Frutta, verdura, caffè e la pancia che non c’è

| Secondo uno studio universitario australiano, gli uomini che mangiano meno carboidrati hanno un odore più accattivante per le donne. E oltretutto i vegetali permettono di combattere la fastidiosa pancetta maschile

+ Miei preferiti
di Marco Belletti

L’estate si sta avvicinando – anche se a vedere il meteo dell’ultimo periodo sembra che non sia ancora arrivata neppure la primavera – e come ogni anno su riviste, siti, canali TV e ogni altra forma di comunicazione tradizionale o social fioccano consigli e suggerimenti più o meno professionali su come affrontare nel miglior modo possibile il caldo.

A farla da padrone il solito avvertimento di evitare l’attività fisica – o anche solo le semplici passeggiate – nelle ore più calde della giornata, con prolungate esposizioni al sole, soprattutto se in spiaggia senza protezioni. Numerosi i rischi: disidratazione, cali di pressione, perdita di sangue dal naso. Quindi, meglio praticare sport leggeri alla mattina presto o dopo il tramonto – compensando la perdita di sali minerali con tanta acqua e integratori – ed eventualmente rinfrescarsi bagnando la testa.

Un altro rischio segnalato dagli esperti sono le influenze estive, meno comuni di quelle invernali ma che sono in grado di rovinare le vacanze con febbre, nausea, stanchezza e spossatezza. A provocarle possono contribuire gli sbalzi di temperatura, nocivi per tutti ma più dannosi per anziani, bambini e per chi soffre di patologie croniche. Per esempio, chi ha il diabete potrebbe non percepire il senso della sete, esponendosi a colpi di calore e disidratazione.

Proprio la disidratazione va tenuta particolarmente sotto controllo e per farlo è fondamentale fornire all’organismo tutte le sostanze nutritive necessarie. In estate è consigliabile scegliere cibi leggeri e ricchi di fluidi, come frutta, verdura, sorbetti e gelati alla frutta, ed è fondamentale bere in abbondanza, almeno un paio di litri al giorno.

Anche le spremute sono un valido aiuto nella dieta estiva: frutta e verdura bevute entrano rapidamente in circolazione in quanto il loro processo digestivo è particolarmente rapido. Inoltre offrono numerosi altri vantaggi: chi beve un succo ogni giorno ha una maggior resistenza alle infezioni e se alla spremuta fatta in casa si aggiunge qualche spezia a guadagnarci è il nostro metabolismo. Per esempio, un succo dal sapore dolce, rinfrescante e con una leggera punta aspra che rafforza le difese immunitarie si realizza con fragole e uva nera, e deve essere bevuto non appena preparato e preferibilmente a stomaco vuoto, in modo da sfruttare meglio i principi nutritivi. Fragole e uva nera frullate in un mixer permettono di creare una bevanda con poche calorie, dal forte potere antiossidante naturale e fonte delle vitamine A, C e K, di sali minerali e micronutrienti come rame, ferro e manganese.

Inoltre, per gli uomini bere o mangiare frutta e verdura ha un vantaggio in più. Infatti, secondo una bizzarra indagine che arriva dall’Australia, le donne sarebbero maggiormente attratte dai maschi che mangiano molti vegetali. Sembra che a guidare la scelta di correlarsi con altre persone sia il nostro naso: senza che ce ne accorgiamo, l’olfatto stimola il riemergere dei ricordi, influenza i rapporti sociali, accende l’eccitazione sessuale e pertanto interpreta un ruolo fondamentale nella riproduzione.

La rivista accademica “Evolution and Human Behavior” ha pubblicato il recente studio australiano secondo il quale le donne trovano più attraenti dal punto di vista olfattivo i maschi che seguono una dieta ricca di carotenoidi, cioè quei pigmenti organici che abbondano in frutta e verdura e che tra l’altro contribuiscono a conferire un colorito sano alla pelle.

Piuttosto stravagante la modalità con cui, durante l’indagine, i ricercatori della Macquarie University di Sydney hanno raccolto i dati: hanno fatto annusare a un gruppo di volontarie i campioni di sudore di diversi uomini. Da questa poco ortodossa metodologia è emerso che i maschi che seguono abitualmente una dieta ricca di frutta e verdura e con un apporto moderato di grassi e proteine, dal punto di vista olfattivo sono stati giudicati migliori rispetto a chi mangia molti carboidrati.

Lo studio è a senso unico, cioè i ricercatori non hanno valutato come gli uomini valutano l’odore delle donne che mangiano frutta e verdura. Hanno motivato questa decisione mettendo in evidenza che le femmine sono più attente dei maschi alla scelta del partner (e quindi alla riproduzione) e sono più sensibili agli odori superando l’altro sesso in tutti i test olfattivi effettuati.

Quindi, anche se gli uomini – immuni alla cellulite – corrono meno rischi di ingrassare rispetto alle donne, il risultato finale dell’indagine parla chiaro, invitando gli uomini ad abbandonare il cibo spazzatura e a recarsi più spesso dal verduriere piuttosto che da un McDonald’s!

A proposito di cellulite, qual è il motivo per cui soltanto le donne sembrano essere le vittime predestinate di questo fastidioso inestetismo? In effetti, tra gli uomini il problema è molto meno sentito e meno evidente in quanto l’idrolipessia – così si chiama la cellulite che colpisce i maschi – si manifesta con un accumulo di adipe su collo, braccia, schiena e soprattutto addome. Come per le donne l’origine è la stessa: trattenere un’eccessiva quantità di liquidi nei tessuti interessati. Nelle donne gli strati di grasso si sviluppano con maggior facilità in superficie risultando quindi più evidenti.

Una seconda causa che differenzia i due inestetismi riguarda l’equilibrio ormonale poiché la mancanza di ormoni femminili – estrogeni e progesterone – impedisce l’accumulo dei grassi in fianchi e glutei, anche se esistono eccezioni: gli uomini che per ragioni mediche assumono ormoni femminili – per esempio per il trattamento del tumore della prostata o per cambiare sesso attraverso farmaci che bloccano i recettori del testosterone – hanno la cellulite localizzata su cosce e sedere.

Recentemente, grazie ad alcuni studi, è emerso che per eliminare la “cellulite” sull’addome maschile una soluzione molto valida è il caffè, che svolgerebbe un’azione mirata grazie alla caffeina e all’acido clorogenico, entrambi in grado di accelerare il metabolismo di zuccheri e grassi. Semplicemente bevendo ogni giorno almeno tre tazzine di caffè espresso, abbinate all’uso di cosmetici a base di caffeina, il problema dovrebbe essere risolto. I medici consigliano di non abusare della cura in quanto bere troppo caffè danneggia il fegato.

La soluzione alternativa sembra altrettanto semplice: basterebbe un’alimentazione più equilibrata, con meno sale e un maggior consumo di acqua, frutta e verdura.

Rispetto all’altro, questo metodo permetterà agli uomini di non correre rischi per la salute in estate, di mantenere la linea e soprattutto di avere un odore piacevole per le donne!

Salute
Vaping, ottavo morto in USA
Vaping, ottavo morto in USA
I medici del Missouri convinti che le particelle del vaping possano danneggiare in modo grave i polmoni e sono in corso studi per confermare la diagnosi. Dati molto preoccupanti dalla sperimentazione animale. L'uomo aveva 40 anni
No Vax perseguitano madre pro-vaccini
No Vax perseguitano madre pro-vaccini
Alice Pignatti ha creato la pagina FB "Io Vaccino", che ha già 70 mila followers. Insulti, minacce a lei e alla famiglia, fotomontaggi per irriderla. Una campagna d'odio su cui indaga la polizia postale
Gli 'attacchi sonori ' danneggiano il cervello
Gli
Studio cubano sul personale diplomatico esposto ad attacchi attraverso la diffusione di suoni e onde. Scoperte mutazioni "importanti" ma la scienza non ha ancora una risposta definitiva. I casi in Cina e Russia
Cibo-veleno in ospedale: 5 morti
Cibo-veleno in ospedale: 5 morti
Scandalo in UK, negli ospedali pubblici ritirati panini e insalate contaminati dalla listeria prodotti dalla società The Good Food Chain. Vittime pazienti debilitati. Timori anche in Italia, sequestrati formaggi di "Latteria Soresina"
Vaccini fantasma, processo all'infermiera
Vaccini fantasma, processo all
Non avrebbe inoculato i vaccini contro morbillo e pertosse a decine di bambini che infatti risultano senza immunizzazione. Il caso a Treviso. Lei: Tutto falso, i bambini li ho vaccinati tutti, non sono No Vax"
Protesi al seno, rischio cancro: donna muore a Roma, sospetti su impianti testurizzati
Protesi al seno, rischio cancro: donna muore a Roma, sospetti su impianti testurizzati
La denuncia di Report. Intervento 12 anni fa, decesso in autunno. Ma solo a febbraio la documentazione è stata trasmessa al ministero della Salute. In Francia già ritirate le protesi Allergan. I dubbi degli esperti e le statistiche italiane
Regno Unito, terrore Candida Auris
Regno Unito, terrore Candida Auris
Il fungo giapponese che devasta la pelle identificato dieci anni in Giappone, scoperto in 25 ospedali inglesi con 276 casi accertati. Già otto i morti ma potrebbero essere di più. Resiste ai farmaci, si propaga velocemente
Depressione post-partum addio
Depressione post-partum addio
Dagli Stati Uniti arriva un nuovo antidepressivo che riduce i pericolosi effetti della sindrome che colpisce una nuova mamma ogni nove. A breve dovrebbe essere approvato anche nella UE
New York, guerra contro gli oppiodi
New York, guerra contro gli oppiodi
Clamorosa protesta alla Guggenheim, attivisti bloccano gli ingressi del museo per denunciare i finanziamenti della farmaceutica Purdue Pharmas che produce l'Oxycontin, un antidolorifico. Ogni giorno 200 morti per overdose
Paladina No Vax uccisa da influenza e meningite
Paladina No Vax uccisa da influenza e meningite
La triste storia della giornalista e conduttrice tv Bre Payton, 26 anni, che conduceva su siti e media di estrema destra una compagna contro le vaccinazioni "opera del diavolo". Stroncata da virus H1N e da una meningite