UK: pedofilo condannato solo a due anni perché malato

| Infuria la polemica: sull’iPad di John Connell, un anziano pedofilo schedato, la polizia ha trovato 8.000 immagini pedopornografiche. Ma il giudice ha mitigato la condanna perché l’uomo è gravemente malato di cuore

+ Miei preferiti
John Connell, 64enne di Belle Vale, nel Merseyside, Inghilterra, è una vecchia conoscenza della polizia. Un pedofilo schedato sospettato di aver abusato di una ragazza minorenne in una stanza d’albergo. Lui ha sempre negato tutto, ma durante una perquisizione la polizia gli ha chiesto la password per l’iPad, e Connell ha tentato di tergiversare: “Perdete solo tempo, sono una brava persona”. Ma i sospetti degli agenti erano fondati: all’interno del tablet, quasi 8.000 immagini “indecenti” di bambini piccolissimi.

I fatti risalgono alla metà dello scorso gennaio, ma solo in queste ore il caso di John Connell è finito davanti alla Corte della Corona di Liverpool, dove gli ufficiali di polizia hanno raccontato l’accaduto e i periti dichiarato che nella memoria del tablet erano conservate 925 immagini di categoria A, tra cui diverse che mostravano un bambino di tre anni, scaricate pochi giorni prima della perquisizione.

Connell, che non era presente in tribunale perché ricoverato per un attacco cardiaco, non ha potuto fare altro che dichiararsi colpevole di aver scaricato 7.996 immagini. Il giudice Stuart Driver, dopo la lettura della condanna a due anni di reclusione, ha affermato che Connell avrebbe meritato una pena più dura se non fosse stato per le sue condizioni cardiache: “Lei è un uomo in condizioni di salute molto precarie, ha una grave situazione cardiaca che normalmente dovrebbe essere trattata con un intervento chirurgico, ma il suo stato di salute generale è così scarso che l’intervento chirurgico sarebbe troppo rischioso”.

John Connell viveva a poca distanza dalla “Childwall Valley Primary School” quando il suo nome è salito per la prima volta all’attenzione della polizia. Oltre ad essere inserito a vita nel “Sex Offenders Register” e rispettare le restrizioni del “Sexual Harm Prevention Order”, era stato condannato a partecipare ad un programma psicologico di trattamento per soggetti affetti da perversioni sessuali, ma l’ordine era stato parzialmente revocato “per motivi di salute”.

Un portavoce della polizia ha commentato: “Ogni immagine della ripugnante collezione di Connell rappresenta un’altra vittima dell’abuso sui minori. Scaricando e condividendo migliaia di queste immagini, Connell ha fatto sì che migliaia di bambini fossero danneggiati per sempre.”

Mondo
Weinstein positivo al coronavirus
Weinstein positivo al coronavirus
L’ex produttore condannato per reati sessuali sarebbe in isolamento nel piccolo carcere di Alden
India, impiccati i killer di Nirbhaya
India, impiccati i killer di Nirbhaya
Quattro balordi che nel dicembre del 2012 hanno violentato, torturato e ucciso una studentessa, sono saliti sul patibolo. La vicenda di Nirbhaya ha contribuito a inasprire le pene contro la piaga dello stupro
Corea del Nord, dove il coronavirus non arriva
Corea del Nord, dove il coronavirus non arriva
Una probabilità ritenuta non credibile, ma che Pyongyang continua ad affermare con ostinatezza. A dimostrare il contrario la scelta di costruire un nuovo ospedale in tempi brevissimi
Giappone, il killer dei disabili condannato a morte
Giappone, il killer dei disabili condannato a morte
Il 26 luglio 2016, l’ex infermiere Satoshi Uematsu ha ucciso nel sonno 19 disabili ospiti di un centro di assistenza. Quattro anni dopo, il tribunale di Yokohama l’ha condannato all’impiccagione
La sfida della Birmania
La sfida della Birmania
L’Union Solidarity and Development Party contro la National League for Democracy, come dire i militari contro Aung San Suu Kyi: il futuro di uno dei più poveri stati al mondo è in gioco tra schermaglie e minacce dei due schieramenti
Danneggia un Moai dell’Isola di Pasqua con un pick-up
Danneggia un Moai dell’Isola di Pasqua con un pick-up
Un cileno, arrestato dalla polizia, si è schiantato su uno dei preziosi e antichissimi busti di Rapa Nui. Da tempo, le autorità chiedevano norme e regole stradali più strette
Domati tutti gli incendi in Australia
Domati tutti gli incendi in Australia
Dopo oltre 240 giorni, il New South Wales australiano è finalmente libero dai devastanti roghi che hanno messo il Paese in ginocchio
Il prezzo del coronavirus in Cina
Il prezzo del coronavirus in Cina
Le ambizioni e i programmi economici si stanno sgretolando davanti alla censura che fin dall’inizio ha dominato la vicenda del virus. L’opinione pubblica cinese è sempre più scontenta, amareggiata e arrabbiata
Il giallo della lettera delle infermiere di Wuhan
Il giallo della lettera delle infermiere di Wuhan
Pubblicata sul sito di una rivista scientifica, è scomparsa ad un giorno di distanza dalla comparsa. Racconta le difficoltà in cui vivono medici e infermieri in servizio a Wuhan, e smascherano l’ottimismo di Pechino
Ucraina, esplode la protesta contro gli sfollati dalla Cina
Ucraina, esplode la protesta contro gli sfollati dalla Cina
Convinti del pericolo da fake news che circolano in rete, decine di manifestanti hanno attaccato gli autobus che trasportavano ucraini e stranieri rientrati da Wuhan. A nulla sono serviti gli appelli e le rassicurazioni delle autorità