Porsche 911 GT3 RS: il massimo dell’aspirazione

| Ha le corse nel Dna, il raffinato restyling dell’ultima creazione partorita dalla divisione motorsport di Porsche. Oltre alla potenza del 3.9 litri con 520 CV, anche un paio di pack per renderla pronta alle piste

+ Miei preferiti
Di Germano Longo
Duecentomila euro tondi, più o meno, ma solo per iniziare, perché ci sono cose della vita in cui di limiti non bisogna porsene. Si può partire da qui, per raccontare la “Porsche 911 GT3 RS”, fresca di conio e appena rilasciata dai laboratori genetici di Zuffenhausen. Da qualche parte, malgrado non competano per la stessa categoria, si nasconde una repentina risposta all’arrivo della “Ferrari 488 Pista” appena svelata, scelta che ha probabilmente convinto i tedeschi a fare lo stesso, superando l’attesa del Salone di Ginevra.

Tanto non cambia molto: la nuova 911 GT3 RS è nata per rubare la scena a chiunque, anche quando si prova a filtrarla attraverso la freddezza dei numeri: motore boxer da 4.0 litri, 520 CV (20 in più di quella precedente), cambio a doppia frizione PDK a sette rapporti, classica trazione posteriore, 312 km/h di velocità massima, da 0 a 100 in 3,2 secondi.

Più grande, cara e potente del modello che sostituisce - e di cui rappresenta un restyling, per quanto profondo e di sostanza - la nuova sportivissima Porsche sbirciata sottopelle ha un nuovo telaio pensato per migliorare le dinamiche di guida, con asse posteriore sterzante e l’aggiunta di snodi sferici sui bracci delle sospensioni per migliorare aerodinamica e stabilità, a cui contribuiscono anche i cerchi in lega ultraleggera da 20” con pneumatici 265/35 all’anteriore e 325/30 dietro.

Il resto finisce alla voce “racing show”, ovvero la sofisticata arte di colorare con la bandiera a scacchi le fantasie di chiunque. Nelle officine motorsport di Weissach è tutto pensato per richiamare la pista, dai sedili in fibra di carbonio ai pannelli delle portiere alleggeriti all’alettone fisso posteriore, sempre in carbonio.

Per personalizzarla, perché questo è il secondo piacere, è pronto il “Clubsport”, un pack incredibilmente compreso nel prezzo che aggiunge piaceri negati ai normali automobilisti, come l’interruttore che scollega la batteria, roll-bar, estintore manuale e cinture di sicurezza a sei punti di ancoraggio. Con 15mila euro in più, al contrario, si accede alle squisitezze del pacchetto “Weissach”, che grazie alla magia della fibra di carbonio riduce ancora il peso, portandolo a 1.430 kg.

Video
Galleria fotografica
Porsche 911 GT3 RS: il massimo dell’aspirazione - immagine 1
Porsche 911 GT3 RS: il massimo dell’aspirazione - immagine 2
Porsche 911 GT3 RS: il massimo dell’aspirazione - immagine 3
Porsche 911 GT3 RS: il massimo dell’aspirazione - immagine 4
Porsche 911 GT3 RS: il massimo dell’aspirazione - immagine 5
Porsche 911 GT3 RS: il massimo dell’aspirazione - immagine 6
Porsche 911 GT3 RS: il massimo dell’aspirazione - immagine 7
Porsche 911 GT3 RS: il massimo dell’aspirazione - immagine 8
Porsche 911 GT3 RS: il massimo dell’aspirazione - immagine 9
Porsche 911 GT3 RS: il massimo dell’aspirazione - immagine 10
Red Carpet
Il diavolo veste Dodge
Il diavolo veste Dodge
Debutta sul mercato americano l’infernale Challenger SRT Hellcat Redeye, un mostro da 797 CV che macina 327 km/h
Maserati Ghibli Ribelle: black si back
Maserati Ghibli Ribelle: black si back
Edizione limitata 200 esemplari, caratterizzata da una speciale vernice nero micalizzata e finiture specifiche
Addio al Maggiolino Volkswagen
Addio al Maggiolino Volkswagen
La data ultima è luglio 2019: in attesa dell’uscita di scena, arrivano due limited edition
Mercedes GLE, dancing queen
Mercedes GLE, dancing queen
La regina dei Suv di taglia XXL vuole riprendersi lo scettro: elegante, muscolosa, tecnologicamente avanzatissima, ha il carattere della vera ammiraglia
“Futurista”: the Lancia Delta reloaded
“Futurista”: the Lancia Delta reloaded
Venti esemplari a 300mila euro ciascuno: è l’unico limite di un’idea della Automobili Amos, azienda che ha voluto ridare la passerella alla leggenda dei Rally
Bugatti Divo, il jet stradale
Bugatti Divo, il jet stradale
I 1.500 CV spremuti dal W16 quadriturbo da 8.000 cc permettono di toccare i 380 km/h. Peccato che per averla sarebbero serviti almeno cinque milioni di euro
Renault Arkana, il suv sposa il coupé
Renault Arkana, il suv sposa il coupé
Presentato in queste ore al Mias di Mosca, fa parte dell’offensiva per conquistare il ghiotto mercato russo, ma è probabilmente destinato ad arrivare ovunque
Audi Q3, la piccola è cresciuta
Audi Q3, la piccola è cresciuta
Dalle misure alle dotazioni, dal lusso alla tecnologia, l’urban suv della dinastia “Q” non ha più nulla da invidiare alle sorelle maggiori
Porsche Macan 2019: stay connected
Porsche Macan 2019: stay connected
Restyling pesante per il piccolo Suv made in Stoccarda, sempre più sofisticato, lussuoso, connesso e disposto ad assistere e aiutare chi guida
Master and commander
Master and commander
Il ritorno della BMW Serie 8, icona assoluta degli anni Novanta diventata una GT dai raffinati piaceri tecnologici