Salvini è sessista, replica: 'Vada sulle Ong'

| Feroce polemica tra il sottosegretario grillino Spadafora e Matteo Salvini, a proposito di Carola. Di Maio: "Tanto casino per un'intervista"

+ Miei preferiti

Vincenzo Spadafora (nella foto), sottosegretario pentastellato alla Presidenza del Consiglio con delega alle Pari opportunità, denuncia la "pericolosa deriva sessista": "Come facciamo a contrastare la violenza sulle donne, se gli insulti alle donne arrivano proprio dalla politica, anzi dai suoi esponenti più importanti?”. E cita il leader leghista come “esempio di violenza verbale nei confronti delle donne, in particolare con gli attacchi verbali alla capitana Carola definita criminale, pirata, sbruffoncella, viziata tedesca. Parole che hanno aperto la scia dell'odio maschilista contro Carola, con insulti dilagati per giorni e giorni sui social”. E sul tema immigrazione, Spadafora se la prende ancora con Salvini: "Le donne migranti sono vittime tra le vittime. E il decreto sicurezza peggiorerà ancora di più la loro condizione di vulnerabilità. Il ministro dell'Interno le sta lasciando senza più supporti, siamo di fronte ad una tragedia che ha la firma della Lega".

La replica del ministro dell’Interno: "Cosa sta a fare Spadafora al governo con un pericoloso maschilista? Se pensa che sono così brutto e cattivo, fossi in lui mi dimetterei e farei altro, ci sono delle Ong che lo aspettano”. Il capogruppo della Lega alla Camera, Riccardo Molinari: "La gravità delle parole del Sottosegretario Spadafora nei confronti del Ministro Salvini è sotto gli occhi di tutti. Si può anche dissentire dal pensiero di un membro del Governo di cui si fa parte, ma c'è modo e modo e a tutto, comunque, c'è sempre un limite. Delle due l'una: Spadafora si scusi subito o si dimetta".

il vicepremier Luigi di Maio, prova a cambiare discorso: ”Quanto casino per un'intervista, ma è possibile che ora il problema di questo Paese debba diventare una intervista? Pensiamo a lavorare piuttosto visto che i risultati ci sono. Sono già partiti quasi tutti gli appalti, il 96%, dei 400 milioni stanziati per i Comuni. Questi sono temi di cui deve parlare il governo e che ci rendono orgogliosi. Quindi lavoriamo e andiamo avanti".

 

Politica
Il mondo voluto da Donald Trump
Il mondo voluto da Donald Trump
Un’analisi sui rapporti, le visioni e le pretese del presidente americano sui temi più importanti che ha affrontato nei suoi quattro anni alla Casa Bianca. L’immagine vigorosa dell’America è in netto calo ovunque
Pence VS Harris, è l’ora dei vice
Pence VS Harris, è l’ora dei vice
Grande attesa per il dibattito dei due candidati alla vicepresidenza, uno scontro fra personaggi diversi, con caratteri forti e l’obbligo di essere più concreti dei loro capi
Europa e Stati Uniti, storia di un amore finito
Europa e Stati Uniti, storia di un amore finito
Trump e i suoi ambasciatori stanno sgretolando la fiducia dell’Europa verso gli Stati Uniti, ormai considerati un partner inaffidabile. Un danno che potrebbe essere irreparabile
Referendum e regionali, cosa dicono all’estero
Referendum e regionali, cosa dicono all’estero
I media internazionali, più che dare spazio agli esiti del referendum, analizzano la sconfitta di Salvini e l’exploit di Zaia. Il governo Conte, secondo gli esperti, ne esce rafforzato
Kamala Harris, la donna che ha sempre lottato
Kamala Harris, la donna che ha sempre lottato
Nel suo primo discorso dopo l’investitura alla possibile vicepresidenza, l’ex procuratore ha tuonato contro Trump ricordando la vita difficile di Biden, “un uomo che pensa prima agli altri che a se stesso, l’esatto contrario del presidente”
Fuochi di rivolta, sanzioni e dimissioni
Fuochi di rivolta, sanzioni e dimissioni
Le tensioni dopo la firma dell’Autonomy Act su Hong Kong da parte di Trump, le dimissioni del premier tunisino e la crisi del governo, contestazioni e manifestazioni contro Putin in Russia: un luglio caldo per la politica internazionale
USA-UE, storia di un rapporto in crisi
USA-UE, storia di un rapporto in crisi
Le crepe dell’alleanza transatlantica diventano sempre più evidenti: il calo di interesse americano verso l’Europa era iniziato con Obama, ma si è addirittura incattivito con Trump
Donald all’angolo
Donald all’angolo
Dopo la rivolta dei generali e del Pentagono, il presidente alle prese con l’inizio dello sbriciolamento nelle file dei Repubblicani, con molti dei “suoi” alleati di partito pronti a girargli le spalle
Dove governano le donne, il virus non è un problema
Dove governano le donne, il virus non è un problema
Alcune delle poche donne premier al mondo stanno facendo un lavoro egregio nella gestione della pandemia. Gli esempi di Taiwan, Germania e Nuova Zelanda, ma anche i più madornali errori di loro colleghi uomini
La scommessa dello zar Vladimir
La scommessa dello zar Vladimir
Putin sfrutta la pandemia per acquistare credibilità sia in patria sia a livello internazionale per ricoprire un ruolo da protagonista – se sarà rieletto – nel prossimo scenario globale. E se i suoi scienziati trovassero il vaccino…