Prima giornata, le pagelle azzurre: 8 ad Arianna Fontana

| Grazie ad una prestazione strepitosa, la ventisettenne pattinatrice lombarda trascina la staffetta di short track in finale. Ottima prova di Lisa Vittozzi nel biathlon, mentre delude Dorothea Wierer che fallisce due bersagli al poligono

+ Miei preferiti
di Piero Abrate

Gli azzurri tra luci ed ombre nella prima giornata olimpica. Sicuramente ci si aspettava qualcosa in più soprattutto nella gara di biathlon,  specialità sprint, sulla distanza di 7,5 chilometri. Le azzurre avranno modo di rifarsi anche nella gara di inseguimento, anche se il piazzamento (ad esclusione di Lisa Vittozzi) inciderà sull’ordine di partenza. Bene invece le atlete dello short track che superano il turno, mentre da dimenticare sono i piazzamenti delle ragazze dello sci di fondo, con prestazioni lontane anni luce dai vertici mondiali. Una crisi senza fine per un settore femminile che proprio non riesce a tornare su livelli dignitosi.

Queste le pagelle elaborate dalla nostra redazione.

Azzurre sci di fondo 4. Male le azzurre nella 15 chilometri di tecnica mista (7,5 km a tecnica classica e 7,5 km a tecnica libera). La migliore è stata Elisa Brocard, ventiseiesima, mentre al 35 posto è giunta Sara Pellegrini, al 37° Anna  Comarella e al  49° Ilaria Debertolis. Pare davvero una crisi senza fine quella del settore fondo per il settore femminile azzurro.

Davide Bresadola 5. Nella fase eliminatoria della gara di salto raccoglie un 35° posto, non lontano dalla qualificazione per la seconda manche. Sarà per la prossima volta.

Yuri Confortola 4,5. Nella batteria dei 1500 metri di short track viene qualificato in batteria e come Dotti non raggiunge l’obiettivo dichiarato della semifinale.

Tommaso Dotti 4,5. Nella batteria dei 1500 metri di short track non è stato in grado di inserirsi nella lotta per l’accesso alle semifinali.

Dominik Fischnaller, 4.  Il campione di slittino è stata una delle più grandi delusioni della giornata.  Ha commesso un grave errore nella prima manche dello slittino, facendo addirittura peggio nella seconda. . Rischia seriamente di non prendere parte neppure al team-relay (dove per il momento è in vantaggio il cugino Kevin). E dire che a Sochi, quattro anni, era arrivato ai piedi del podio.

Kevin Fischnaller 7.  E’ sesto dopo le prime due manche del singolo maschile di slittino. Il podio è distante poco più di un decimo e domani potrà giocarsi il tutto per tutto. Un voto meritato in quanto sta superando i propri limiti.

Arianna Fontana 8. La portabandiera azzurra (nella foto) è davvero come il Barolo. Invecchiando migliora. Grazie ad un’ottima condizione di forma, nei 500 metri si qualifica senza sforzo, poi è capace di regalare alla staffetta femminile una preziosissima qualificazione per la finale.

Francesca Lollobrigida 6. Conclude al tredicesimo posto nei 3000 metri di speed skating. La romana ha mostrato una buona condizione in vista dell’amata mass start.

Emanuel Rieder, 6,5. Dopo le prime due manche di slittino è sesto a quasi 8 decimi dal leader della classifica provvisoria  Loch. Pretendere più da sarebbe stato voler dire credere in un miracolo.

Staffetta femminile short track 7,5. Raggiungere la finale era un risultato tutt’altro che scontato, ma le azzurre dello short track l’hanno raggiunta in extremis. A trascinare la squadra la solita Arianna Fontana che ha diviso l’esperienza con  Martina Valcepina, Lucia Peretti e Cecilia Maffei. Quest’ultima ha faticato a mantenere il ritmo delle compagne. Potrebbe essere sostituita nella gara decisiva dall’italo-canadese Cynthia Mascitto.

Martina Valcepina 7. La pattinatrice si comporta bene e gestisce senza difficoltà la batteria dei 500 metri di short track. Il tempo che fa segnare è  piuttosto alto rispetto a quelli delle altre favorite. Speriamo in un’ulteriore crescita per poter ambire a lottare al vertice.

Lisa Vittozzi 7,5. La specialista di biathlon ha sfiorato il podio nella gara sprint. Addirittura la medaglia d’argento. Sarebbe stato sufficiente non fallire il bersaglio nella seconda tornata di tiri. In ogni caso, l’azzurra, grazie al sesto posto, partirà da una buona posizione nell’inseguimento e la buona condizione di gara potrà essere determinante in altre gare a lei più congeniali come mass start e individuale.

Dorothea Wierer 4,5. Nello sprint del biathlon ha corso una prima parte di gara incredibile, tenendo addirittura la testa dopo il primo poligono.  La fatica l’ha penalizzata alla seconda tornata di tiri (ha fallito due bersagli su cinque). Il 18° posto finale potrebbero costare cari anche in ottica  inseguimento.

 

 

OLIMPIADI 2018
La Kostner trascina gli azzurri nel Team Event. Gli altri risultati della seconda giornata
La Kostner trascina gli azzurri nel Team Event. Gli altri risultati della seconda giornata
Quarto posto provvisorio nel pattinaggio di figura. Ottima prestazione anche di Cappellini-Lanotte e di Marchei-Hotarek. E, insperata, arriva anche la prima medaglia nel biathlon con Dominik Windisch
Rinviata per il vento a giovedì 15 la libera maschile
Rinviata per il vento a giovedì 15 la libera maschile
Posticipata a giovedì 15 alla stessa ora (le 3 italiane) la discesa e, dunque, rinviato per Peter Fill e compagni l'esordio olimpico. Slitta di un giorno il SuperG maschile. A rischio anche la discesa femminile di lunedi
Olympic sex appeal
Olympic sex appeal
Qualcuna, fra le atlete in gara alle Olimpiadi sudcoreane, un premio l’ha già vinto comunque: entrare nell’elenco delle più belle del circo bianco. Ecco le più ammirate e seguite
Gli italiani in gara lunedì 12
Gli italiani in gara lunedì 12
Rinviato per il vento a giovedì il gigante femminile: in odore di medaglie Brignone e Goggia, ottime outsider Moelgg e Bassino. Sempre giovedì si disputerà la libera maschile. Tornano oggi nel biathlon Wierer e Vittozzi
Tutti gli uomini e le donne delle Olimpiadi
Tutti gli uomini e le donne delle Olimpiadi
Ecco i nomi dei più forti atleti presenti in Corea, dai quali ci si possono attendere nuovi record e spettacolo. Complessivamente, nelle 15 discipline previste, si confronteranno 2.925 concorrenti, 78 in più rispetto a Sochi
Le pagelle degli azzurri nella seconda giornata: un 9 a Dominik Windisch
Le pagelle degli azzurri nella seconda giornata: un 9 a Dominik Windisch
Partito come outsider l'atleta di Brunico conquista un sorprendente terzo posto nello sprint di biathlon. Il miracolo non riesce nello slittino a Dominik Fischnaller che rimonta un pesante svantaggio e giunge a 2 millesimo dal podio
Tutti i segreti delle 15 discipline olimpiche
Tutti i segreti delle 15 discipline olimpiche
Esaminiamo assieme gli aspetti salienti degli sport che coinvolgeranno 2.925 atleti in rappresentanza di 92 Paesi. Dal biathlon al bob, dallo sci alpino al curling, dallo snowboard allo sci di fondo
Giochi nel segno della pace: stretta di mano tra le due Coree
Giochi nel segno della pace: stretta di mano tra le due Coree
I due Paesi hanno sfilato assieme nello Stadium di PyeongChang. Alla cerimonia di inaugurazione a farla da padrone è stato soprattutto il freddo polare (-10° C). Era da Torino 2006 gli italiani non avevano una selezione così nutrita
Russi a casa, respinto il ricorso dal Tribunale arbitrale dello sport
Russi a casa, respinto il ricorso dal Tribunale arbitrale dello sport
La sessione speciale del Tribunale arbitrale dello sport ha respinto il ricorso presentato dai 45 atleti e 2 tecnici decisa in seguito allo scandalo doping della nazionale russa ai Giochi di Sochi del 2014
Giorno per giorno, sono tante le speranze azzurre
Giorno per giorno, sono tante le speranze azzurre
Le chances di salire sul podio sono decisamente superiori a quelle delle passate due edizioni dei Giochi: da Federica Brignone e Sofia Goggia a Federico Pellegrino, da Michela Moioli alla veterana Arianna Fontana