Un ciclone devasta l’Africa australe

| Venti fino a 220 km/h, interi villaggi cancellati e centinaia irraggiungibili. Al momento si contano 150 vittime, ma è un calcolo molto parziale

+ Miei preferiti
“Idai”, un devastante ciclone di categoria 3, ha attraversato l’Africa australe per intero, colpendo con una forza inaudita tre paesi confinanti: Mozambico, Zimbabwe e Malawi, un’aera in cui vivono oltre un milione e mezzo di persone. Dalle prime informazioni le vittime sarebbero già oltre 150, ma è un calcolo del tutto parziale e purtroppo destinato a salire, perché mancano all’appello centinaia di dispersi e numerosi villaggi e zone rurali sono tutt’ora isolati a causa delle strade spazzate via e dal black out totale delle comunicazioni.

Il centro più colpito è Beira, seconda città del Mozambico, metropoli portuale con 500mila abitanti, sferzata per ore da venti che hanno raggiunto i 220 km/h. L’aeroporto è stato chiuso, e attualmente raggiungere la città via terra è impossibile.

Il ciclone è arrivato dall’oceano indiano dopo una settimana di piogge di forte intensità che avevano già mietuto oltre 126 vittime a causa di esondazioni e del crollo di numerose abitazioni. Le autorità avevano invitato i cittadini di aspettarsi lo “scenario peggiore”.

Secondo l’agenzia AFP, si contano oltre 200mila sfollati e la distruzione completa di almeno 170mila ettari di terreni coltivati che rappresentavano la sussistenza delle popolazioni. Dai primi calcoli delle Nazioni Unite, sarebbero necessari almeno 16milioni di dollari per far fronte alle prime necessità. Malawi e Mozambico hanno dichiarato lo stato di emergenza, chiedendo l’aiuto internazionale.

Galleria fotografica
Un ciclone devasta l’Africa australe - immagine 1
Mondo
Coppia aggredita da un cervo
Coppia aggredita da un cervo
È successo in Australia: lui è morto per le lesioni, lei è in gravi condizioni in ospedale. L’animale viveva libero nella loro tenuta
Colpo di Stato in Sudan
Colpo di Stato in Sudan
I militari hanno circondato il palazzo presidenziale: il presidente Omar al-Bashir si sarebbe dimesso: teme di finire sotto processo per genocidio. A guidare la protesta una donna misteriosa
L'Ecuador sfratta Assange
L
Via dall'ambasciata di Londra che lo ospita dal 2012 per evitare l'estradizione negli Usa. Il fondatore di WikiLeaks avrebbe pubblicato "false notizie" contro il presidente Moreno che "ora ha perso la pazienza"
Un speranza anche per Manuel
Un speranza anche per Manuel
Un clinico svizzero ha elaborato una tecnica per tentare si superare le lesioni midollari con la tecnica "Stimo". Alcuni pazienti hanno ripreso a camminare. Il caso del nuotatore azzurro sarà esaminato
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
I parenti di Brenton Tarrant sotto shock
La nonna e lo zio, che vivono a Grafton, in Australia, non si danno pace: “Era cambiato dopo un lungo viaggio in Europa”. L’ultima volta l’avevano visto un anno per un compleanno, “era normale, come sempre”
Strage moschee, sale il numero dei morti
Strage moschee, sale il numero dei morti
Uno dei 36 feriti tutt’ora ricoverati non ce l’ha fatta. Il punto sulle indagini della polizia e del premier Jacinta Arden
L’eroe di Christchurch
L’eroe di Christchurch
Si è lanciato contro l’attentatore, impedendogli di ripetere la strage che aveva appena compiuto nella prima moschea. Rifugiato afghano, racconta di aver agito d’impulso, sperando di salvare più persone possibili
Kalashnikov è diventato un drone
Kalashnikov è diventato un drone
L’azienda che porta il nome dell’inventore dell’AK-47 ha appena presentato un drone militare: può portare 3 kg di esplosivo a 130 km/h. Per gli esperti sono le prime avvisaglie della guerra tecnologica 3.0
Rom, apolidi e incontrollabili
Rom, apolidi e incontrollabili
Secondo il Cir, il nuovo decreto sicurezza allunga i tempi per ottenere la cittadinanza italiana sino a 4 anni. I Rom bloccati in un limbo
Manager Huawei fa causa al Canada
Manager Huawei fa causa al Canada
Gli Usa pronti a chiederne l'estradizione. La rabbia dei cinesi: "Grave incidente diplomatico". Meng Whanzou accusata di avere violato le sanzioni all'Iran