Che la I-Pace sia con voi

| Il primo crossover full electric Jaguar, un concentrato di tecnologie avveniristiche e sistemi nati da algoritmi complicati che consentono di vivere nel presente un’auto totalmente proiettata nel futuro

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
“Mentre gli altri parlano di futuro, noi lo costruiamo. Per la I-Pace abbiamo infranto tutte le regole: l’assenza di emissioni, di particolato e di CO2, ci consente di avvicinarci al futuro che vogliamo, sicuro, pulito e sostenibile”. Parole e opere di Ralf Speth, CEO di Jaguar Land Rover, pronunciate di fronte alla nuova creatura di Solihull, la “I-Pace”. È un po’ il futuro che diventa per tutti, o quasi, visti gli 80mila euro di partenza, ma comunque vada il sintomo più evidente di un domani diventato oggi che manda in frantumi uno dopo l’altro tutti i tabù automobilistici.

La I-Pace è stata fortemente voluta, partendo dal foglio bianco per arrivare al concept e quindi al modello definitivo, quello già ordinabile. In mezzo, un processo lunghissimo di affinamento, fatto di soluzioni tecniche che faranno scuola, a cominciare dall’autonomia concessa dalla batteria da 90 kWh agli ioni di litio, ormai poco distante dai 500 km di percorrenza, con tempi di ricarica di 45 minuti per l’80% con corrente continua da 100 kW e 10 ore con wall box domestico da 7 kW. Un sistema garantito per 160mila km, con funzionalità assicurata fino a -40° grazie alla pompa di calore che tiene caldi gli accumulatori.

Ma il vero cuore dell’operazione batte da altre parti: nei due motori elettrici sincroni a magneti permanenti montati sui due assi, che donano la trazione integrale, capaci di sviluppare un totale di 400 CV e 696 Nm di coppia disponibili al momento, per toccare i 100 km/h in 4,8 secondi e raggiungere i 200 di velocità massima.

Il suv, o crossover, Jaguar - lungo 4,68 m, larga 1,85 e alto 1,56, con capacità del bagagliaio da 656 a 1.453 litri - è un mezzo miracolo di design e tecnologia, visto che ogni passaggio della progettualità, compreso il design, nasce per massimizzare e amplificare le potenzialità dell’elettrico. L’architettura in alluminio accoglie al centro la batteria, distribuendo in modo perfetto i pesi, oltre ad abbassare il baricentro di 130 mm rispetto alla F-Pace. Ma nel conteggio sono da includere il cofano ribassato, la linea del tetto spiovente e il posteriore tronco.

Quindi i debutti, tanti: la tecnologia “Matrix” a Led per i fari a doppia J, il sistema che permette di selezionare la frenata rigenerativa, l’infotainment “Jaguar Touch Pro Duo” che riunisce schermi, sensori e comandi a sfioramento rendendo tutto più semplice e intuitivo. Ancora l’head-up display con tecnologia “Smart Setting”, un’intelligenza artificiale che impara abitudini, stili e preferenze di chi guida, e l’Alexa Skill, un assistente virtuale (creato da Amazon) che consente di dialogare con la I-Pace, verificare il livello di carica, l’autonomia residua, pre-condizionare la batteria, riscaldare l’abitacolo prima di salire a bordo e calcolare la destinazione verificando i punti di ricarica. Un sistema costantemente connesso che permette anche agli occupanti di navigare in wifi 4G e ricaricare i device. Per finire con le attenzioni che neanche una moglie premurosa, come l’Intelligent Phone Reminder, che avvisa il guidatore se dimentica lo smartphone sull’auto o il “Predictive Call List” che su richiesta suggerisce i contatti chiamati con frequenza.

In opzione le sospensioni pneumatiche con “Adaptive Dynamics” e il tetto panoramico full size con filtro per la luce a infrarossi.

 

La scheda tecnica

Configurazione: 2 motori elettrici sincroni a magneti permanenti

Potenza: 200 CV (147 kW)

Coppia max: 696 Nm

Trasmissione: trazione integrale elettrica

Batteria: 90 kW agli ioni di litio

Freni: anteriori 350 mm, posteriori 325 mm

Peso in ordine di marcia: 2.208 kg

Velocità max: 200 km/h

Autonomia: 480 km

Video
Galleria fotografica
Che la I-Pace sia con voi - immagine 1
Che la I-Pace sia con voi - immagine 2
Che la I-Pace sia con voi - immagine 3
Che la I-Pace sia con voi - immagine 4
Che la I-Pace sia con voi - immagine 5
Che la I-Pace sia con voi - immagine 6
Che la I-Pace sia con voi - immagine 7
Red Carpet
Il diavolo veste Dodge
Il diavolo veste Dodge
Debutta sul mercato americano l’infernale Challenger SRT Hellcat Redeye, un mostro da 797 CV che macina 327 km/h
Maserati Ghibli Ribelle: black si back
Maserati Ghibli Ribelle: black si back
Edizione limitata 200 esemplari, caratterizzata da una speciale vernice nero micalizzata e finiture specifiche
Addio al Maggiolino Volkswagen
Addio al Maggiolino Volkswagen
La data ultima è luglio 2019: in attesa dell’uscita di scena, arrivano due limited edition
Mercedes GLE, dancing queen
Mercedes GLE, dancing queen
La regina dei Suv di taglia XXL vuole riprendersi lo scettro: elegante, muscolosa, tecnologicamente avanzatissima, ha il carattere della vera ammiraglia
“Futurista”: the Lancia Delta reloaded
“Futurista”: the Lancia Delta reloaded
Venti esemplari a 300mila euro ciascuno: è l’unico limite di un’idea della Automobili Amos, azienda che ha voluto ridare la passerella alla leggenda dei Rally
Bugatti Divo, il jet stradale
Bugatti Divo, il jet stradale
I 1.500 CV spremuti dal W16 quadriturbo da 8.000 cc permettono di toccare i 380 km/h. Peccato che per averla sarebbero serviti almeno cinque milioni di euro
Renault Arkana, il suv sposa il coupé
Renault Arkana, il suv sposa il coupé
Presentato in queste ore al Mias di Mosca, fa parte dell’offensiva per conquistare il ghiotto mercato russo, ma è probabilmente destinato ad arrivare ovunque
Audi Q3, la piccola è cresciuta
Audi Q3, la piccola è cresciuta
Dalle misure alle dotazioni, dal lusso alla tecnologia, l’urban suv della dinastia “Q” non ha più nulla da invidiare alle sorelle maggiori
Porsche Macan 2019: stay connected
Porsche Macan 2019: stay connected
Restyling pesante per il piccolo Suv made in Stoccarda, sempre più sofisticato, lussuoso, connesso e disposto ad assistere e aiutare chi guida
Master and commander
Master and commander
Il ritorno della BMW Serie 8, icona assoluta degli anni Novanta diventata una GT dai raffinati piaceri tecnologici