Vayu, il ciclone che sta per colpire l’India

| 300mila persone evacuate per il secondo ciclone tropicale dell’anno: attesi venti fino a 175 km/h, con forti piogge e allagamenti

+ Miei preferiti
Sei milioni di persone potrebbero essere colpite nelle prossime ore dal ciclone tropicale “Vayu”, che si sta dirigendo verso l’India nord-occidentale e dovrebbe arrivare a destinazione entro le prossime 24 ore. Quasi 300mila le persone che finora sono state evacuate in 700 rifugi, ha riferito un portavoce del Ministero dell’Interno indiano.

Con venti superiori a 120 km/h, Vayu potrebbe diventare il ciclone più forte che colpisce il continente indiano da decenni, e arriva ad un mese di distanza dal potente “Fani” che ha flagellato la costa nord-orientale dell’India.

Entro una manciata di ore, Vayu passerà a circa 200 km ad ovest di Mumbai prima di arrivare nello stato di Gujarat, sulla costa occidentale indiana.

Trentanove squadre della “National Disaster Response Force” - ciascuna composta da circa 45 persone - sono state dispiegate per aiutare le autorità locali nelle operazioni di evacuazione, ricerca, salvataggio e soccorso. L’esercito ha 34 squadre in stand-by.

Vayu si è formato lunedì e il giorno dopo si è rinforzato nel mare arabo: secondo le previsioni del “Joint Typhoon Warning Center” raggiungerà un’intensità pari a 175 km/h che lo renderebbe uguale ad un uragano di categoria 2.

L’anomalia è che i cicloni tropicali di tale potenza raramente colpiscono il Mar Arabico: l’ultimo risale addirittura a vent’anni fa. Ma se le previsioni sono esatte, Vayu potrebbe diventare la tempesta più forte dal 1998, quando un ciclone tropicale con venti di 195 km/h uccise circa 10.000 persone.

I pescatori e gli abitanti dei villaggi sulle coste sono stati allertati di prepararsi a onde che potrebbero creare grossi problemi nel distretto di Kutch. Il Dipartimento Meteorologico indiano ha avvisato anche di precipitazioni molto pesanti accompagnate a raffiche di vento lungo la costa.

Questo è il secondo grande ciclone tropicale dell’anno in India: Fani, lo scorso mese di maggio, ha colpito lo stato di Odisha con venti che hanno raggiunto i 240 km/h, pari a un uragano di categoria 4. La tempesta ha ucciso decine di persone, principalmente a causa della caduta di alberi e muri, ma il bilancio delle vittime è stato mantenuto relativamente basso grazie all’evacuazione di oltre un milione di persone a Odisha.

Mondo
Farage sì, Farage no: dove vanno i grillini?
Farage sì, Farage no: dove vanno i grillini?
Il gruppo pentastellato ancora alla ricerca di un partner in Europa per contare qualcosa, anche se poco. Dopo il No di mezzo Parlamente, Farage, teorico della Brexit sembrerebbe orientato ad accoglierli. Ma è un guaio lo stesso
70 milioni in fuga: i numeri dell’ONU
70 milioni in fuga: i numeri dell’ONU
L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati ha diffuso un report sui movimenti del 2018: numeri impressionanti
Uccide l’amante che voleva svelare la loro storia
Uccide l’amante che voleva svelare la loro storia
In un villaggio russo si è consumata una tragedia che ha come vittima una giovane di 24 anni, madre di bimbi piccoli, e un uomo sposato che voleva impedirle di raccontare ogni cosa a sua moglie
Tatuato sul volto, non trova lavoro
Tatuato sul volto, non trova lavoro
Faceva parte dei “Mongrel Mob”, una delle più feroci gang di bikers del mondo, e si è fatto tatuare il volto con la parola “Notorius”. Ed ora trova difficile essere accettato
Il rischio di guerra nucleare è altissimo
Il rischio di guerra nucleare è altissimo
La direttrice dell’organismo delle Nazioni Unite che si occupa del disarmo ha svelato che i rischi di un conflitto hanno raggiunto il massimo dai tempo della seconda guerra mondiale
Rissa al parlamento di Hong Kong
Rissa al parlamento di Hong Kong
Quattro deputati portati via in barella al temine di una scazzottata scatenata dagli emendamenti di una legge che facilita l’estradizione verso il resto della Cina
Il re della Thailandia sposa la sua hostess
Il re della Thailandia sposa la sua hostess
A 66 anni, Rama X è salito sull’altare per la quarta volta: la fortunata è una ex assistente di volo della Thay Airway. Il paese è in festa
Indonesia: strage di scrutatori
Indonesia: strage di scrutatori
Quasi 300 morti e 2.000 ricoveri fra coloro che devono controllare le schede di 193 milioni di votanti. Le famiglie saranno risarcite
Coppia aggredita da un cervo
Coppia aggredita da un cervo
È successo in Australia: lui è morto per le lesioni, lei è in gravi condizioni in ospedale. L’animale viveva libero nella loro tenuta
Colpo di Stato in Sudan
Colpo di Stato in Sudan
I militari hanno circondato il palazzo presidenziale: il presidente Omar al-Bashir si sarebbe dimesso: teme di finire sotto processo per genocidio. A guidare la protesta una donna misteriosa