Stuprata da 500 uomini quand’era solo una ragazzina

| La disgustosa vicenda di Jennifer, una donna inglese che in un’intervista ha raccontato la terribile esperienza vissuta quando aveva solo 11 anni

+ Miei preferiti
L’incubo di Jennifer – non è il suo vero nome, ma almeno il diritto all’anonimato se l’è guadagnato – è iniziato quando aveva appena 11 anni. Era una ragazzina di Telford, Inghilterra, ancora in quell’età di mezzo: troppo presto per essere una donna, troppo tardi per guardare ancora le bambole. Non la pensavano così un gruppo di uomini, che anche in quelle forme indecise di donna hanno visto un oggetto. Giornali e polizia li conoscono bene, hanno agito per quasi quarant’anni nello Shropshire, contea delle Midlands inglesi: di cosa erano capaci l’hanno provato sulla pelle decine di ragazzine, attirate a feste che non esistevano da ragazzini della loro età usati come esche, poi drogate, fatte bere e violentate senza pietà.

Jennifer ha raccontato il suo incubo al “Sunday Mirror”, ed è qualcosa di spaventoso, un pugno nello stomaco. Oggi a 40 anni, è una donna che ha tentato di rifarsi un’esistenza, madre a sua volta di una bambina, ma certe scene dagli occhi non se le toglierà mai. C’era un ragazzo che le piaceva, era simpatico, sorrideva sempre: le presenta un adulto, diceva fosse uno zio a cui era molto legato. È l’inizio di una vicenda agghiacciante durata sette anni, in cui la banda ha preso il controllo della sua esistenza, facendo di lei quello che riteneva più opportuno. Quando si stancavano di abusarne, la portavano in giro mettendola a disposizione di chi voleva approfittarne. Jennifer è convita di essere stata violentata da almeno 500 uomini. Spesso erano più di dieci ogni sera.

Fuggire, impossibile: a 11 anni basta sentire poche minacce per rassegnarsi. “Se non facevo quello che volevano loro mi picchiavano. Mi ero convinta che l’unica via d’uscita fosse la morte, ero anche andata alla polizia ma si rifiutavano di ascoltarmi”. Tornava a casa ogni sera e non raccontava niente, perché le avevano detto se lo fai uccidiamo tutti. Qualcuno, ricorda Jennifer, ci ha rimesso la pelle. Lucy Lowe, 16 anni, finita nello stesso tunnel, è stata uccisa insieme alla madre e la sorella dall’uomo che l’aveva messa incinta e voleva cancellare ogni prova. Le ha bruciate vive dando fuoco alla casa: arrestato, è stato condannato per omicidio, ma per il calvario che aveva creato prima, la violenza carnale, non ha mai pagato nulla.

L’articolo del Sunday Mirror ha messo sulla graticola la polizia dello Shropshire, costretta ad annunciare un supplemento di indagine, a patto che “qualcuno ci fornisca maggiori informazioni”. Jennifer è pronta, non vede l’ora di mandare in galera chi le ha rubato l’adolescenza.

Mondo
Corea del Nord:
“In arrivo un regalo di Natale”
Corea del Nord:<br>“In arrivo un regalo di Natale”
Un messaggio inviato agli Stati Uniti sta mettendo in allarme le difese e le intelligence di mezzo mondo. Si teme il lancio di un satellite, con la stessa tecnologia delle testate nucleari a lunga gittata: un avvertimento chiaro
La parabola di Aung San Suu Kyi
La parabola di Aung San Suu Kyi
Dal Nobel per la Pace alle accuse di genocidio: l’ex attivista per i diritti umani della Birmania è accusata di non aver fatto nulla per impedire il massacro del popolo Rohingya
White Island, ricerche ancora ferme
White Island, ricerche ancora ferme
I parenti delle vittime e la popolazione locale accusa la polizia di troppa prudenza: l’isola è stata sorvolata da un drone, ma le operazioni di recupero sono ferme fino a data da destinarsi
Vulcano Whakaari: è una strage
Vulcano Whakaari: è una strage
Non ci sono più speranze di ritrovare ancora in vita gli otto dispersi, quasi tutti turisti in visita sull’isola neozelandese. Cinque le vittime accertate, più diversi feriti ricoverati in gravi condizioni. Le loro storie
“Le donne dovrebbero accettare lo stupro”
“Le donne dovrebbero accettare lo stupro”
La folle teoria di un giovane regista indiano, autore di un post su Facebook in cui giustifica le violenze invitando le donne ad accettarle e ad attrezzarsi di conseguenza. Ha rimediato una valanga di insulti e minacce da tutto il mondo
Le famiglie vietano il matrimonio, coppia di giovani si uccide
Le famiglie vietano il matrimonio, coppia di giovani si uccide
È successo in India, dove Abhijit e Srilakshmi volevano sposarsi ma la differenza di casta ha fatto scattare il divieto delle famiglie. Dopo essere scomparsi per settimane, i corpi dei due giovani sono stati ritrovati in un bosco
Un badge per i giorni del ciclo
Un badge per i giorni del ciclo
È bufera su una catena di grandi magazzini giapponesi, che ha chiesto alle proprie commesse di indossare un badge nei giorni del ciclo mestruale. Un’idea che voleva avere finalità sociali, ma che si è trasformata in un caso internazionale
Si uccide a 13 anni dopo lo stupro
Si uccide a 13 anni dopo lo stupro
Pinkie, una giovane thailandese, si è gettata dal balcone di casa dopo l’ennesimo litigio con la madre. Era reduce da una devastante violenza sessuale di gruppo
Daniele e Tom resteranno sul Nanga Parbat per sempre
Daniele e Tom resteranno sul Nanga Parbat per sempre
Dopo lunghi mesi di studi, è arrivata la conferma: impossibile recuperare i corpi di Daniele Nardi e Tom Ballard, morti sull’8000 himalayano 8 mesi fa
Si fingeva pilota Lufthansa per volare gratis
Si fingeva pilota Lufthansa per volare gratis
Come nel film con Leonardo DiCaprio, un indiano di 48 anni indossava una divisa da pilota per sfruttare le agevolazioni aeroportuali riservate ai piloti e viaggiare gratis