Gli operatori telefonici non sempre capiscono quanto il malato è grave: catena di morti in UK

|

+ Miei preferiti

La morte di undici pazienti, tra cui due bambini piccoli, è stata collegata a un baco digitale negli algoritmi utilizzati dai servizi NHS 111 e 999, cioè i numeri d'emergenza, come il 118 in Italia, del servizio di sanità pubblica inglese. In sostanza i dati immessi dagli operatori telefonici in merito ai casi segnalati inducevano all'errore i sistemi digitali che avrebbero dovuto stabilire gravità e procedure di soccorso e ricovero.. I medici legali hanno lanciato un preoccupato allarme sul sistema di "triaging" (registrazione dei casi) dopo l’analisi dei  problemi di sicurezza emersi.  Le segnalazioni di "prevenzione di futuri decessi" sono state emesse a causa del timore che le tragedie si ripetano, senza un'azione rapida per migliorare il servizio e ridurre il rischio di errori fatali. I casi includono Sebastian Hibberd, che è morto all'età di sei anni quando gli operatori telefonici del servizio d’emergenza 111 non sono riusciti a individuare la natura delle lesioni subite dal suo intestino e Robert Hogg, di due anni,morto per un'infezione batterica quando la gravità della sua condizione è stata mancata. Il padre di Sebastian aveva  contattato l'NHS 111 dopo che il bambino aveva iniziato a vomitare vomito verde, aveva mani e piedi freddi, mal di stomaco e stava delirando.  Si trattava di una gravissima patologiai, Sebastian aveva subito un arresto cardiaco nella sua casa di Plymouth in attesa del trattamento ed è stato dichiarato morto dopo essere stato portato in ospedale nell'ottobre 2015. 

Il mese scorso il coroner senior Ian Arrow ha esortato i funzionari dell'NHS a rivedere le procedure, dicendo che la vita del bambino avrebbe potuto essere salvata se gli operatori telefonici avessero posto le giuste domande. 

Un'indagine del Health Service Journal ha identificato altri dieci rapporti di coroner, emessi dal 2015, che avvertono di problemi con i protocolli di percorso, utilizzati dal servizio e dalla maggior parte dei trust di ambulanza.

Robert era stato portato all'ospedale Stoke Mandeville di Buckinghamshire che soffre di una temperatura e freddo, ma è stato successivamente dimesso.  Sua madre ha avvertito di nuovo 111 quando è diventato sempre più letargico e pallido, ma i gestori di chiamata gli hanno dato un ulteriore appuntamento in ospedale. Mentre la famiglia stava aspettando, il bambino è è morto nonostante i tentativi di rianimazione.  Due casi emblematici di cattiva comunicazione. I dati inseriti dagli operatori nei pc non consentono all’algoritmo di individuare la gravità dei casi.

Infine di Caragh Melling, 37 e Barbara Patterson, 67, entrambi morti dopo che gli operatori telefonici non sono riusciti a riconoscere la "respirazione agonica" - improvvisi, irregolari e improvvisi sussulti di respiro - che impongono una rianimazione urgente. 

I

Salute
Individuato un nuovo ceppo dell’Hiv
Individuato un nuovo ceppo dell’Hiv
Per la prima volta, in quasi due decenni, un team di scienziati ha individuato una nuova famiglia del virus. “Niente panico, ma la battaglia non è ancora vinta”, commentano gli esperti
Inghilterra, farmaci contro l’overdose distribuiti per strada
Inghilterra, farmaci contro l’overdose distribuiti per strada
I dati statistici di morti per droga sono così drammatici impietosi da aver convinto l’Inghilterra a varare una fase di test per la distribuzione per le strade di farmaci che contrastano l’overdose
Troppi neonati in crisi di astinenza da droghe
Troppi neonati in crisi di astinenza da droghe
Un fenomeno allarmante che fa registrare casi in tutta Italia, ma molto difficile da affrontare. Le stime della Società Italiana di Neonatologia
Johnson & Johnson ritira 33mila confezioni di talco
Johnson & Johnson ritira 33mila confezioni di talco
L’agenzia di controllo federale FDA ha accertato la presenza di amianto in una confezione di talco per bambini. L’indagine partita da 13mila denunce di consumatori
Nuova batosta per la Johnson & Johnson
Nuova batosta per la Johnson & Johnson
Dopo i 572 milioni pagati per la crisi degli oppiacei, un tribunale di Philadelphia ha condannato al pagamento di 8 miliardi di dollari ad un giovane a cui è cresciuto il seno per colpa di un farmaco
È esplosa la psicosi “ranitidina”
È esplosa la psicosi “ranitidina”
Il ritiro di alcuni farmaci in commercio e l’ordine dell’agenzia europea di verificare i contenuti di tutti quelli in vendita ha avuto un effetto dirompente, aumentato dalla presenza di falsi elenchi messi in rete
Crescono le vittime delle e-cig
Crescono le vittime delle e-cig
Nove morti e più di 500 fra malori e problemi respiratori, mentre gli esperti non riescono a individuare la sostanza che sta lentamente scatenando un’epidemia
Il batterio le ha divorato il cervello
Il batterio le ha divorato il cervello
Morta una bimba di 10 anni in Texas, il batterio Naegleria Fowleri le è entrato ndalle narici dopo un bagno in un fiume e in pochi giorni l'ha uccisa. Decine i casi analoghi
Gli esperti: il mondo rischia una pandemia
Gli esperti: il mondo rischia una pandemia
Lo scoppio di una malattia simil-influenzale potrebbe uccidere 80 milioni di persone in tutto il mondo in meno di due giorni. Lo dice un report di esperti che lancia l’allarme: il dovrebbe prepararsi
Le Filippine in allarme per un’epidemia di dengue
Le Filippine in allarme per un’epidemia di dengue
Dopo 146mila casi e 622 morti accertate da gennaio a oggi, le autorità hanno proclamato l’allarme nazionale: colpite sette delle 17 regioni del paese asiatico