Vayu, il ciclone che sta per colpire l’India

| 300mila persone evacuate per il secondo ciclone tropicale dell’anno: attesi venti fino a 175 km/h, con forti piogge e allagamenti

+ Miei preferiti
Sei milioni di persone potrebbero essere colpite nelle prossime ore dal ciclone tropicale “Vayu”, che si sta dirigendo verso l’India nord-occidentale e dovrebbe arrivare a destinazione entro le prossime 24 ore. Quasi 300mila le persone che finora sono state evacuate in 700 rifugi, ha riferito un portavoce del Ministero dell’Interno indiano.

Con venti superiori a 120 km/h, Vayu potrebbe diventare il ciclone più forte che colpisce il continente indiano da decenni, e arriva ad un mese di distanza dal potente “Fani” che ha flagellato la costa nord-orientale dell’India.

Entro una manciata di ore, Vayu passerà a circa 200 km ad ovest di Mumbai prima di arrivare nello stato di Gujarat, sulla costa occidentale indiana.

Trentanove squadre della “National Disaster Response Force” - ciascuna composta da circa 45 persone - sono state dispiegate per aiutare le autorità locali nelle operazioni di evacuazione, ricerca, salvataggio e soccorso. L’esercito ha 34 squadre in stand-by.

Vayu si è formato lunedì e il giorno dopo si è rinforzato nel mare arabo: secondo le previsioni del “Joint Typhoon Warning Center” raggiungerà un’intensità pari a 175 km/h che lo renderebbe uguale ad un uragano di categoria 2.

L’anomalia è che i cicloni tropicali di tale potenza raramente colpiscono il Mar Arabico: l’ultimo risale addirittura a vent’anni fa. Ma se le previsioni sono esatte, Vayu potrebbe diventare la tempesta più forte dal 1998, quando un ciclone tropicale con venti di 195 km/h uccise circa 10.000 persone.

I pescatori e gli abitanti dei villaggi sulle coste sono stati allertati di prepararsi a onde che potrebbero creare grossi problemi nel distretto di Kutch. Il Dipartimento Meteorologico indiano ha avvisato anche di precipitazioni molto pesanti accompagnate a raffiche di vento lungo la costa.

Questo è il secondo grande ciclone tropicale dell’anno in India: Fani, lo scorso mese di maggio, ha colpito lo stato di Odisha con venti che hanno raggiunto i 240 km/h, pari a un uragano di categoria 4. La tempesta ha ucciso decine di persone, principalmente a causa della caduta di alberi e muri, ma il bilancio delle vittime è stato mantenuto relativamente basso grazie all’evacuazione di oltre un milione di persone a Odisha.

Mondo
Corea del Nord:
“In arrivo un regalo di Natale”
Corea del Nord:<br>“In arrivo un regalo di Natale”
Un messaggio inviato agli Stati Uniti sta mettendo in allarme le difese e le intelligence di mezzo mondo. Si teme il lancio di un satellite, con la stessa tecnologia delle testate nucleari a lunga gittata: un avvertimento chiaro
La parabola di Aung San Suu Kyi
La parabola di Aung San Suu Kyi
Dal Nobel per la Pace alle accuse di genocidio: l’ex attivista per i diritti umani della Birmania è accusata di non aver fatto nulla per impedire il massacro del popolo Rohingya
White Island, ricerche ancora ferme
White Island, ricerche ancora ferme
I parenti delle vittime e la popolazione locale accusa la polizia di troppa prudenza: l’isola è stata sorvolata da un drone, ma le operazioni di recupero sono ferme fino a data da destinarsi
Vulcano Whakaari: è una strage
Vulcano Whakaari: è una strage
Non ci sono più speranze di ritrovare ancora in vita gli otto dispersi, quasi tutti turisti in visita sull’isola neozelandese. Cinque le vittime accertate, più diversi feriti ricoverati in gravi condizioni. Le loro storie
“Le donne dovrebbero accettare lo stupro”
“Le donne dovrebbero accettare lo stupro”
La folle teoria di un giovane regista indiano, autore di un post su Facebook in cui giustifica le violenze invitando le donne ad accettarle e ad attrezzarsi di conseguenza. Ha rimediato una valanga di insulti e minacce da tutto il mondo
Le famiglie vietano il matrimonio, coppia di giovani si uccide
Le famiglie vietano il matrimonio, coppia di giovani si uccide
È successo in India, dove Abhijit e Srilakshmi volevano sposarsi ma la differenza di casta ha fatto scattare il divieto delle famiglie. Dopo essere scomparsi per settimane, i corpi dei due giovani sono stati ritrovati in un bosco
Un badge per i giorni del ciclo
Un badge per i giorni del ciclo
È bufera su una catena di grandi magazzini giapponesi, che ha chiesto alle proprie commesse di indossare un badge nei giorni del ciclo mestruale. Un’idea che voleva avere finalità sociali, ma che si è trasformata in un caso internazionale
Si uccide a 13 anni dopo lo stupro
Si uccide a 13 anni dopo lo stupro
Pinkie, una giovane thailandese, si è gettata dal balcone di casa dopo l’ennesimo litigio con la madre. Era reduce da una devastante violenza sessuale di gruppo
Daniele e Tom resteranno sul Nanga Parbat per sempre
Daniele e Tom resteranno sul Nanga Parbat per sempre
Dopo lunghi mesi di studi, è arrivata la conferma: impossibile recuperare i corpi di Daniele Nardi e Tom Ballard, morti sull’8000 himalayano 8 mesi fa
Si fingeva pilota Lufthansa per volare gratis
Si fingeva pilota Lufthansa per volare gratis
Come nel film con Leonardo DiCaprio, un indiano di 48 anni indossava una divisa da pilota per sfruttare le agevolazioni aeroportuali riservate ai piloti e viaggiare gratis