Vayu, il ciclone che sta per colpire l’India

| 300mila persone evacuate per il secondo ciclone tropicale dell’anno: attesi venti fino a 175 km/h, con forti piogge e allagamenti

+ Miei preferiti
Sei milioni di persone potrebbero essere colpite nelle prossime ore dal ciclone tropicale “Vayu”, che si sta dirigendo verso l’India nord-occidentale e dovrebbe arrivare a destinazione entro le prossime 24 ore. Quasi 300mila le persone che finora sono state evacuate in 700 rifugi, ha riferito un portavoce del Ministero dell’Interno indiano.

Con venti superiori a 120 km/h, Vayu potrebbe diventare il ciclone più forte che colpisce il continente indiano da decenni, e arriva ad un mese di distanza dal potente “Fani” che ha flagellato la costa nord-orientale dell’India.

Entro una manciata di ore, Vayu passerà a circa 200 km ad ovest di Mumbai prima di arrivare nello stato di Gujarat, sulla costa occidentale indiana.

Trentanove squadre della “National Disaster Response Force” - ciascuna composta da circa 45 persone - sono state dispiegate per aiutare le autorità locali nelle operazioni di evacuazione, ricerca, salvataggio e soccorso. L’esercito ha 34 squadre in stand-by.

Vayu si è formato lunedì e il giorno dopo si è rinforzato nel mare arabo: secondo le previsioni del “Joint Typhoon Warning Center” raggiungerà un’intensità pari a 175 km/h che lo renderebbe uguale ad un uragano di categoria 2.

L’anomalia è che i cicloni tropicali di tale potenza raramente colpiscono il Mar Arabico: l’ultimo risale addirittura a vent’anni fa. Ma se le previsioni sono esatte, Vayu potrebbe diventare la tempesta più forte dal 1998, quando un ciclone tropicale con venti di 195 km/h uccise circa 10.000 persone.

I pescatori e gli abitanti dei villaggi sulle coste sono stati allertati di prepararsi a onde che potrebbero creare grossi problemi nel distretto di Kutch. Il Dipartimento Meteorologico indiano ha avvisato anche di precipitazioni molto pesanti accompagnate a raffiche di vento lungo la costa.

Questo è il secondo grande ciclone tropicale dell’anno in India: Fani, lo scorso mese di maggio, ha colpito lo stato di Odisha con venti che hanno raggiunto i 240 km/h, pari a un uragano di categoria 4. La tempesta ha ucciso decine di persone, principalmente a causa della caduta di alberi e muri, ma il bilancio delle vittime è stato mantenuto relativamente basso grazie all’evacuazione di oltre un milione di persone a Odisha.

Mondo
Nuova Zelanda, polemiche per una lettera di Tarrant
Nuova Zelanda, polemiche per una lettera di Tarrant
L’attentatore di Christchurch lasciato libero di pubblicare un nuovo documento suprematista su un sito web: sotto accusa i dirigenti del carcere
Svolta nelle indagini per la morte di Nora
Svolta nelle indagini per la morte di Nora
La quindicenne londinese ritrovata senza vita nella giungla della Malaysia sarebbe morta di stenti. Al momento non c’è alcuna traccia di violenza
Bullizzata perché gay si toglie la vita
Bullizzata perché gay si toglie la vita
Una giovane australiana non ha retto alla depressione in cui era piombata dopo anni di soprusi e prese in giro
Germanwings scrive alle famiglie delle vittime del volo 9525
Germanwings scrive alle famiglie delle vittime del volo 9525
Secondo la compagnia low-cost della Lufthansa, le 150 persone vittime nello schianto voluto dal copilota Andreas Lubitz non avrebbero avuto la sensazione di morire. Ma le scatole nere raccontano il contrario
Un carico di droga emerge in Nuova Zelanda
Un carico di droga emerge in Nuova Zelanda
Si tratta di oltre 20 panetti, e secondo la polizia facevano parte di un carico disperso dai trafficanti un anno fa. In crescita nella zona del Pacifico il consumo di cocaina
La foto segnaletica che fa ridere
La foto segnaletica che fa ridere
Visti i tanti commenti cattivi, la polizia del Galles ha avvertito che accanirsi contro qualcuno attraverso i social può avere pesanti ripercussioni
Beve 18 whisky e allatta la bimba: morta
Beve 18 whisky e allatta la bimba: morta
I medici legali sono rimasti senza parole: nel corpicino di Sapphire era presente una percentuale di alcol letale
Canada: tagliato il cavo di una funivia
Canada: tagliato il cavo di una funivia
Uno dei cavi che assicura le 30 cabine del “Sea to Sky Gondola”, è stato manomesso: la scoperta mentre l’impianto era fermo
Ai puma non piacciono i Metallica
Ai puma non piacciono i Metallica
Una giovane canadese ha raccontato di aver messo in fuga un grosso felino selvatico che la seguiva nei boschi alzando il volume al massimo durante un brano scatenato della band heavy metal
India, 526 denti estratti ad un bambino
India, 526 denti estratti ad un bambino
Il più alto numero mai registrato su un essere umano: il piccolo, di 7 anni, è stato operato e adesso sta bene