Beyoncé e Jay-Z: fate come noi, diventate vegani

| La più celebre coppia di star della musica scende in campo invitando i fans alla conversione vegana: per garantirsi una vita in piena salute e aiutare il pianeta

+ Miei preferiti
Era il Natale del 2013, quando Beyoncé e Jay-Z annunciano al mondo che avrebbero sperimentato una dieta totalmente vegana. Il loro doveva essere un periodo sperimentale di 21 giorni, il tempo necessario perché un’azione diventi un’abitudine, dicono gli esperti, che li ha convinti a passare in modo definitivo all’alimentazione vegan.

E ora, per la prima volta, la coppia più glamour dello showbiz si lancia in un appello diretto ai milioni di fans che li seguono in tutto il mondo: “fate come noi, diventate vegani”. L’invito è di aderire al “Veganuary”, l’approccio dolce al vegan previsto per il mese di gennaio.

La notizia, ripresa dall’Indipendent, è una parte dalla decisione della coppia di scrivere e firmare la prefazione “The Greenprint: Plant-Based Diet, Best Body, Better World”, il nuovo libro di Marco Borges, guru americano dell’alimentazione che da decenni segue le diete di star e sportivi, fondatore della “22 Days Nutrition”.

Nella prefazione di Beyoncé e Jay-Z si legge: “Abbiamo sempre pensato a diete per la nostra salute: alcune funzionano, altre no. Non avevamo però mai pensato alla verità, e da quel momento per noi è diventata una missione condividere la verità e un giusto stile di vita con quante più persone possibili. Non potete neanche immaginare il grande impatto positivo che è possibile dare al mondo diventando vegani: dobbiamo farlo tutti, per la nostra salute e quella del pianeta. Se tutti diventassero vegani, sarebbe possibile risolvere immediatamente e per sempre il problema dell’effetto serra”.

Galleria fotografica
Beyoncé e Jay-Z: fate come noi, diventate vegani - immagine 1
Salute
Individuato un nuovo ceppo dell’Hiv
Individuato un nuovo ceppo dell’Hiv
Per la prima volta, in quasi due decenni, un team di scienziati ha individuato una nuova famiglia del virus. “Niente panico, ma la battaglia non è ancora vinta”, commentano gli esperti
Inghilterra, farmaci contro l’overdose distribuiti per strada
Inghilterra, farmaci contro l’overdose distribuiti per strada
I dati statistici di morti per droga sono così drammatici impietosi da aver convinto l’Inghilterra a varare una fase di test per la distribuzione per le strade di farmaci che contrastano l’overdose
Troppi neonati in crisi di astinenza da droghe
Troppi neonati in crisi di astinenza da droghe
Un fenomeno allarmante che fa registrare casi in tutta Italia, ma molto difficile da affrontare. Le stime della Società Italiana di Neonatologia
Johnson & Johnson ritira 33mila confezioni di talco
Johnson & Johnson ritira 33mila confezioni di talco
L’agenzia di controllo federale FDA ha accertato la presenza di amianto in una confezione di talco per bambini. L’indagine partita da 13mila denunce di consumatori
Nuova batosta per la Johnson & Johnson
Nuova batosta per la Johnson & Johnson
Dopo i 572 milioni pagati per la crisi degli oppiacei, un tribunale di Philadelphia ha condannato al pagamento di 8 miliardi di dollari ad un giovane a cui è cresciuto il seno per colpa di un farmaco
È esplosa la psicosi “ranitidina”
È esplosa la psicosi “ranitidina”
Il ritiro di alcuni farmaci in commercio e l’ordine dell’agenzia europea di verificare i contenuti di tutti quelli in vendita ha avuto un effetto dirompente, aumentato dalla presenza di falsi elenchi messi in rete
Crescono le vittime delle e-cig
Crescono le vittime delle e-cig
Nove morti e più di 500 fra malori e problemi respiratori, mentre gli esperti non riescono a individuare la sostanza che sta lentamente scatenando un’epidemia
Il batterio le ha divorato il cervello
Il batterio le ha divorato il cervello
Morta una bimba di 10 anni in Texas, il batterio Naegleria Fowleri le è entrato ndalle narici dopo un bagno in un fiume e in pochi giorni l'ha uccisa. Decine i casi analoghi
Gli esperti: il mondo rischia una pandemia
Gli esperti: il mondo rischia una pandemia
Lo scoppio di una malattia simil-influenzale potrebbe uccidere 80 milioni di persone in tutto il mondo in meno di due giorni. Lo dice un report di esperti che lancia l’allarme: il dovrebbe prepararsi
Le Filippine in allarme per un’epidemia di dengue
Le Filippine in allarme per un’epidemia di dengue
Dopo 146mila casi e 622 morti accertate da gennaio a oggi, le autorità hanno proclamato l’allarme nazionale: colpite sette delle 17 regioni del paese asiatico