Vado di fretta, solo un po' di tartufo

| Quando la realtà supera la fantasia, può succedere che nasca il primo fast food al mondo dedicato al tubero più prezioso. Con prezzi da pranzo veloce e sapori da ristorante stellato

+ Miei preferiti

Fast food e tartufo: due concetti totalmente all'antitesi uno dell'altro. Da una parte la cultura del cibo veloce che costringe ad adattarsi un po' verso gusti uniformati (e spesso poco salutari), dall'altra uno degli ingredienti più raffinati e costosi, territorio per lo più esclusivo dei locali di un certo livello. Metterli insieme, fast food e tartufo, è ribadire per l'ennesima volta che sacro e profano non andranno mai d'accordo, come l'acqua e l'olio.

Era così, fino a poco, pochissimo tempo fa, quando Giorgio Gaffi, esperto in materia di origini umbre e affari milanesi, ha deciso che anche l'ultimo tabù andava frantumato. La sua idea, così particolare da essere unica, si chiama "10 Grams", dieci grammi, ed è il primo fast food al mondo dedicato interamente al tartufo: ha aperto a Milano, in via Moscova angolo largo La Foppa (tutti i giorni dalle 11:30 alle 15 e dalle 18 alle 23:30).

Ma fra le pagine del menù, si nasconde la voglia di rendere democratico il frutto della terra più prezioso, calmando i prezzi fino al livello di poter concedere a chiunque un piatto a base di tartufo. 10 Grams, nasce con l'idea sacra del fast food: tavoli in legno e piatti di plastica, necessari per rispettare la velocità, ma con una qualità che - per stessa ammissione di Gaffi - vuole avvicinarsi quanto più possibile a quella dei ristoranti stellati. Se non è una rivoluzione, poco ci manca.

In più, perché le belle notizie sembrano non voler finire, le materie prime sono tutte freschissime, selezionate e rigorosamente scelte seguendo le cadenze stagionali dei raccolti di tutt'Italia: in autunno il bianco, in inverno il nero, bianchetto per la primavera e di nuovo nero d'estate.

I prezzi? Contenuti davvero, non c'è che dire: un uovo strapazzato con lamellata di tartufo nero a 6 euro (bianco a 8), tortino di patate con tartufo bianco a 12 euro e tajarin al nero a 10 (15 con il bianco).

Ristoranti
No grazie, niente stella
No grazie, niente stella
Da anni, Eo Yun-gwon, chef coreano che si è formato a Milano, tentava di rifiutare la celebre stella Michelin, ma continuava ad esserci. Così ha deciso di potare la faccenda in tribunale
I Bastianich scaricano Mario Batali
I Bastianich scaricano Mario Batali
La B&B Hospitality Group, società che possedeva decine di ristoranti in tutto il mondo è in crisi a causa delle accuse piovute sul nome dello chef, da diversi anni socio del celebre giudice di MasterChef
MasterChef Experience
MasterChef Experience
Apre a Dubai il primo ristorante ispirato al talent show culinario più celebre di tutti. Nel menù le migliori ricette dei vincitori di tutto il mondo
Andrea Larossa, l’autodidatta stellato
Andrea Larossa, l’autodidatta stellato
Ha osato aprire il suo ristorante ad Alba, dove gli stellati sono tanti, e ha dimostrato di avere ragione. Storia e passioni di un giovane e ambizioso chef stellato
Le stelle Michelin Italia 2020
Le stelle Michelin Italia 2020
33 novità su un totale di 374 ristoranti stellati: Milano trionfa con Enrico Bartolini, mentre Vissani ne perde una e grida alla congiura
Il ristorante dove (quasi sempre) sbagliano gli ordini
Il ristorante dove (quasi sempre) sbagliano gli ordini
Ha aperto a Tokyo da poco e si chiama proprio così, Restaurant of Mistakes Orders. Il motivo è semplice: tutto il personale è rappresentato da persone affette da deficit mentali
Il galateo a tavola all’estero
Il galateo a tavola all’estero
Ogni paese ha le proprie abitudini e magari considera sconveniente qualcosa che per altri, al contrario, è del tutto normale. "TheFork" ha stilato un piccolo vademecum per i vacanzieri
Jamie Oliver: un buco da 28 milioni di euro
Jamie Oliver: un buco da 28 milioni di euro
Sono i conti che circolano in questi giorni nel Regno Unito: lo chef costretto a mettere mano al proprio patrimonio per saldare dipendenti e creditori
Lavorare per Antonino
Lavorare per Antonino
Il celebre chef napoletano è alla ricerca di diverse figure professionali per i suoi locali. Il link per candidarsi
Noi due nel mondo (e a tavola)
Noi due nel mondo (e a tavola)
Guida pratica al gran figurone epocale per San Valentino: i ristorante “table for two”, dove celebrare l’amore da soli