Un carico di droga emerge in Nuova Zelanda

| Si tratta di oltre 20 panetti, e secondo la polizia facevano parte di un carico disperso dai trafficanti un anno fa. In crescita nella zona del Pacifico il consumo di cocaina

+ Miei preferiti
Un anno fa, una motovedetta dell’Australian Border Force sono state inviate per intercettare un gommone al largo della costa settentrionale del New South Wales che si sospetta stia trasportando un carico di droga verso l’Australia. Poco prima di essere bloccati, i trafficanti riescono a gettare il carico in mare.

Proprio in questi giorni, 20 panetti di cocaina – per un valore di 3 milioni di dollari neozelandesi - sono emersi in una spiaggia ad ovest di Auckland, che la polizia ritiene sia parte del carico gettato in mare un anno prima.

“Siamo convinti che il carico ritrovato a Bethells Beach fosse parte della stessa spedizione, ed è andato alla deriva nel corso dell’ultimo anno”, ha confermato la polizia neozelandese. “Resta una piccola possibilità di ulteriori panetti in arrivo, e vorremmo ribadire l’importanza di contattare la polizia in caso di ritrovamenti”.

Una recente indagine dell’edizione australiana del “Guardian” ha svelato che il mercato della cocaina in Australia e Nuova Zelanda sta avendo effetti devastanti nelle isole del Pacifico, con nuovi mercati nelle Fiji, Samoa e Tonga, dove sono sempre maggiori i casi di dipendenza, corruzione e violenza. La situazione è peggiorata quando le popolazioni locali hanno individuato enormi depositi sottomarini per la droga, creati da enormi navi cariche di sostanze stupefacenti che attraverso le più remote aree dell’Oceano Pacifico.

 

Mondo
Il coronavirus accelera:
casi raddoppiati in 24 ore
Il coronavirus accelera:<br>casi raddoppiati in 24 ore
Sono oltre 4.500, con 106 morti. Secondo gli esperti di Hong Kong il picco sarà raggiunto fra qualche mese, con 150mila casi al giorno possibili
“L’epidemia crescerà ancora”
“L’epidemia crescerà ancora”
Le previsioni degli esperti parlano di numeri sconcertanti dovuti alla facilità con cui il coronavirus di Wuhan si trasmette. La Cina ha messo in campo tutte le proprie forze, mentre gli Stati Uniti rimpatriano i propri cittadini
La Cina in lockdown
La Cina in lockdown
Per la prima volta nella storia, una metropoli di 11 milioni di abitanti è stata isolata per contenere l’avanzare del coronavirus che spaventa il mondo. Misure drastiche in tutta la Cina e allerta massima anche negli altri Paesi
Il Guardian rivela: il telefono di Bezos hackerato da MbS
Il Guardian rivela: il telefono di Bezos hackerato da MbS
Il principe ereditario saudita avrebbe violato il cellulare privato del proprietario di “Amazon”. Resta il dubbio sull’uso che è stato fatto delle informazioni carpite
Dopo gli incendi e le piogge, in Australia arrivano i ragni
Dopo gli incendi e le piogge, in Australia arrivano i ragni
Le condizioni climatiche sono perfette per il proliferare del “funnelweb spider”, uno dei ragni più velenosi e letali al mondo. Intere colonie si stanno muovendo, ed è scattato l’allarme
Il mondo in ansia per il virus di Wuhan
Il mondo in ansia per il virus di Wuhan
L’allarme è scattato ovunque con controlli serrati negli aeroporti. Si teme una diffusione incontrollata con l’esodo per il capodanno cinese: riunioni di emergenza convocate dall’OMS e dalla UE
Cina, il nuovo virus potrebbe aver raggiunto 1700 casi
Cina, il nuovo virus potrebbe aver raggiunto 1700 casi
Secondo uno studio realizzato dall’Imperial College di Londra, il numero di casi del coronavirus potrebbero essere sottovalutati: i 50 confermati in Cina sarebbero molti di più. Nuove procedure di controllo in diversi aeroporti americani
Cina, al via la più grande
migrazione umana di sempre
Cina, al via la più grande<br>migrazione umana di sempre
Tre miliardi di viaggi in occasione del Capodanno cinese: è la stima degli spostamenti che i cinesi faranno per la più importante e sentita delle festività. Un esodo che non spaventa il Paese, pronto ad affrontare la marea umana
Iran, il Boeing abbattuto da due missili
Iran, il Boeing abbattuto da due missili
È l’ipotesi a cui sono giunti diversi Paesi, anche attraverso notizie delle intelligence. L’Iran nega con forza: nessun missile partito per sbaglio
Due milioni di abitanti di Hong Kong accusano disturbi mentali
Due milioni di abitanti di Hong Kong accusano disturbi mentali
Il calcolo per valutare l’impatto delle violente proteste degli ultimi mesi, ma la stima è per difetto, visto che non include i minori di 18 anni, che in realtà rappresentano la parte più cospicua