Una squadra di calcio bloccata in una grotta

| Dopo l’allenamento, 11 ragazzi e il loro allenatore si sono spinti verso una grotta, nota attrazione turistica thailandese, ma le piogge li hanno bloccati all’interno

+ Miei preferiti
Sono ore di angoscia e speranza in tutta la Thailandia: da sabato scorso, un’intera squadra di calcio e il loro allenatore sono bloccati all’interno della frotta di Tham Luang Nang Non, uno dei più frequentati siti turistici thailandesi. Sul posto sono accorsi centinaia di soccorritori, compresi i sommozzatori con alcuni robot sottomarini, e i genitori dei ragazzi, tutti fra gli 11 e i 16 anni, più l’allenatore di 25, sorpresi all’interno della spelonca dalle improvvise e violentissime piogge monsoniche. Una grotta, riferiscono le autorità, che in alcuni periodi dell’anno può riempirsi d’acqua fino ad un’altezza di cinque metri.

Ma la speranza di ritrovare il gruppo ancora in vita è alta: i primi soccorritori scesi in profondità hanno raccontato di impronte in una zona risparmiata dalla furia dell’acqua, mentre da un tunnel di accesso secondario sono stati lanciati cibo, acqua e dei messaggi che invitano il gruppo alla calma, perché i soccorritori sono al lavoro. L’ipotesi, che al momento è solo una speranza, è che i ragazzi siano riusciti a trovare riparo nelle cavità laterali della grotta, lunga quasi 10 km, ma nel calcolo delle probabilità va inserita anche la mancanza di ossigeno. Le ricerche, sospese durante la notte, sono riprese alle prime luci dell’alba, ma a complicare le operazioni è la forte presenza di acqua e fango.

L’allarme è stato lanciato sabato sera da alcuni genitori dei ragazzi, preoccupati non vedendoli tornare a casa dopo l’allenamento: all’ingresso della grotta, scarpe da calcio e bicilette testimoniano che il gruppo è entrato nella spelonca, senza più riuscire a risalire in superficie.

Mondo
Le promesse ambientali del G7
Le promesse ambientali del G7
I leader mondiali hanno concordato sull’urgenza di agire per salvare il pianeta. Ma senza fatti concreti: a quattro mesi dal COP 26 mancano ancora date e strategie
La Qantas invasa dalle gang dello spaccio di droga
La Qantas invasa dalle gang dello spaccio di droga
Un’inchiesta top secret svelata dai media avrebbe individuato 150 dipendenti della compagnia aerea australiana appartenenti a gang di bikers attive nel traffico di stupefacenti
Canada: i resti di 215 bambini trovati in un collegio
Canada: i resti di 215 bambini trovati in un collegio
Si tratta per lo più di aborigeni, e alcuni avevano pochi anni. La macabra scoperta è arrivata dopo anni di indagini e segnalazioni. Per il premier Trudeau è “una pagina sconcertante nella storia del nostro Paese”
Un’ex pornostar ha avvelenato il marito 77enne
Un’ex pornostar ha avvelenato il marito 77enne
Saki Sudo, 22 anni, ha ucciso il miliardario 77enne Kosuke Nozaki somministrandogli massicce dosi di droghe stimolanti. La polizia l’ha arrestata dopo anni di indagini
Riappare la principessa Latifa
Riappare la principessa Latifa
La figlia dello sceicco di Dubai, per cui si sono mosse anche le Nazioni Uniti, è comparsa all’improvviso in un paio di foto postate su Instagram. E' la prova che sia ancora in vita, ma non dice nulla sulle sue condizioni
La moglie manesca dell’ambasciatore
La moglie manesca dell’ambasciatore
Xiang Xueqiu, consorte dell’ambasciatore del Belgio in Corea del Sud, ha chiesto l’immunità diplomatica prima di essere accusata di aggressione dalla commessa di un negozio di abbigliamento
Condannata la «ragazza della Costituzione»
Condannata la «ragazza della Costituzione»
Colpevole di estremismo, Olga Misik dovrà scontare 2 anni 9 mesi di arresti domiciliari. Insieme a lei condannati altri due giovani per vandalismo
Strage in una scuola in Russia
Strage in una scuola in Russia
Scene simili a quelle americane a Kazan, una città a 1000 km da Mosca: un 19enne ha ucciso 9 persone prima di essere fermato. Putin invoca una maggior stretta sulle armi
Il razzo cinese è caduto vicino alle Maldive
Il razzo cinese è caduto vicino alle Maldive
Questa la versione dell’agenzia spaziale di Pechino, accusata di aver realizzato un booster destinato a tornare sulla Terra senza controllo
Il razzo cinese si schianterà sulla Terra nel fine settimana
Il razzo cinese si schianterà sulla Terra nel fine settimana
I detriti del Long March 5B dovrebbero rientrare nel giro delle prossime ore, ma nessuno sa con precisione dove e quando. I cinesi minimizzano, tutti gli altri sono preoccupati