Ecco 'Tim', album postumo di Avicii

| Vargas&Lagola, in base alle tracce lasciate dal giovane morto in Oman nell'aprile 2018, sono riusciti a realizzare un'opera che era già in fase avanzata. "Accolto il desiderio della famiglia di Tim Bergling", vero nome dell'artista

+ Miei preferiti

Avicii era talmente stregato dal suo nuovo album che anche durante il suo volo per l'Oman, dove più tardi morì in circostanze mai chiarite del tutto, stava comunicando con i suoi produttori su diversi suoni e melodie che voleva includere, e gli artisti ospiti a cui dovevano rivolgersi per collaborare.cIl dj-producer svedese morì il 20 aprile 2018 e mesi dopo la sua famiglia chiese al team musicale di Avicii di completare l'album incompiuto.

Per il duo Vargas & Lagola, non è stato così facile.

"E' stato difficile anche solo aprire il computer e lavorare sulle canzoni", ha detto Salem Al Fakir, che va da Lagola. "Abbiamo aperto il pc sei mesi dopo che tutto è successo...Il desiderio della famiglia era quello di rilasciare le canzoni..... e questo ci ha aiutato a finire le canzoni", ha aggiunto. Fortunatamente per le molte conversazioni, e-mail, messaggi di testo e altro ancora, Vargas & Lagola sapevano come doveva suonare il suo nuovo album e si sentiva che andavano nella giusta direzione. "Abbiamo passato così tanto tempo con lui negli ultimi..... tre mesi prima della sua morte", ha detto Lagola.

"Sapevamo che tipo di sound vocale voleva - spiega Vincent Pontare aka Vargas - Abbiamo lavorato con lui per così tanto tempo. Sappiamo cosa gli piace e cosa non gli piace".

"TIM", che uscirà giovedì, presenta collaborazioni con Chris Martin dei Coldplay e Imagine Dragons e si espande sul suono della musica dance elettronica che ha reso Avicii un jolly sulla scena musicale e sul circuito dei festival.

Tim Bergling, Avicii, aveva infranto le barriere mescolando suoni country e western con musica dance su hit come "Wake Me Up" e "Hey Brother", e faceva parte del gruppo di dj-produttori e remixer che si sono distinti come pop star dopo anni di lavoro dietro le quinte, da David Guetta a Calvin Harris a Skrillex.

A 28 anni, la breve vita di Avicii si è conclusa quando è stato trovato morto a Muscat, in Oman, una popolare meta turistica sul Mar Arabico. La rivista Rolling Stone e TMZ hanno riferito che è morto per suicidio. (All'inizio di quest'anno la famiglia di Avicii ha lanciato la Tim Bergling Foundation, che si concentra sul sostegno alle persone e alle organizzazioni nel campo delle malattie mentali e della prevenzione dei suicidi). Avicii in passato aveva sofferto di pancreatite acuta, in parte a causa dell'eccessivo consumo di alcol. Dopo la rimozione della cistifellea e dell'appendice nel 2014, ha cancellato una serie di spettacoli nel tentativo di guarigione e nel 2016 aveva annunciato il suo ritiro. Aloe Blacc, che ha collaborato con Avicii alla hit mondiale "Wake Me Up", ha detto che registrare il singolo "SOS" per il nuovo album è stato un lavoro importante per il potente significato della canzone. "Dopo aver saputo cosa aveva passato, e sentirsi davvero sicuro di aver superato la peggiore delle sue esperienze nel mondo della musica, e tutto era in ascesa, per poi ricevere la notizia che era morto, questa canzone sembrava davvero un messaggio importante da consegnare per onorare la sua eredità. E anche per creare davvero il linguaggio per le persone che si trovano in situazioni di disagio, ansia, problemi di salute mentale - parole per dire, 'Ho bisogno di aiuto’". Blacc non sapeva di "SOS" fino a gennaio, quando gli è stato chiesto di registrare la canzone. In studio, ha detto di sentire la presenza di Avicii.

Vargas & Lagola, che aveva lavorato con Avicii dal 2011 e che ha scritto, co-prodotto e sono presenti in tre canzoni su "TIM", ha detto che ricordano di aver visto Avicii “sano e felice”, prima di morire.

Musica
Gli ultimi fuochi di Yoko Ono
Gli ultimi fuochi di Yoko Ono
A 87 anni, la vedova di John Lennon - costretta sulla sedia a rotelle e bisognosa di assistenza - sta svendendo il patrimonio immobiliare: “Sente che la fine della sua vita straordinaria si avvia alla conclusione”
Il mistero di Paul e di Abbey Road
Il mistero di Paul e di Abbey Road
Una teoria mai definitivamente smentita afferma che McCartney sia morto nel 1966 in un incidente stradale e che il suo posto tra i Beatles sia stato preso da un sosia. Molti indizi sulla copertina di uno degli ultimi dischi della band
Rolling Stones, la band dei record in una mostra
Rolling Stones, la band dei record in una mostra
Il Groninger Museum olandese ospita la prima tappa europea di “Rolling Stones – Unzipped”, una mostra che espone oltre 400 oggetti appartenenti alle collezioni private della band più longeva nella storia del rock
Addio a Ezio Bosso
Addio a Ezio Bosso
Il musicista torinese si è spento nella sua abitazione di Bologna: dal settembre scorso si era ritirato per un aggravamento della malattia che lo tormentava da quasi un decennio
«Fly Away», la voglia di libertà nel primo singolo di una band emergente
«Fly Away», la voglia di libertà nel primo singolo di una band emergente
Stavano incidendo un album che è rimasto in sospeso: era il sogno dei «The Why Not», una band torinese che ha deciso di lanciare una propria canzone dedicata a chi spera di volare lontano, lasciandosi alle spalle questo periodo buio
One World: #TogetherAtHome, la musica contro la pandemia
One World: #TogetherAtHome, la musica contro la pandemia
Voluto da Lady Gaga, capace di radunare decine di celebrità della scena musicale internazionale, il mega concerto in streaming ha visto alternarsi artisti che si sono esibiti da casa. I proventi devoluti all’OMS
Ancora una morte nella comunità dei rapper americani
Ancora una morte nella comunità dei rapper americani
La vittima è Chynna Rogers, 25 anni, considerata un astro nascente dell’hip-hop: a gennaio aveva pubblicato un nuovo EP dal titolo inquietante: “Nel caso morissi prima”
Il dramma della popstar Duffy
Il dramma della popstar Duffy
Era scomparsa di scena nel 2011, dopo appena tre anni di carriera: è ricomparsa con un lungo post in cui ha raccontato la traumatica esperienza che ha dovuto subire
Il rapper Pop Smoke ucciso nella sua abitazione
Il rapper Pop Smoke ucciso nella sua abitazione
Vent’anni, era considerato l’astro nascente della scena rap americana. Due uomini si sono introdotti di notte nella sua abitazione e hanno aperto il fuoco uccidendolo
James Brown è stato ucciso?
James Brown è stato ucciso?
Un procuratore distrettuale della Georgia ha annunciato l’avvio di un’indagine per stabilire le cause della morte della leggenda della musica R&B. Una donna avrebbe fornito numerose prove