L'ombra di Hamer sulla morte di Eleonora

| Condannati i genitori seguaci del medico tedesco poi radiato che curava i tumori con vitamine, cortisone e sedute psichiatriche. Iniezioni di acqua di mare al posto della chemio. La madre: "Rifarei tutto"

+ Miei preferiti

MARIA LOPEZ

“Eleonora non ha mai avuto modo di costruirsi una libertà di scelta perché ‘plagiata’, soprattutto dal padre, che decideva ogni terapia, precludendole l’unica che avrebbe potuto salvarla. Fino a pochi giorni prima di morire, era convinta di guarire, di compiere i 18 anni e andare in vacanza al mare’”. Fu curata anche con iniezioni di acqua di mare e un mix di vitamine, più dosi massicce di cortisone. “Eleonora si sentiva nelle mani del padre, che decideva ogni terapia, precludendole l’unica che le avrebbe potuto salvare la vita”. Così il pm nel processo ai genitori per omicidio colposo.

Eleonora Bottaro era una ragazza di Padova, morta il 29 agosto 2016 in una clinica svizzera. A 17 anni aveva rifiutato la chemioterapia per curare una grave forma di leucemia linfoblastica acuta, seguendo invece le convinzioni dei genitori, sostenitori del “metodo Hamer”. E ora condannati in appello a 2 anni “per averla manipolata”. Colpevoli per “non aver dato alla figlia gli strumenti per fare una scelta libera, colpevoli di averla manipolata facendola aderire alla propria convinzione che dal tumore si guarisce anche senza chemioterapia, colpevoli di essersi frapposti sempre tra lei e i medici impedendole di avere un quadro completo della malattia”. Una famiglia provata dal dolore. Pochi anni prima un altro figlio pera morto per un arresto cardiaco in giovane età. La madre ha dichiarato: “Rispondo solo alla giustizia divina, non sono pentita di nulla, rifarei tutto, solo noi sappiamo come ha sofferto Eleonora”.

Sin qui la notizia. Ma il problema vero che il defunto ex medico Hamer ha lasciato alle sue spalle una folla di seguaci, compresi alcuni medici, e una scia di lutti forse evitabili. Ma così il metodo Hamer? Ryke Geerd Hamer, il medico tedesco radiato curava i tumori con vitamine, cortisone e psicoterapia. Riteneva cioè che l’origine dei tumore possa nascere da un calo delle difese immunitarie provocato da una crisi mentale, da forme depressive. Ma zero basi scientifiche, né si conoscono i risultati globali di un sistema di cure che ha generato una catena di lutti. Dopo la morte del figlio Dirk, ucciso nel 1978 da un colpo sparato da Vittorio Emanuele di Savoia durante una lite all’isola di Cavallo, Hamer, colpito da un tumore del testicolo, né attribuì l’origine al dolore causatogli dalla tragedia. Hamer, deceduto nel 2017, sosteneva che alla base della malattia “ci siano squilibri psichici causati da traumi improvvisi e drammatici che portano a conflitti biologici, a loro volta precursori del cancro”. Molti oncologi e chirurghi ritengono questa ipotesi, non dimostrabile scientificamente, in qualche modo credibile ma è sulle terapie che il solco tra medicina ufficiale e seguaci di Hamer si fa incolmabile. I tumori si curerebbero pertanto “risolvendo il conflitto che li ha provocati”. Il virologo Roberto Burioni è convinto che sia ‘una barbarie lasciare i genitori a giocare alla roulette russa con la salute dei figli’. 

Raffaella Giacomin, legale della famiglia prima si presentare appello aspetta di leggere le motivazioni “per capire il percorso logico-giuridico che ha portato a questa sentenza che ricordo è diversa da quella di primo grado anche perché in tutto il processo non è stato portato alcun nuovo elemento. In ogni caso, interporremo appello".

 
Oltre la notizia
Colpo di scena al processo Macchi
Colpo di scena al processo Macchi
L’avvocato di parte civile chiede la ricusazione del collegio giudicante per “manifesta anticipazione del giudizio”
Toffa-haters: "Che due c... per la pubblicità di un tumore"
Toffa-haters: "Che due c... per la pubblicità di un tumore"
Alex Fodde, l'ultimo emulo di Carlo Ponzi
Alex Fodde, l
Il 28enne svizzero-sardo è riuscito a convincere decine di risparmiatori italiani ad affidargli somme ingenti in cambio di interessi stratosferici. E' stato arrestato, dei 3 milioni e mezzo incassati ritrovate solo le briciole
Eutanasia, l'ora dei depressi 'suicidati'
Eutanasia, l
Il caso di Noa, la 17enne, morta suicida in Olanda, depressa per le violenze subite nell'infanzia non è il solo. In Italia Lucio Magri andò in Svizzera per morire. E a marzo una 47enne catanese ha fatto la stesso. Ma c'è un'inchiesta
era così una 'brava persona''>L'ingegnere-travet-killer
era così una 'brava persona'
Lera così una 'brava persona'' class='article_img2'>
DeWayne Craddock, dirigente comunale di Virginia Beach che ha ucciso 12 persone, pochi minuti prima della strage ha incontrato nel bagno un collega. "Come va?", "Bene", ha risposto. I familiari del killer: "Preghiamo per le vittime"
Strage di Bologna, la verità è ancora lontana
Strage di Bologna, la verità è ancora lontana
L'ex Nar Paolo Bellini, prosciolto nel '92, forse era nella stazione. Il frammento di un film lo inquadrerebbe nell'atrio dopo lo scoppio. Il ruolo di Gilberto Cavallini. Esumato il corpo della vittima più vicina all'esplosione
Quei genitori che uccidono i figli/2
Quei genitori che uccidono i figli/2
A Sheffield, UK, una 34enne ha ucciso i figli di 13 e 14 anni. A Novara, Italia, la madre accusa il compagno: "Non ho ucciso io Leonardo"
Spionaggio o giornalismo? Assange alla sbarra
Spionaggio o giornalismo? Assange alla sbarra
Il fondatore di Wikileaks ha diffuso per anni files segreti dei governi occidentali violando i sistemi informatici del Pentagono o utilizzando materiale avuto da "traditori" come Manning. Rischia in Usa 175 anni di cella
Padri e madri che uccidono i figli
Padri e madri che uccidono i figli
Il caso di Milano non è isolato, i delitti in famiglia sono in aumento in Italia e nel mondo. Per i più disparati motivi
Omicidio Biagi, brigatista presto libero
Omicidio Biagi, brigatista presto libero
Simone Boccacini, mai pentito né dissociato, fu condannato a 21 anni per gli omicidi Biagi e D'antona. Ridotta la pena di 10 mesi, presto potrà accedere alle misure alternative. Il figlio del professore: "Un grave errore"