Il dramma della popstar Duffy

| Era scomparsa di scena nel 2011, dopo appena tre anni di carriera: è ricomparsa con un lungo post in cui ha raccontato la traumatica esperienza che ha dovuto subire

+ Miei preferiti
Nel febbraio del 2011, Duffy annuncia di volersi prendere una pausa. Ai fans suona come un po’ strano, ma con le celebrità tutto può essere: aveva raggiunto la popolarità solo tre anni prima, nel 2008, con il singolo “Mercy” e l’album “Rockferry”, entrambi di enorme successo, che le avevano fruttato un Grammy e tre Brit Awards, ma soprattutto la sensazione di una nuova grande esponente del “soul bianco”, genere dove svettano i nomi di Adele e Amy Winehouse. Nell’ottobre 2010 esce il suo nuovo singolo, “Wll, Well, Well”, che anticipa l’album “Endlessly”, ma entrambi non ottengono lo stesso successo.

Da allora, è stato silenzio. Soltanto poche ore fa Duffy, nome d’arte di Amy Ann Duffy, gallese, 35 anni, ha preso fiato e deciso di spiegare ai 22mila follower i motivi del suo silenzio ostinato. L’ha fatto attraverso un lungo post su Instagram in cui ha raccontato di essere stata sequestrata drogata, violentata e tenuta prigioniera per alcuni giorni. “Potete solo immaginare quante volte ho pensato di scriverlo, immaginando il modo in cui l’avrei scritto, e come mi sarei sentita subito dopo. Beh, non sono del tutto sicura del perché ora sia il momento giusto, ma per me è emozionante e liberatorio parlarne. La scorsa estate un giornalista mi ha contattato, ha trovato un modo per raggiungermi e gli ho raccontato tutto. È stato gentile e mi è sembrato utile poterne finalmente parlare. La verità è che, vi prego di credermi, ora sto bene e sono al sicuro, ma sono stata violentata, drogata e tenuta prigioniera per alcuni giorni. Sono sopravvissuta, ma venirne fuori ha richiesto tempo e dolore. Non c’è un modo leggero per dirlo, ma posso aggiungere che mi sono impegnata per sentire di nuovo il sole nel mio cuore”.

L’artista ha spiegato ai fan che ha scelto di non “esprimere il dolore attraverso la musica perché non volevo mostrare al mondo la mia tristezza”. Duffy ha ancora aggiunto che a breve l’intervista dovrebbe essere pubblicata e sarà un modo per rispondere a tutte le domande che restano nell’aria. Il post, accompagnato da un’immagine in bianco e nero si conclude con poche parole: “Ho un amore sacro e un sincero apprezzamento per la vostra gentilezza nel corso di questi anni. Siete stati amici e voglio ringraziarvi”.

Galleria fotografica
Il dramma della popstar Duffy - immagine 1
Il dramma della popstar Duffy - immagine 2
Il dramma della popstar Duffy - immagine 3
Il dramma della popstar Duffy - immagine 4
Musica
L’attico del «Lost Weekend» di John Lennon è in vendita
L’attico del «Lost Weekend» di John Lennon è in vendita
L’ex Beatle visse lì per 18 mesi con Mary Pang, la sua ex assistente personale, spinta fra le braccia di John dalla stessa Yoko Ono. Una penthouse con vista mozzafiato su New York in vendita a 5,5 milioni di dollari
Eddie Van Halen: the last Jump
Eddie Van Halen: the last Jump
Se n’è andato a 65 anni uno dei più grandi chitarristi della storia del rock. Olandese di nascita, nel 1984 aveva scalato tutte le classifiche mondiali con “Jump”
Gli ultimi fuochi di Yoko Ono
Gli ultimi fuochi di Yoko Ono
A 87 anni, la vedova di John Lennon - costretta sulla sedia a rotelle e bisognosa di assistenza - sta svendendo il patrimonio immobiliare: “Sente che la fine della sua vita straordinaria si avvia alla conclusione”
Il mistero di Paul e di Abbey Road
Il mistero di Paul e di Abbey Road
Una teoria mai definitivamente smentita afferma che McCartney sia morto nel 1966 in un incidente stradale e che il suo posto tra i Beatles sia stato preso da un sosia. Molti indizi sulla copertina di uno degli ultimi dischi della band
Rolling Stones, la band dei record in una mostra
Rolling Stones, la band dei record in una mostra
Il Groninger Museum olandese ospita la prima tappa europea di “Rolling Stones – Unzipped”, una mostra che espone oltre 400 oggetti appartenenti alle collezioni private della band più longeva nella storia del rock
Addio a Ezio Bosso
Addio a Ezio Bosso
Il musicista torinese si è spento nella sua abitazione di Bologna: dal settembre scorso si era ritirato per un aggravamento della malattia che lo tormentava da quasi un decennio
«Fly Away», la voglia di libertà nel primo singolo di una band emergente
«Fly Away», la voglia di libertà nel primo singolo di una band emergente
Stavano incidendo un album che è rimasto in sospeso: era il sogno dei «The Why Not», una band torinese che ha deciso di lanciare una propria canzone dedicata a chi spera di volare lontano, lasciandosi alle spalle questo periodo buio
One World: #TogetherAtHome, la musica contro la pandemia
One World: #TogetherAtHome, la musica contro la pandemia
Voluto da Lady Gaga, capace di radunare decine di celebrità della scena musicale internazionale, il mega concerto in streaming ha visto alternarsi artisti che si sono esibiti da casa. I proventi devoluti all’OMS
Ancora una morte nella comunità dei rapper americani
Ancora una morte nella comunità dei rapper americani
La vittima è Chynna Rogers, 25 anni, considerata un astro nascente dell’hip-hop: a gennaio aveva pubblicato un nuovo EP dal titolo inquietante: “Nel caso morissi prima”
Il rapper Pop Smoke ucciso nella sua abitazione
Il rapper Pop Smoke ucciso nella sua abitazione
Vent’anni, era considerato l’astro nascente della scena rap americana. Due uomini si sono introdotti di notte nella sua abitazione e hanno aperto il fuoco uccidendolo