Addio a Ezio Bosso

| Il musicista torinese si è spento nella sua abitazione di Bologna: dal settembre scorso si era ritirato per un aggravamento della malattia che lo tormentava da quasi un decennio

+ Miei preferiti
Compositore, direttore d’orchestra, pianista: Ezio Bosso era un artista, ma soprattutto un uomo dal cuore grande, quello che poche ore fa si è spento per sempre nella sua abitazione di Bologna, a soli 48 anni. Affetto da una malattia neurodegenerativa che lo tormentava dal 2011, conseguenza di un tumore al cervello per cui era stato operato, Ezio non si era mai arreso, e nel 2016 con grande coraggio ea salito sul palco dell’Ariston di Sanremo come ospite del Festival, commuovendo l’Italia intera al suono di “Following a Bird”, una sua composizione che aveva trascinato ai primi posti delle classifiche “The 12th Room”, un album che fino ad allora era passato inosservato. Ma quella era sola la prima parte di una battaglia che Bosso aveva scelto di combattere: si batteva senza sosta contro le difficoltà di essere accettato dal mondo della musica classica raccontando “i pregiudizi, gli schiaffoni, le ingiustizie e gli insulti ricevuti da chi pensava che esistevo solo perché malato. Fin da bambino ho lottato con tutte le forze perché ad un povero non è concesso diventare direttore d’orchestra: il figlio di un operaio deve fare l’operaio, così avevano detto a mio padre”.

Al principio, la malattia di Bosso fu diagnosticata come SLA, la sclerosi laterale amiotrofica, ma ulteriori esami individuarono una malattia autoimmune dagli effetti molto simili alla SLA, che colpiva i motoneuroni, le cellule cerebrali da cui dipendono i movimenti. Una malattia per cui non esistono cure, ed Ezio lo sapeva: l’unico farmaco esistente perde efficacia quando il corpo inizia ad abituarsi.

Torinese, classe 1971, si era avvicinato alla musica fin da bambino, finendo ben presto per essere affascinato dalla classica. Dopo aver studiato composizione e direzione d’orchestra a Vienna, partecipa a numerosi concerti con alcune delle orchestre più celebri del mondo. Dal settembre dello scorso anno, quando la malattia gli aveva compromesso l’uso delle mani, si era ritirato ufficialmente.

Galleria fotografica
Addio a Ezio Bosso - immagine 1
Addio a Ezio Bosso - immagine 2
Addio a Ezio Bosso - immagine 3
Addio a Ezio Bosso - immagine 4
Musica
Gli ultimi fuochi di Yoko Ono
Gli ultimi fuochi di Yoko Ono
A 87 anni, la vedova di John Lennon - costretta sulla sedia a rotelle e bisognosa di assistenza - sta svendendo il patrimonio immobiliare: “Sente che la fine della sua vita straordinaria si avvia alla conclusione”
Il mistero di Paul e di Abbey Road
Il mistero di Paul e di Abbey Road
Una teoria mai definitivamente smentita afferma che McCartney sia morto nel 1966 in un incidente stradale e che il suo posto tra i Beatles sia stato preso da un sosia. Molti indizi sulla copertina di uno degli ultimi dischi della band
Rolling Stones, la band dei record in una mostra
Rolling Stones, la band dei record in una mostra
Il Groninger Museum olandese ospita la prima tappa europea di “Rolling Stones – Unzipped”, una mostra che espone oltre 400 oggetti appartenenti alle collezioni private della band più longeva nella storia del rock
«Fly Away», la voglia di libertà nel primo singolo di una band emergente
«Fly Away», la voglia di libertà nel primo singolo di una band emergente
Stavano incidendo un album che è rimasto in sospeso: era il sogno dei «The Why Not», una band torinese che ha deciso di lanciare una propria canzone dedicata a chi spera di volare lontano, lasciandosi alle spalle questo periodo buio
One World: #TogetherAtHome, la musica contro la pandemia
One World: #TogetherAtHome, la musica contro la pandemia
Voluto da Lady Gaga, capace di radunare decine di celebrità della scena musicale internazionale, il mega concerto in streaming ha visto alternarsi artisti che si sono esibiti da casa. I proventi devoluti all’OMS
Ancora una morte nella comunità dei rapper americani
Ancora una morte nella comunità dei rapper americani
La vittima è Chynna Rogers, 25 anni, considerata un astro nascente dell’hip-hop: a gennaio aveva pubblicato un nuovo EP dal titolo inquietante: “Nel caso morissi prima”
Il dramma della popstar Duffy
Il dramma della popstar Duffy
Era scomparsa di scena nel 2011, dopo appena tre anni di carriera: è ricomparsa con un lungo post in cui ha raccontato la traumatica esperienza che ha dovuto subire
Il rapper Pop Smoke ucciso nella sua abitazione
Il rapper Pop Smoke ucciso nella sua abitazione
Vent’anni, era considerato l’astro nascente della scena rap americana. Due uomini si sono introdotti di notte nella sua abitazione e hanno aperto il fuoco uccidendolo
James Brown è stato ucciso?
James Brown è stato ucciso?
Un procuratore distrettuale della Georgia ha annunciato l’avvio di un’indagine per stabilire le cause della morte della leggenda della musica R&B. Una donna avrebbe fornito numerose prove
Elettra Lamborghini: la musica prima di tutto
Elettra Lamborghini: la musica prima di tutto
La cantante-ereditiera ha dato la scossa ad un Festival sonnacchioso e lunghissimo. Ha svelato l’emozione forte dell’Ariston e la spumeggiante leggerezza di chi affronta la vita come viene