La “fitness routine” di Mark Wahlberg

| Si alza nel cuore della notte per iniziare gli allenamenti: gioca a golf, si sottopone a crioterapia, cena con la famiglia e va a dormire prima che faccia buio. Alla faccia della bella vita delle star

+ Miei preferiti
Alzi una mano chi, durante le ultimissime vacanze, non si è ripromesso di iniziare ad andare in palestra per ritrovare la forma. E adesso le alzi tutte due chi lo ha fatto davvero.

Si sa, i buoni propositi nascono con le migliori intenzioni e annegano miseramente subito dopo, dispersi nella quotidianità che torna puntuale appena la valigia rientra in casa.

Ma c’è anche chi è così tosto, deciso e dotato di forza di volontà, da riuscire a imporsi allenamenti quotidiani. Uno degli esempi più recenti arriva da Mark Wahlberg, ben nota star di Hollywood con all’attivo una discreta carriera e nome che per i box office significa una certa sicurezza di incassi.

È vero, Wahlberg è un attore ed è costretto in modo implicito ad essere in forma smagliante. Ma neanche questo basta a trovare una giustificazione: è sufficiente sfogliare siti o riviste di gossip per scoprire che c’è sempre una stella del cinema con kg da perdere o pelle da tirare. A 47 anni, in effetti, Wahlberg non può lamentarsi, e le sue fans nemmeno.

L’attore, diventato celebre alla metà degli anni Novanta per degli addominali “a tartaruga” sfoggiati in una celebre campagna pubblicitaria di Calvin Klein al fianco di Kate Moss, ha da poco svelato su Instagram la sua personalissima “fitness routine”, il programma a cui ogni giorno, cascasse il mondo, si sottopone.

I suoi allenamenti, per cominciare, iniziano verso le 2:30 del mattino, quando la brava gente è nel letto di casa da ore. Mezzora di preghiere, quindi colazione e via con un’oretta del primo allenamento della giornata. Pausa rilassante con una partitella a golf e subito dopo una seduta di “crioterapia”, tecnica che fa uso del ghiaccio per abbassare la temperatura corporea: una mano santa per l’aspetto estetico, secondo Mark, ma anche per la circolazione, il sistema nervoso, il metabolismo e i muscoli.

A pranzo un tripudio di yogurt, frullati e integratori, e subito dopo gli appuntamenti di lavoro che però devono terminare entro le 16:00, ora in cui Mark pretende di tornare ad allenarsi fino alle 17:30, l’ora di cena, quando si siede a tavola con la sua famiglia. Alle 19:30 è già a letto, per concedersi sette ore di sonno dritte e filate.

Nato a Boston il 5 giugno del 1971, Mark è l’ultimo dei nove figli di Donald, un tassista di origine svedese, e Alma, un’infermiera con sangue irlandese. I genitori divorziano quando è ancora piccolo, e Mark cresce sulla strada, finendo in galera per spaccio, rapina e risse.

All’uscita dalla prigione il più piccolo dei Wahlberg chiede aiuto a suo fratello Donnie, entrato nelle file dei “New Kids on the Block”, una boy-band che sembrava voler essere la risposta americana ai “Take That”. Tenta anche lui la carriera musicale creando un duo con un DJ, ma viene notato da Calvin Klein che gli offre di diventare protagonista maschile della celebre pubblicità con Kate Moss. Debutta al cinema nel 1994 in “Mezzo professore tra i Marines” (Reinassance Man), di Penny Marshall, al fianco di Danny De Vito.

Estremamente cattolico, nel 2009 ha sposato la modella Rhea Durham, da cui ha avuto quattro figli. L’11 settembre 2001, Mark Wahlberg aveva un posto prenotato sul volo “United 93” che si è schiantato nelle campagne della Pennsylvania. All’ultimo momento aveva cambiato programma.

Galleria fotografica
La “fitness routine” di Mark Wahlberg - immagine 1
La “fitness routine” di Mark Wahlberg - immagine 2
La “fitness routine” di Mark Wahlberg - immagine 3
La “fitness routine” di Mark Wahlberg - immagine 4
La “fitness routine” di Mark Wahlberg - immagine 5
La “fitness routine” di Mark Wahlberg - immagine 6
Salute
Il batterio le ha divorato il cervello
Il batterio le ha divorato il cervello
Morta una bimba di 10 anni in Texas, il batterio Naegleria Fowleri le è entrato ndalle narici dopo un bagno in un fiume e in pochi giorni l'ha uccisa. Decine i casi analoghi
Gli esperti: il mondo rischia una pandemia
Gli esperti: il mondo rischia una pandemia
Lo scoppio di una malattia simil-influenzale potrebbe uccidere 80 milioni di persone in tutto il mondo in meno di due giorni. Lo dice un report di esperti che lancia l’allarme: il dovrebbe prepararsi
Le Filippine in allarme per un’epidemia di dengue
Le Filippine in allarme per un’epidemia di dengue
Dopo 146mila casi e 622 morti accertate da gennaio a oggi, le autorità hanno proclamato l’allarme nazionale: colpite sette delle 17 regioni del paese asiatico
Trump e la strage delle puerpere
Trump e la strage delle puerpere
Nonostante le conoscenze e le tecnologie siano sempre più evolute, ancora oggi nel mondo si muore di parto. Nei Paesi in via di sviluppo è fondamentale il contributo del mondo occidentale messo in forse da politiche nazionaliste
In America è ormai sindrome da svapo
In America è ormai sindrome da svapo
Tre morti e oltre 200 persone ricoverate con problemi respiratori: finiscono sotto accusa le ricariche acquistate in canali non ufficiali e i mix artigianali con la cannabis
Mangia patatine per anni e perde la vista
Mangia patatine per anni e perde la vista
Un adolescente inglese che riusciva a mangiare soltanto patatine ha perso la vista per una grave mancanza di vitamine e minerali che ha compromesso i nervi ottici
Morbillo, ragazza contagia anche Disneyland
Morbillo, ragazza contagia anche Disneyland
Allarme sanitario: a rischio chi è entrato in contatto con l'adolescente neozelandese che ha visitato le mete più popolari della California, Universal Studios compresi. La pubblicità dei NO VAX ha causato una grave epidemia di morbillo
Vaping, primo morto per intossicazione
Vaping, primo morto per intossicazione
Sedici Stati USA hanno segnalato 163 casi di persone ricoverate in ospedale per gravi problemi respiratori e cardiaci. Nessuno dei produttori sotto accusa, forse una partita di cartucce difettose. Ora c'è una vittima, in Illinois
Morire per un corpo scultoreo
Morire per un corpo scultoreo
Tanti americani vanno nelle cliniche della Repubblica Domenicana per complicate operazioni estetiche ma 12 pazienti sono morti. Il corpo a forma di bottiglia di Coca Cola, sogno di molte donne. Ma i rischi sono alti
UK, ogni 7 giorni 40 morti di overdose
UK, ogni 7 giorni 40 morti di overdose
Livelli record in Scozia, Galles e Inghilterra. In pochianni un'impennata senza precedenti. Colpa anche del taglio dei servizi decisi dal governo e dall'ondata di nuove sostanze letali sul mercato