Tutti in coda per il curriculum

| È successo a Madrid, dove per rispondere all’annuncio di un albergo bisogna portare il curriculum di persona. Proteste e insulti da tutta la Spagna

+ Miei preferiti
Chiamasi economisti di Bruxelles quella categoria di professionisti che fra numeri e proiezioni, stabiliscono se un paese è in ripresa oppure no. La Spagna, a sentir loro, è uno dei paesi della zona Euro ad aver reagito meglio alla crisi: una crescita del 3% annuo dell’economia e 500 mila nuovi posti di lavoro in un anno ne sarebbero la dimostrazione.

Sicuramente non erano così d’accordo le 10.000 persone che l’altra mattina si sono messe in paziente attesa per consegnare il proprio curriculum ad un prestigioso hotel della centralissima Plaza de Espana, a Madrid. Diecimila anime in cerca di lavoro che appena letta la campagna di “casting” della struttura, in cui annunciava la ricerca di 100 persone da inserire nel proprio personale, hanno messo sotto il braccio il foglio delle proprie esperienze sperando di essere fra i pochi ad averlo letto. Un’illusione durata poco: in brevissimo tempo, si è formato un cordone di persone lungo oltre un km e mezzo.

L’intera Spagna, grazie al passaparola dei social, si è mobilitata, coprendo di insulti l’albergo, accusato di abusare senza ritegno del bisogno della gente di trovare lavoro. I sospetti si concentrano sull’annuncio, in cui si specificava che non sarebbero stati presi in considerazione curriculum inviato via email, ma soltanto quelli consegnati di persona.

Malgrado pochi abbiano scelto di abbandonare la coda chilometrica, il malumore e la protesta serpeggiavano: “Ci sfruttano per farsi pubblicità”.

Mondo
Il rapporto finale sulla strage del traghetto Butiraoi
Il rapporto finale sulla strage del traghetto Butiraoi
Ben 95 morti per un insieme di leggerezze, incompetenze e noncuranza: l’inchiesta sul naufragio dello scorso anno in Micronesia si è conclusa con pesanti accuse per il comandante e l’equipaggio
Famiglia indiana muore per un selfie
Famiglia indiana muore per un selfie
Quattro persone, tutte giovanissime, cadono una dopo l’altra nelle acque della diga del fiume Pambar. L’India è il Paese al mondo con più vittime per selfie
Stuprata da 500 uomini quand’era solo una ragazzina
Stuprata da 500 uomini quand’era solo una ragazzina
La disgustosa vicenda di Jennifer, una donna inglese che in un’intervista ha raccontato la terribile esperienza vissuta quando aveva solo 11 anni
Decapitata e gettata dal balcone
Decapitata e gettata dal balcone
Orrore a Chita, in Russia: una 19enne è stata fatta a pezzi da un uomo che ha gettato i resti dall’appartamento in cui viveva insieme alla ragazza
Legge la sentenza e tenta il suicidio in aula
Legge la sentenza e tenta il suicidio in aula
È successo in Thailandia, al tribunale di Yala: il giudice Khanakorn Pianchana si è sparato al petto per denunciare le pressioni subite da numerosi colleghi perché mandasse sul patibolo degli innocenti
NBP, il formicaio umano
NBP, il formicaio umano
La media di morti fra i detenuti della New Bilibid Prison delle Filippine è di 5.000 persone ogni anno. Una realtà in cui sopravvive soltanto chi ha i soldi per pagarsi la libertà anticipata o una detenzione a cinque stelle
La seconda isola harem di Epstein
La seconda isola harem di Epstein
Tra i suoi numerosi possedimenti, il miliardario pedofilo morto suicida aveva voluto aggiungere ad ogni costo Great St. James Cay. Una trattativa complicata risolta con l’inganno
Risarcimento record alla vittima di un prete pedofilo
Risarcimento record alla vittima di un prete pedofilo
Un milione di dollari ad un uomo che a 9 anni era stato violentato nel confessionale da padre Gerald Ridsdale, un sacerdote reo confesso di violenza sessuale su decine di bambini
Joshua for president
Joshua for president
Il giovane leader del Movimento degli Ombrelli che da settimane mette a ferro e fuoco Hong Kong lancia la propria candidatura alle elezioni locali del prossimo novembre
La morte di una modella mina le notti thailandesi
La morte di una modella mina le notti thailandesi
Mentre prove ed esami sembrano incastrare il principale sospettato, il paese si interroga su un universo parallelo senza regole, fatto di alcol, droga e violenza