Nasce a Torino il Museo delle Religioni?

| In un momento storico fragilissimo a Torino si parla di Museo delle Religioni, un luogo di conoscenza, dialogo e pace. Intervista all’ideatore, l’avvocato Francesco Curto

+ Miei preferiti
Di Germana Zuffanti
Il 19 dicembre 2019, a Roma, al Palazzo Giustiniani, sede del Senato della Repubblica, si è tenuta la terza edizione della “International Religious Freedom Roundtable” italiana, organizzata dal Senatore Lucio Malan e dal Cesnur (Centro Studi sulle Nuove Religioni) del professor Massimo Introvigne.

All’incontro erano presenti rappresentanti delle diverse confessioni religiose attive sul territorio italiano, nonché esperti, sociologi e professori di diritto canonico ed ecclesiastico delle Università di Roma e Napoli.

La tavola rotonda è stata occasione di confronto sulle diverse problematiche inerenti la libertà religiosa in Italia e nel mondo, nonché, soprattutto, sulla necessità promuovere un dialogo costante di tipo interculturale ed interreligioso al fine di creare una società non conflittuale. Obiettivo principale è la formazione delle nuove generazioni verso una cultura di pace e la corretta veicolazione di informazioni legate alle confessioni religiose.

Tra le proposte avanzate è emersa quella dell’avvocato Francesco Curto (collaboratore del Cesnur, nonché fondatore del Comitato Fedinsieme, e creatore di diversi eventi volti al dialogo tra fedi differenti), ovvero quella di creare un luogo di condivisione, di coscienza e conoscenza nonché di confronto fra le varie confessioni religiose, per sensibilizzare le persone. Una sorta di museo per la conoscenza, il dialogo e la pace.

Di che progetto si tratta avvocato Curto?

È un progetto semplice ma molto ambizioso: la creazione di un luogo in cui ogni Religione del mondo abbia il proprio spazio, tanto per far conoscere correttamente la propria storia, la propria dottrina e i propri riti, quanto per dialogare con realtà e confessioni nate sotto altri cieli.

i potrebbe pensare a Torino come sede di un Museo delle Religioni, proprio per le sue caratteristiche di città multietnica aperta alla tolleranza ed all’integrazione?

Credo che Torino, proprio per le caratteristiche insite nel suo sviluppo di metropoli a misura d’uomo, sia la città ideale per la creazione di un luogo comune per le religioni del mondo. Torino è una città che permetterebbe ad un progetto di questo tipo di avere il risalto che merita. Lo dice la sua storia e lo raccontano gli abitanti, sempre più provenienti da ogni dove.

Per la realizzazione del progetto, il Cesnur si è detto disponibile a contribuire, donando 70.000 testi sul tema religioso (la più grande collezione d'Europa), per la creazione di una biblioteca interna. L’idea è di farne un luogo statico di raccolta di testi o dinamico di integrazione e partecipazione ad attività?

Se il Museo delle Religioni dev’essere un luogo di aggregazione, dialogo e condivisione, credo debba essere dinamico, con percorsi conoscitivi delle varie realtà religiose, di attività di promozione del dialogo interculturale ed interreligioso (in linea con quanto fatto sin ora con gli Eventi Spiritual: Spiritual Food, Spiritual Life, Spiritual Sound e Spiritual Touch), nonché di consultazione della biblioteca. Con 70.000 testi il Museo delle Religioni ospiterà una delle più grandi biblioteche del mondo sul tema religioso. Un bel punto di partenza, direi.

Dalla finanza islamica al Museo delle Religioni, pensa che Torino sia pronta? Avete già un progetto?

Se Torino con i suoi governanti deciderà di accogliere il progetto, sono certo che si realizzerà qualcosa di straordinario, utile per la creazione di una stabile cultura di pace. Lo posso dire con cognizione di causa: ho lavorato io stesso al progetto e ne ho visto le potenzialità. Per la città e la Regione sarà un vanto ospitare il Museo delle Religioni. Il progetto sarà presentato a breve, penso a febbraio”.

Galleria fotografica
Nasce a Torino il Museo delle Religioni? - immagine 1
Nasce a Torino il Museo delle Religioni? - immagine 2
Religione
L'inferno, spaventoso luogo di eterno supplizio
L
Anche oggi la Chiesa Cattolica ritiene l'Inferno il luogo dove sono destinati i peccatori e i traditori di un Dio misericordioso ma inflessibile. Il sito papaboys, per descriverlo, si affida alle visioni di S.Teresa D'Avila
"Niente donne all'Ultima Cena, così ha voluto Gesù"
"Niente donne all
Il commento del vescovo cileno Irarrazaval provoca polemiche tra i cattolici. Ha dato le dimissioni accettate da Francesco. Da poco nominato per migliorare l'immagine della Chiesa. Ma molti lo difendono
Francesco: 'McCarrick? Non ne sapevo nulla'
Francesco:
Il Pontefice rompe il silenzio sul caso dell'ex prelato USA accusato di pedofilia con un'intervista alla tv messicana. "Ho scelto la strada del silenzio, mi sono affidato ai giornalisti"
IL GENOCIDIO DEI CRISTIANI
La religione più perseguitata nel mondo
fedeli spazzati via dal Medio Oriente
IL GENOCIDIO DEI CRISTIANI<br>La religione più perseguitata nel mondo<br>fedeli spazzati via dal Medio Oriente
Un rapporto del vescovo Mountstephen denuncia le stragi dei cristiani nelle zone più povere del mondo. Comunità verso l'estinzione. Foreign Office: "Alla base i sensi di colpa dell'Occidente"
Scientology cerca Obi-One Kenoby
Scientology cerca Obi-One Kenoby
In un video trapelato chissà come, uno dei più importanti predicatori della chiesa americana spiega che il personaggio di Star Wars esiste ed è fra noi. Ma secondo un esperto, la chiesa sarebbe in crisi
Buddha Boy forse è un serial killer
Buddha Boy forse è un serial killer
Il leader spirituale Ram Bahadur Bomjan, 28 anni, accusato dalle famiglie di quattro devoti di "averli fatti sparire". Decine di denunce per aggressioni sessuali. Lui si difende: "Perseguitato per la mia religione"
"Mamma non deve purificarsi"
"Mamma non deve purificarsi"
Un 16enne ha ucciso un portavoce di Scientology nel tempio di Sydney, voleva impedire che la madre si sottoponesse al costoso "rito di purificazione". Gli adepti lo avevano bloccato, lui ha sgozzato un 24enne taiwanese
Scientology, ucciso un portavoce
Scientology, ucciso un portavoce
E' accaduto a Sidney, nella sede centrale australiana della chiesa di Hubbard. Arrestato un 16enne: ha colpito la vittima e un altro affiliato mentre lo accompagnavano fuori dal tempio. Ignoto il movente
Le donne violano il tempio e insidiano il Dio Ayappa
Le donne violano il tempio e insidiano il Dio Ayappa
Catena umana di donne lunga 620 km nel Kerala per conquistare la parità di genere anche in campo religioso. Gli Indù gridano al sacrilegio e scendono in strada per protestare. Scontri con la polizia.
"Chiesa in rivolta
contro il decreto Salvini"
"Chiesa in rivolta<br>contro il decreto Salvini"
Reportage CNN sui sacerdoti e sui media che invitano i cattolici alla disobbedienza civile contro una legge che rinnega i valori dell'accoglienza. Petizione con 60 mila firme. "E' incostituzionale"