Trump, la strada verso l段mpeachment

| Lo scandalo delle richieste sul figlio di Biden fatte al presidente ucraino sta costringendo i Democratici ad affrontare il percorso difficile e tortuoso della messa in stato d誕ccusa

+ Miei preferiti
Tanti “Se” infiammano la politica americana ad una manciata di mesi dalla nuova tornata elettorale. “Se” Trump ha realmente fatto pressioni sull’Ucraina chiedendo di indagare su Hunter, il figlio di Joe Biden, il suo potenziale avversario dem alle elezioni? E “Se” per farlo avesse usato come moneta di scambio la promessa di un pacchetto di 250 milioni di dollari di aiuti militari statunitensi?

L’ultimo “Se” è lo scenario peggiore: secondo i sostenitori del presidente non esistono prove, ma “se” fosse confermato che Trump ha usato il proprio potere per influenzare le elezioni statunitensi attraverso un leader straniero, la situazione potrebbe precipitare nella peggiore crisi di una presidenza che sarà ricordata a lungo.

Si creerebbe l’inquietante fotografia della squadra di Trump, che secondo il rapporto Mueller avrebbe beneficiato dell’ingerenza elettorale russa nel 2016, al lavoro per rifare la stessa cosa con quelle del 2020.

Una possibilità che è suonata come un campanello d’allarme per i Dem, che sembrano sempre più avviarsi sulla pericolosa strada della richiesta di impeachment. A confermare quella che sembra una scelta ormai obbligata è stato un eufemismo del presidente della House Intelligence Committee Adam Schiff: “La storia della presidenza di Trump potrebbe aver attraversato il Rubicone”. Posizione confermata anche dalla Presidente della Camera Nancy Pelosi, finora restia a seguire la strada dell’impeachment, ma convinta che “”gli eventi potrebbero richiedere una nuova fase di indagine dagli esisti inquietanti”.

Per la legge, i presidenti sono chiamati ad anteporre i loro interessi personali a quello nazionale, evitando di usare il proprio potere per vendette politiche o per sovvertire i principi della democrazia statunitense. La storia dell’Ucraina è significativa perché potenzialmente potrebbe sfociare in un territorio costituzionale gravissimo di abuso del potere presidenziale.

Ovviamente, Trump e la sua squadra governativa si oppongono con forza all’idea di rendere pubbliche le trascrizioni delle sue conversazioni con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Lo fanno usando il consueto copione che parla di cospirazioni e fake news. Trump insiste, assicurando che non c’è “assolutamente nulla di sbagliato” nella chiamata con il presidente ucraino. Ma come osservano gli analisti politici, dà spesso l’impressione di essere convinto che su di lui non esistano norme sui limiti di potere. Nel luglio scorso, commettendo un errore grossolano, aveva dichiarato che l’articolo 2 della Costituzione “mi permette di fare quello che voglio”.

Eppure, finora, nulla è riuscito a farlo cadere, neanche il Russiagate, il comportamento offensivo nei confronti del defunto senatore John McCain e i pagamenti alle donne che sostengono di aver avuto rapporti con lui.

Per reagire, i luogotenenti di Trump hanno dato vita all’offensiva partecipando a diversi talk show. Il segretario di Stato Mike Pompeo ha rincarato la dose verso Biden: “Penso sia necessario andare a fondo della questione, e capire se realmente il Vice Presidente Biden abbia protetto il figlio comportandosi in modo inappropriato”.

Biden, nel frattempo, ha trascorso il fine settimana cercando di trasformare lo scandalo in un vantaggio: “Trump sta facendo tutto questo perché sa che lo batterò come un tamburo: sta usando l’abuso di potere per fermarmi, ma non ci riuscirà”.

Politica
Ava, la candidata che mancava
Ava, la candidata che mancava
Starlet croata passata dai paginoni centrali di Playboy, Ava Karabatic ha deciso di candidarsi come indipendente alle presidenziali del 2020. Il suo programma semplice: sesso e marijuana per tutti
Gli amici di Di Maio-Di Battista sfasciano tutto
Gli amici di Di Maio-Di Battista sfasciano tutto
Tornano in piazza i Gilet Gialli e mettono a ferro e fuoco il centro di Parigi. Volto mascherato e barricate. Chiudono musei e le zone centrali pi freqeuntate. 65 i fermi. Macron "Dialogo s' ma basta violenze"
"Non vi fidate dei Dem, sono i pi pericolosi..."
"Non vi fidate dei Dem, sono i pi pericolosi..."
In un lungo post, Alessandro Di Battista, l'anima pop dei grillini, m attacca ad alzo zero l'alleanza giallo-rossa. Dice di non volere destabilizzare il governo ma molti attivisti sono gi con lui
Germania: un neonazista eletto all置nanimit
Germania: un neonazista eletto all置nanimit
Stefan Jagsch, militante del partito di estrema destra NPD, nominato presidente del consiglio comunale di un comune dell但ssia. La furiosa reazione di Berlino
Trump potrebbe non ricandidarsi?
Trump potrebbe non ricandidarsi?
ネ un誕nalisi fatta da alcuni commentatori politici vicini alla Casa Bianca: il presidente sarebbe stanco e nauseato dall弾sperienza politica, oltre a temere la sconfitta e l段mpechment
"Le 10 Fake News contro Rousseau"
"Le 10 Fake News contro Rousseau"
Il blog M5s risponde alle accuse mosse da pi media sulla piattaforma Rousseau in vista della consultazione sul governo giallo rosso
Rousseau, i dati, i numeri, il potere e il si/no ai giallo-rossi
Rousseau, i dati, i numeri, il potere e il si/no ai giallo-rossi
Salvini sessista, replica: 'Vada sulle Ong'
Salvini  sessista, replica:
Feroce polemica tra il sottosegretario grillino Spadafora e Matteo Salvini, a proposito di Carola. Di Maio: "Tanto casino per un'intervista"
La protesta del milkshake
La protesta del milkshake
Il frapp ha sostituito le uova nelle proteste degli inglesi contro la propria classe politica: fra i pi colpiti i rappresentanti dell弾strema destra e quelli favorevoli alla Brexit
Ruba un panino, parlamentare si dimette
Ruba un panino, parlamentare si dimette
Lo sloveno Darij Krajcic, 54 anni, centro sinistra, si giustifica: "E' stato un esperimento per testare la sicurezza del market". Il furto in pausa pranzo. Costretto alle dimissioni. I social: "Ladro"