Epidemia oppioidi, Bigpharma sotto accusa

| Grandi case farmaceutiche in Usa sotto accusa per l'epidemia di oppioidi utilizzati negli anti-dolorifici più diffusi. Risarcimenti miliardarie e proteste. Manca informazione corretta su rischi dipendenza

+ Miei preferiti

La Johnson & Johnson, una delle più grandi aziende farmaceutiche al mondo, è sotto accusa - con altre aziende farmaceutiche - in una causa da molti miliardi di dollari nello stato americano dell'Oklahoma. L'azienda - riportano i media americani - è finita nel mirino del procuratore generale dello stato, Mike Hunter poiché non avrebbe dato informazioni sufficienti ai consumatori sui rischi di dipendenza dagli antidolorifici. È la prima di almeno 2.000 cause intentate da governi statali e locali contro aziende farmaceutiche negli Stati Uniti. Altre due aziende che avrebbero dovuto essere processate assieme alla Johnson & Johnson hanno preferito raggiungere un accordo stragiudiziale.

Secondo i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie statunitensi, in media ogni giorno almeno 130 americani muoiono per overdose di oppioidi come la morfina o simili. Nel 2017, il 68% delle 70.200 persone decedute per questo motivo, aveva una prescrizione o utilizzava un oppiaceo illegale.

Johnson & Johnson, dal canto suo, ha però rigettato ogni accusa e ribadito che “commercializza i propri prodotti in modo responsabile”. 

Tempo fa fotografa americana Nan Goldin protestò al Guggenheim Museum di New York poiché la fondazione aveva accettato il finanziamento famiglia Sackler proprietaria dell’azienda farmaceutica che produce l’Oxycontin, un antidolorifico che secondo i contestatori sarebbe all’origine della diffusione degli oppiodi non solo negli Usa. Le overdose di droga ora uccidono più di 72.000 persone all'anno negli Stati Uniti - circa 200 persone al giorno - secondo i dati governativi dei Centers for Disease Control. La maggior parte di questi decessi - 49.000 - sono causati da oppioidi, inclusi antidolorifici prescritti come OxyContin che contengono l'ossicodone narcotico, o eroina e fentanil, che si comportano tutti come oppio o morfina ma sono molto più potenti e micidiali. C’è stata un'ondata di cause legali che asseriscono l'inganno sulla sicurezza di OxyContin, che l'azienda aveva ammesso di averlo definito in modo non corretto il marchio in un procedimento penale del 2007.

Salute
Zanzare rese infertili, piaga spazzata via
Zanzare rese infertili, piaga spazzata via
Femmine trattate con radiazioni a bassa intensità, crollo immediato della diffusione del letale insetto da due isole cinesi durante una sperimentazione. Emergenza Dengue e malaria nelle Filippine
Filippine: allarme per la febbre dengue
Filippine: allarme per la febbre dengue
Oltre 100mila casi accertati e quasi 500 decessi hanno fatto scattare l’allarme lanciato dalle autorità sanitarie. Secondo l’OMS, la zanzara Aedes potrebbe spostarsi e colpire diverse altre zone del mondo
Gli operatori telefonici non sempre capiscono quanto il malato è grave: catena di morti in UK
Gli operatori telefonici non sempre capiscono quanto il malato è grave: catena di morti in UK
Bagni in mare, muore divorato da batterio carnivoro
Bagni in mare, muore divorato da batterio carnivoro
Smog, i veleni nei cuori dei bambini
Smog, i veleni nei cuori dei bambini
Una ricerca della Lancaster University lancia un allarme globale: miliardi di particelle inquinanti nel cuore e nel cervello anche dei giovanissimi. Potranno causare malattie cardiopatiche e altre patologie
Il caso Esketamina, droga o antidepressivo?
Il caso Esketamina, droga o antidepressivo?
L’approvazione in tempi record di un nuovo farmaco antidepressivo sotto forma di spray nasale ha acceso la curiosità dei media, che hanno scoperto il nome del principale sponsor: Donald Trump
La 'morte silente' uccide un altro atleta
La
La morte del 27enne giocatore di baseball Tyler Skaggs, trovato morto in un hotel dopo una partita, ricorda la tragica fine del capitano della Fiorentina Dario Astori. Inchiesta esclude suicidio. In lutto il mondo dello Sport USA
"Neo-laureati in Pronto Soccorso? Una follia"
"Neo-laureati in Pronto Soccorso? Una follia"
La denuncia del sindacato Anaao-Assomed: "In pericolo la salute dei pazienti". Arrivano sostituti pagati a gettone che non sanno nemmeno parlare in italiano. Tra scandali e indifferenza
E dopo i vegani ecco i 'respiriani'
E dopo i vegani ecco i
Una 25enne di Minneapolis afferma di nutrirsi "soprattutto di aria", concedendosi solo succhi di frutta e cibi liquidi. Non mangia alimenti solidi, "se non durante le feste con gli amici". Migliaia di seguaci
UK: allarme epidemia
UK: allarme epidemia
Dodici persone sono morte e altre 32 infettate dall’iGAS, un violento streptococco che si trasmette anche solo con il contatto casuale. La cura antibiotica efficace se assunta ai primi sintomi: l’allarme lanciato dalle autorità dell’Essex