UK: pedofilo condannato solo a due anni perché malato

| Infuria la polemica: sull’iPad di John Connell, un anziano pedofilo schedato, la polizia ha trovato 8.000 immagini pedopornografiche. Ma il giudice ha mitigato la condanna perché l’uomo è gravemente malato di cuore

+ Miei preferiti
John Connell, 64enne di Belle Vale, nel Merseyside, Inghilterra, è una vecchia conoscenza della polizia. Un pedofilo schedato sospettato di aver abusato di una ragazza minorenne in una stanza d’albergo. Lui ha sempre negato tutto, ma durante una perquisizione la polizia gli ha chiesto la password per l’iPad, e Connell ha tentato di tergiversare: “Perdete solo tempo, sono una brava persona”. Ma i sospetti degli agenti erano fondati: all’interno del tablet, quasi 8.000 immagini “indecenti” di bambini piccolissimi.

I fatti risalgono alla metà dello scorso gennaio, ma solo in queste ore il caso di John Connell è finito davanti alla Corte della Corona di Liverpool, dove gli ufficiali di polizia hanno raccontato l’accaduto e i periti dichiarato che nella memoria del tablet erano conservate 925 immagini di categoria A, tra cui diverse che mostravano un bambino di tre anni, scaricate pochi giorni prima della perquisizione.

Connell, che non era presente in tribunale perché ricoverato per un attacco cardiaco, non ha potuto fare altro che dichiararsi colpevole di aver scaricato 7.996 immagini. Il giudice Stuart Driver, dopo la lettura della condanna a due anni di reclusione, ha affermato che Connell avrebbe meritato una pena più dura se non fosse stato per le sue condizioni cardiache: “Lei è un uomo in condizioni di salute molto precarie, ha una grave situazione cardiaca che normalmente dovrebbe essere trattata con un intervento chirurgico, ma il suo stato di salute generale è così scarso che l’intervento chirurgico sarebbe troppo rischioso”.

John Connell viveva a poca distanza dalla “Childwall Valley Primary School” quando il suo nome è salito per la prima volta all’attenzione della polizia. Oltre ad essere inserito a vita nel “Sex Offenders Register” e rispettare le restrizioni del “Sexual Harm Prevention Order”, era stato condannato a partecipare ad un programma psicologico di trattamento per soggetti affetti da perversioni sessuali, ma l’ordine era stato parzialmente revocato “per motivi di salute”.

Un portavoce della polizia ha commentato: “Ogni immagine della ripugnante collezione di Connell rappresenta un’altra vittima dell’abuso sui minori. Scaricando e condividendo migliaia di queste immagini, Connell ha fatto sì che migliaia di bambini fossero danneggiati per sempre.”

Mondo
Australia, pedofili condannati a due anni di carcere
Australia, pedofili condannati a due anni di carcere
In tanti stanno sfruttando una legge che concede il 40% di sconto sulla pena a chi ammette la propria colpevolezza. E la polemica infuria
Arrestato «Vissarion», l’ex agente che si crede Gesù
Arrestato «Vissarion», l’ex agente che si crede Gesù
Accusato di furto, truffa e frode, avrebbe estorto denaro e beni ai suoi adepti. Ex agente della polizia stradale russa, racconta da sempre di aver ricevuto la chiamata dallo Spirito Santo
Arrestato il magnate che critica Xi Jinping
Arrestato il magnate che critica Xi Jinping
Spina nel fianco e voce controcorrente, Ren Zhiqiang è stato condannato a 18 anni di carcere per reati legati alla corruzione. Non è la prima volta che ha guai con la giustizia per le critiche verso il presidente cinese
Apre la pancia della moglie per controllare il sesso del nascituro
Apre la pancia della moglie per controllare il sesso del nascituro
Pradesh, dove un uomo ha usato una falce per verificare il sesso del bambino che sarebbe nato a breve. Il Paese combatte da tempo contro una disuguaglianza sociale che sta scombinando la parità dei sessi
La Russia proverà ancora a uccidere Navalny
La Russia proverà ancora a uccidere Navalny
Secondo i servizi segreti della Nato, Putin ha solo rimandato l’intenzione di eliminare il suo principale antagonista, scampato al tentativo di avvelenamento da Novichock
Hong Kong, teorie e poche verità sulla morte di un’adolescente
Hong Kong, teorie e poche verità sulla morte di un’adolescente
La tragica fine di Chan Yin-lam è diventata una calamita per le cospirazioni, ma ha messo a nudo i profondi problemi del funzionamento della metropoli cinese teatro di scontri violenti, in cui i giovani pagano il prezzo più alto
La Thailandia è stanca di re Rama X
La Thailandia è stanca di re Rama X
Capriccioso, accentratore, ricchissimo, il sovrano vive stabilmente in Germania ma ha ampliato i possedimenti diventando uno degli uomini più ricchi del mondo. Ma a Bangkok la gente sta per scendere in piazza per dire basta
Il giallo di Bollywood
Il giallo di Bollywood
La strana morte di Sushant Singh Rajput e le manette ai polsi dell’ex fidanzata Rhea Chakraborty: gli ingredienti del giallo che sta appassionando l’India
Non c’è vita sotto le macerie di Beirut
Non c’è vita sotto le macerie di Beirut
Dopo tre giorni di tentativi spasmodici, i soccorritori ammettono che si è trattato di un falso allarme: “Trovare qualcuno ancora in vita è molto difficile”
Beirut, ad un mese dall’esplosione
tracce di vita sotto le macerie
Beirut, ad un mese dall’esplosione<br>tracce di vita sotto le macerie
Secondo i media locali, le apparecchiature delle squadre di soccorso avrebbero rilevato “un battito cardiaco” sotto le macerie di un palazzo crollato nei dintorni del deposito esploso il 4 agosto scorso