La gang della Lanterna Blu: 'Ciao assassino come stai?'

| Intercettati e poi arrestati per decine di furti di catenine, i 7 ragazzi di Modena e dintorni scherzavano sui morti che avevano causato spruzzando gas nel locale gremito. L'incontro con Sfera Ebbasta e il colpo a Disneyland France

+ Miei preferiti
Di Alberto C.Ferro

“Uè assassino come stai?”. “Ciao assassino di merda”. Ma anche”: “Mammia mia, sono morti….vabbè... è andata…”. Le banda (nella foto tre dei sette in carcere) di Corinaldo, sui sei morti, cinque ragazzini e una 39enne, ci scherzavano pure su, al telefono che non sapevano fosse intercettato. All’autogrill avevano incrociato il rapper Sfera Ebbasta, in un tripudio di selfie. Lui ora si dice "disgustato". Unico rammarico, nel caos del gas avrebbero potuto rubargli la collana d’oro. Si chiamano Ugo, Andrea, Moez, Raffaele, Souhaib, Badr ed Eros. Età, tra i 22 anni e i 19. Idem le ragazze della gang, che fanno da autiste e da esca nelle notti dedicate alle rapine in serie di catenine, orologi, telefoni dopo avere irrorato le sale di spray al peperoncino per corprirsi la fuga. I “disturbatori” puntano la vittima mentre balla, fingendo di usare il cellulare per i soliti selfie e video. Un altro strappa i gioielli e ruba il resto. Poi il gas (“Quanto gas gli abbiamo dato!!, commenta soddisfatto uno dopo la tragica notte a Corinaldo). Un 50enne svolge il ruolo di finto genitore. Dal 20 ottobre del 2018 al 20 luglio del 2019, 95 raid in tutta Italia, colpiti anche locali stranoti come l’Hollywood, l’Alcatraz di Milano e lo Spazio 900 di Roma. Spesso al seguito degli ignari Sfera Ebbasta, Gabry Ponte e Achille Lauro. Alla Lanterna Azzurra tra il 7 e l’8 dicembre scorso, con l’esca di Sfera Ebbasta,  erano in 7, i modenesi (risiedono tra San Prospero, Bomporto, San Cesario sul Panaro), poi la refurtiva venduta ai “compro-oro” ricettatori. In manette Ugo Di Puorto, Raffaele Mormone, Badr Amouyah, Andrea Cavallari, Moez Akari e Souaid Haddada e Andrea Balugani, 65 anni. Eros Amoruso, 21, ha evitato la galera perché il 25 aprile è morto in incidente stradale. Tutti accusati di associazione a delinquere, omicidio preterintenzionale, lesioni gravi e rapina. Nella discoteca di Corinaldo 6 morti e 196 feriti. Il raid inizia quando mancano pochi minuti prima delle 24. Dentro mille persone. Cinque rapine in poco più di 20 minuti, un ragazzo li individua e parte il gas, per consentire la fuga. "Zio, sei il re del gas…”. Ma Di Puorto lascia cadere la bomboletta terra. Qui la trovano i carabinieri del Ris. C’è impresso il suo DNA. Pochi mesi prima erano stati fermati 5 ragazzi per un furto di catenine. Tra loro Di Puorto, a cui era stato prelevato un campione di saliva per trarne il DNA. Il gioco è facile, a questo punto. Individuati i telefonini e le auto, poi la mappa dei nomi. Incrociando i tabulati, emerge che erano tutti a Corinaldo la sera della tragedia. Non si accorgono di nulla. Vanno a fare un colpo anche a “Disneyland”, in Francia. Spuntano dal nulla altri 37 furti, tutti filati via lisci come l’olio. In tasca, migliaia di euro, da spendere in cocaina, auto e divertimenti. Ragazze comprese.

Oltre la notizia
Agenti uccisi a Trieste, l’ora dei veleni
Agenti uccisi a Trieste, l’ora dei veleni
In un copione tipicamente italiano, una tragedia finisce per trasformarsi in accuse, male parole e polemiche. Ricostruita con chiarezza la vicenda e smentita una notizia: l’uccisore non ha problemi mentali. Era lucidissimo
I due agenti avevano
problemi con le fondine?
I due agenti avevano<br>problemi con le fondine?
È la prima ipotesi sulla possibile dinamica scaturita nella sparatoria che ieri pomeriggio, all'interno della Questura di Trieste, è costata la vita agli agenti Pierluigi Rotta, 34 anni, e Matteo De Menego, di 30
Thomas Cook e la fenomenologia del turismo
Thomas Cook e la fenomenologia del turismo
Un’analisi sul fenomeno del turismo di massa, ormai considerato quasi un allarme da diverse località. In mezzo il tramonto delle agenzie di viaggio e l’avanzare del web per prenotare ogni cosa
Malati-cavie di Alzheimer e Parkinson
Malati-cavie di Alzheimer e Parkinson
Si allarga lo scandalo delle sperimentazioni illegali a base di melatonina in Francia. Sotto accusa il Fonds Josefa. La magistratura apre un'inchiesta. Quanti altri casi simili? Malati "curato" con cerotti, poi le analisi del sangue
Ombre su Hansel&Gretel: iI soldi facili e i falsi disegni
Ombre su Hansel&Gretel: iI soldi facili e i falsi disegni
Il pm di Reggio Emilia ha ricostruito con i carabinieri ogni passaggio di una scandalo senza nome. Disegni dei bambini falsificati per dimostrare gli abusi subiti e l'uso (sbagliato) della "macchinetta dei ricordi"
Il cupo mistero di Bibbiano, più DEMONI che ANGELI
Il cupo mistero di Bibbiano, più DEMONI che ANGELI
Di Maio aveva messo sotto accusa il PD ritenendolo responsabile dei (presunti) orrori degli affidamenti dei minori in Emilia. Mai i giudici hanno respinto questa tesi: "le responsabilità sono solo individuali". Come va l'inchiesta. Video
Bossetti è Ignoto1, il killer di Yara
ma ancora c'è chi non lo crede
Bossetti è Ignoto1, il killer di Yara<br>ma ancora c
Il Dna del muratore di Mapello era sui vestiti e gli indumenti di Yara Gambirasio, la ragazzina uccisa nel 2011 ma torna alla ribalta la storia della colf della famiglia, legata all'autista Giuseppe Guerinoni, padre naturale del killer
Sabrina e Cosima: 'L'Europa ci aiuti'
Sabrina e Cosima:
Madre e figlia condannate all'ergastolo non si rassegnano. Imminente l'esito del ricorso alla Corte di Strasburgo. L'avvocato Coppi: "Sabrina è innocente, in carcere da 10 anni. E' il mio tormento"
Investiti e uccisi, il mistero del lunotto infranto
Investiti e uccisi, il mistero del lunotto infranto
Potrebbero spuntare altri indagati nelle indagini su Matteo Scapin, il 33enne che alla guida della sua Mini ha tamponato la Vespa con a bordo Luca Carissimi e Matteo Rossi. Chi ha distrutto il vetro? Ieri funerali con migliaia di persone
Colpo di scena al processo Macchi
Colpo di scena al processo Macchi
L’avvocato di parte civile chiede la ricusazione del collegio giudicante per “manifesta anticipazione del giudizio”