Il laser che polverizza i tumori

| Il macchinario è al momento in fase di studio all’interno di un centro di ricerca nei dintorni di Praga, ed è frutto delle ricerche di tre giovani scienziati italiani. Nel giro di cinque anni potrebbe essere pronto il primo prototipo

+ Miei preferiti
La “ELI” (Extreme Light Infrastructure), è un istituto di ricerca paneuropeo che ha lo scopo di sviluppare la ricerca attraverso la tecnologia laser. Si basa su quattro siti in Repubblica Ceca, Ungheria e Romania, per un investimento globale di 850 milioni di euro, in massima parte provenienti dal Fondo europeo per lo sviluppo. Il lavoro del sito “ELI-Beamlines” di Dolní Břežany, nei dintorni di Praga, si concentra sullo sviluppo delle correnti di radiazioni a breve impulso. È lì che lavora un team di scienziati italiani, Gabriele Maria Grittani, Carlo Maria Lazzarini e Tadzio Levato, che da anni studiano possibili applicazioni medico-scientifiche dei laser ultracorti. Da qualche mese, il frutto dei loro sforzi rappresenta una speranza concreta nella corsa spasmodica verso la sconfitta del cancro. L’apparecchiatura creata dal team italiano è un dispositivo a laser ultracorti che nel giro di pochi secondi sarebbe in grado di eliminare totalmente ogni traccia di tumori di piccole dimensioni, per adesso con un raggio d’azione limitato a quelli sorti in zone del corpo soggette a movimento come polmoni e prostata. La tecnica è quella di un irraggiamento ad altissima potenza di elettroni della durata di qualche decina di ‘femtosecondi’, l’equivalente di un milionesimo di miliardesimo di secondo. Oltre all’estrema velocità del trattamento, al monitoraggio in tempo reale della posizione del tumore e ad una rivoluzione epocale dei protocolli di cura - più veloci, meno invasivi e molto più economici - la tecnologia offre diversi vantaggi come le dimensioni ridotte del macchinario, adatto ad essere ospitato perfino in ospedali e presidi medici di piccole dimensioni.

Il rivoluzionario brevetto, che al momento è in fase di sviluppo e per cui a breve dovrebbe iniziare una fase di test in vitro e poi in vivo, necessari per arrivare a test clinici e certificazioni, è frutto del lavoro del gruppo di scienziati italiani supervisionato da George Korn, direttore scientifico del centro di ricerca. Raccolti i fondi necessari allo sviluppo, il primo prototipo potrebbe essere completato nel giro di quattro, cinque anni al massimo.

Salute
Zanzare rese infertili, piaga spazzata via
Zanzare rese infertili, piaga spazzata via
Femmine trattate con radiazioni a bassa intensità, crollo immediato della diffusione del letale insetto da due isole cinesi durante una sperimentazione. Emergenza Dengue e malaria nelle Filippine
Filippine: allarme per la febbre dengue
Filippine: allarme per la febbre dengue
Oltre 100mila casi accertati e quasi 500 decessi hanno fatto scattare l’allarme lanciato dalle autorità sanitarie. Secondo l’OMS, la zanzara Aedes potrebbe spostarsi e colpire diverse altre zone del mondo
Gli operatori telefonici non sempre capiscono quanto il malato è grave: catena di morti in UK
Gli operatori telefonici non sempre capiscono quanto il malato è grave: catena di morti in UK
Bagni in mare, muore divorato da batterio carnivoro
Bagni in mare, muore divorato da batterio carnivoro
Smog, i veleni nei cuori dei bambini
Smog, i veleni nei cuori dei bambini
Una ricerca della Lancaster University lancia un allarme globale: miliardi di particelle inquinanti nel cuore e nel cervello anche dei giovanissimi. Potranno causare malattie cardiopatiche e altre patologie
Il caso Esketamina, droga o antidepressivo?
Il caso Esketamina, droga o antidepressivo?
L’approvazione in tempi record di un nuovo farmaco antidepressivo sotto forma di spray nasale ha acceso la curiosità dei media, che hanno scoperto il nome del principale sponsor: Donald Trump
La 'morte silente' uccide un altro atleta
La
La morte del 27enne giocatore di baseball Tyler Skaggs, trovato morto in un hotel dopo una partita, ricorda la tragica fine del capitano della Fiorentina Dario Astori. Inchiesta esclude suicidio. In lutto il mondo dello Sport USA
"Neo-laureati in Pronto Soccorso? Una follia"
"Neo-laureati in Pronto Soccorso? Una follia"
La denuncia del sindacato Anaao-Assomed: "In pericolo la salute dei pazienti". Arrivano sostituti pagati a gettone che non sanno nemmeno parlare in italiano. Tra scandali e indifferenza
E dopo i vegani ecco i 'respiriani'
E dopo i vegani ecco i
Una 25enne di Minneapolis afferma di nutrirsi "soprattutto di aria", concedendosi solo succhi di frutta e cibi liquidi. Non mangia alimenti solidi, "se non durante le feste con gli amici". Migliaia di seguaci
UK: allarme epidemia
UK: allarme epidemia
Dodici persone sono morte e altre 32 infettate dall’iGAS, un violento streptococco che si trasmette anche solo con il contatto casuale. La cura antibiotica efficace se assunta ai primi sintomi: l’allarme lanciato dalle autorità dell’Essex