washington. Ramos ha sparato contro le vetrine del giornale locale, Capital Gazette, colpendo i giornalisti e i dipendenti che erano al lavoro nella sala centrale. Tra le vittime, il vice direttore Rob Hiaasen e altri cronisti. Il killer ha utilizzato un fucile a pompa, aveva anche fumogeni e garante flash-gang. Chiaro il movente: aveva denunciato per diffamazione il giornale in seguito a un’aggressione ai danni di una donna che lo aveva segnalato alla polizia nel 2011. Nel suo esposto, lungo 22 pagine, aveva spiegato perché “era stato scritto il falso”. In un tweet recente aveva precisato: "Chiedo giustizia e verità per difendere me stesso dalle vostre falsità", rivolgendosi in modo diretto alla redazione. Gli altri morti sono Wendi Winters, 65, Rebecca Smith, 34, Robert Hiaasen, 59, Gerald Fischman, 61, and John McNamara, 56. Winters era uno degli editori, McNamara un giornalista, Fischman coordinatore delle pagin , Smith un pubblicitario.



Ma un giudice gli aveva dato torto: "Non vi è assolutamente una sola prova che quanto scritto nell’articolo non corrisponda al vero”, aveva stabilito il giudice Maureen M. Lamasney nel respingere  il ricorso. 

"Si è trattato di un attacco mirato alla Capital Gazette - ha dichiarato il capo della polizia ad interim della contea di Anne Arundel, Bill Krampf - il suo intento era di fare una strage, di uccidere le persone, di causare danni più elevati possibile”. Ramos è stato arrestato  e si è rifiutato di collaborare con le autorità. Non aveva con se nessun documento di identificazione e aveva danneggiato le sue impronte digitali per impedire l'identificazione da parte delle forze dell'ordine. Le autorità hanno fatto ricorso all'uso di un software di riconoscimento facciale e al confronto del volto con le banche dati dei passaporti e le foto della patente di guida. Sono stati acquisiti dalla polizia i tweet in cui Ramos criticava, da anni, l’atteggiamento dell’editrice in suoi riguardi. Era stato dichiarato colpevole per stalking nel 2011, nei confronti di una donna che si era sentita minacciata e molestata sul web per quasi un anno, rischiando anche di perdere il posto di lavoro, perché lo stalker scriveva pure al suo responsabile. Dopo un paio di mesi, ha iniziato a criticare la Capital Gazette sui social con una lunga serie di post. La causa risale al luglio 2012 ma il pluri-assassino ha visto respingere il suo ricorso pochi mesi dopo.

L’attacco, pianificato da tempo, è avvenuto alle 15,15 di ieri. I dipendenti del giornale hanno cercato riparo sotto le scrivanie, mentre uno stagista, Phil Davis, ha scritto un tweet per chiedere aiuto e raccontare quanto stava accadendo. Tra le vittime, uno storico redattore della testata, Rob Hiaasen detto “Big Rob”, un 59enne famoso  per scovare storie da condividere con suo fratello, il romanziere Carl Hiaasen. Aveva lavorato anche il Baltimora Sun. "Non c'era nessun altro essere umano più rispettoso degli altri di lui", ha detto la vedova, Maria. Le indagini sono concluse, ha detto la polizia.

Galleria fotografica
UNA STRAGE PER VENDETTA<br>Cinque morti e quattro feriti gravi - immagine 1
UNA STRAGE PER VENDETTA<br>Cinque morti e quattro feriti gravi - immagine 2
UNA STRAGE PER VENDETTA<br>Cinque morti e quattro feriti gravi - immagine 3
Mondo
Le promesse ambientali del G7
Le promesse ambientali del G7
I leader mondiali hanno concordato sull’urgenza di agire per salvare il pianeta. Ma senza fatti concreti: a quattro mesi dal COP 26 mancano ancora date e strategie
La Qantas invasa dalle gang dello spaccio di droga
La Qantas invasa dalle gang dello spaccio di droga
Un’inchiesta top secret svelata dai media avrebbe individuato 150 dipendenti della compagnia aerea australiana appartenenti a gang di bikers attive nel traffico di stupefacenti
Canada: i resti di 215 bambini trovati in un collegio
Canada: i resti di 215 bambini trovati in un collegio
Si tratta per lo più di aborigeni, e alcuni avevano pochi anni. La macabra scoperta è arrivata dopo anni di indagini e segnalazioni. Per il premier Trudeau è “una pagina sconcertante nella storia del nostro Paese”
Un’ex pornostar ha avvelenato il marito 77enne
Un’ex pornostar ha avvelenato il marito 77enne
Saki Sudo, 22 anni, ha ucciso il miliardario 77enne Kosuke Nozaki somministrandogli massicce dosi di droghe stimolanti. La polizia l’ha arrestata dopo anni di indagini
Riappare la principessa Latifa
Riappare la principessa Latifa
La figlia dello sceicco di Dubai, per cui si sono mosse anche le Nazioni Uniti, è comparsa all’improvviso in un paio di foto postate su Instagram. E' la prova che sia ancora in vita, ma non dice nulla sulle sue condizioni
La moglie manesca dell’ambasciatore
La moglie manesca dell’ambasciatore
Xiang Xueqiu, consorte dell’ambasciatore del Belgio in Corea del Sud, ha chiesto l’immunità diplomatica prima di essere accusata di aggressione dalla commessa di un negozio di abbigliamento
Condannata la «ragazza della Costituzione»
Condannata la «ragazza della Costituzione»
Colpevole di estremismo, Olga Misik dovrà scontare 2 anni 9 mesi di arresti domiciliari. Insieme a lei condannati altri due giovani per vandalismo
Strage in una scuola in Russia
Strage in una scuola in Russia
Scene simili a quelle americane a Kazan, una città a 1000 km da Mosca: un 19enne ha ucciso 9 persone prima di essere fermato. Putin invoca una maggior stretta sulle armi
Il razzo cinese è caduto vicino alle Maldive
Il razzo cinese è caduto vicino alle Maldive
Questa la versione dell’agenzia spaziale di Pechino, accusata di aver realizzato un booster destinato a tornare sulla Terra senza controllo
Il razzo cinese si schianterà sulla Terra nel fine settimana
Il razzo cinese si schianterà sulla Terra nel fine settimana
I detriti del Long March 5B dovrebbero rientrare nel giro delle prossime ore, ma nessuno sa con precisione dove e quando. I cinesi minimizzano, tutti gli altri sono preoccupati