Depressione post-partum addio

| Dagli Stati Uniti arriva un nuovo antidepressivo che riduce i pericolosi effetti della sindrome che colpisce una nuova mamma ogni nove. A breve dovrebbe essere approvato anche nella UE

+ Miei preferiti
La “Food and Drug Administration” americana ha approvato un farmaco che combatte la depressione post parto. Si chiama “Brexanolone” e nella fase di test ha dimostrato la capacità di diminuire gli effetti della sindrome per 30 giorni. La somministrazione avviene per via endovenosa e solo all’interno delle strutture ospedaliere, poiché è necessario un rigido controllo medico per via di possibili perdite di conoscenza.

Il farmaco, riporta casa produttrice, è in via di approvazione anche da parte dell’EMA (European Medicines Agency).

La svolta è epocale: per milione di donne in tutto il mondo colpite dalla pericolosa depressione post-partum (si calcola una donna su nove), si tratta di una rivoluzione epocale: il primo farmaco antidepressivo di nuova generazione ad azione rapida e con potenziali applicazioni future per la depressione e altri disturbi dell’umore come il disordine da stress post-traumatico.

Salute
Gli 'attacchi sonori ' danneggiano il cervello
Gli
Studio cubano sul personale diplomatico esposto ad attacchi attraverso la diffusione di suoni e onde. Scoperte mutazioni "importanti" ma la scienza non ha ancora una risposta definitiva. I casi in Cina e Russia
Cibo-veleno in ospedale: 5 morti
Cibo-veleno in ospedale: 5 morti
Scandalo in UK, negli ospedali pubblici ritirati panini e insalate contaminati dalla listeria prodotti dalla società The Good Food Chain. Vittime pazienti debilitati. Timori anche in Italia, sequestrati formaggi di "Latteria Soresina"
Vaccini fantasma, processo all'infermiera
Vaccini fantasma, processo all
Non avrebbe inoculato i vaccini contro morbillo e pertosse a decine di bambini che infatti risultano senza immunizzazione. Il caso a Treviso. Lei: Tutto falso, i bambini li ho vaccinati tutti, non sono No Vax"
Protesi al seno, rischio cancro: donna muore a Roma, sospetti su impianti testurizzati
Protesi al seno, rischio cancro: donna muore a Roma, sospetti su impianti testurizzati
La denuncia di Report. Intervento 12 anni fa, decesso in autunno. Ma solo a febbraio la documentazione è stata trasmessa al ministero della Salute. In Francia già ritirate le protesi Allergan. I dubbi degli esperti e le statistiche italiane
Regno Unito, terrore Candida Auris
Regno Unito, terrore Candida Auris
Il fungo giapponese che devasta la pelle identificato dieci anni in Giappone, scoperto in 25 ospedali inglesi con 276 casi accertati. Già otto i morti ma potrebbero essere di più. Resiste ai farmaci, si propaga velocemente
New York, guerra contro gli oppiodi
New York, guerra contro gli oppiodi
Clamorosa protesta alla Guggenheim, attivisti bloccano gli ingressi del museo per denunciare i finanziamenti della farmaceutica Purdue Pharmas che produce l'Oxycontin, un antidolorifico. Ogni giorno 200 morti per overdose
Paladina No Vax uccisa da influenza e meningite
Paladina No Vax uccisa da influenza e meningite
La triste storia della giornalista e conduttrice tv Bre Payton, 26 anni, che conduceva su siti e media di estrema destra una compagna contro le vaccinazioni "opera del diavolo". Stroncata da virus H1N e da una meningite
Arriva il Krokodil, la droga che divora la pelle
Arriva il Krokodil, la droga che divora la pelle
Provoca cancrena e colora i tessuti con macchie nere e verdi, da qui il nome Krokodil. Costa poco e si produce in casa. Nome tecnico desomorfina. Nata in Russia, primi casi in Inghilterra
Diagnosi sbagliata, donna rischia morte
Diagnosi sbagliata, donna rischia morte
In UK i medici del sistema sanitario nazionale sotto accusa per diagnosi frettolose e sballate. La storia di una 54enne con aveva un'infezione a un occhio a cui avevano detto di prendere un anti-infiammatorio. Gravi danni
"Il cancro si potrà bloccare ma non estirpare"
"Il cancro si potrà bloccare ma non estirpare"
I premi Nobel 2018 Honjo e Alison lanciano la sfida ai tumori, curabili attraverso l'immunoterapia. Entro il 2050 una cura in grado di bloccare la proliferazione delle cellule maligne