Non ha soldi, 'prigioniera' in ospedale

| Una 18enne in vacanza negli Usa (senza assicurazione) cade dallo scooter e si ferisce. Trasportata all'UCLA di Los Angeles è stata operata in terapia intensiva. Costo finale 150 mila dollari. Raccolta su GoFundMe per liberarla

+ Miei preferiti

Una ragazza 18enne di Belfast è “prigioniera” nell'ospedale UCLA di Los Angeles con una fattura medica di 118.000 sterline (150mila dollari) da pagare cash dopo un incidente con lo scooter. Soldi che lei proprio non ha. La sorella Sian ha creato una pagina GoFundMe per raccogliere fondi per pagare i costi del ricovero di Karmen. "Stiamo ancora pagando le spese funebri di nostra madre che è morta improvvisamente l'anno scorso e con queste spese crescenti non sappiamo come faremo a far fronte a questa situazione. Non lo so proprio. Se ho imparato qualcosa da questa orribile situazione è di stipulare un'assicurazione. Non è nemmeno costoso...",riporta il Sun.

Sian, che vive a Los Angeles, sta disperatamente cercando di raccogliere denaro per coprire il trattamento di Karmen - perché l'adolescente aveva dimenticato di stipulare un'assicurazione per le vacanze. Karmen, di Belfast, in sella a uno scooter era caduta imentre era alla guida di uno scooter elettrico appena noleggiato ed è ora in cura presso l'UCLA Hospital di Los Angeles per frattura e lesioni. “Avevamo deciso di noleggiare uno scooter elettrico per fare un giro, ma dopo neanche un minuto, Karmen s’è fatta male…Stavo studiando in America per un anno e avevamo in programma di fare un viaggio in macchina da San Francisco a Las Vegas, così Karmen è arrivata per incontrarci. Era incosciente e in una pozza di sangue. L'ambulanza è arrivata ed è stata portata direttamente in terapia intensiva all'ospedale UCLA. Si pagano $15.000 al giorno per rimanere in terapia intensiva e il costo non include, esami e terapie, felobo e iniezioni. Non so come potrò permettermi questo conto. Ci è stato detto che se esce, dovrà rimanere a Los Angeles e andare poi ad una riunione di follow-up prima di poter tornare a casa a Belfast. Solo questo follow-up costerà 4.000 dollari da solo, quindi il totale continua a crescere sempre di più...”.

 
Salute
Due colossi farmaceutici alle corde
Due colossi farmaceutici alle corde
La tedesca Bayern e l’americana Johnson & Johnson alle prese con cause e denunce. La prima tenta di chiudere il 95% delle pendenze con 11 miliardi dollari, la seconda condannata a sborsare 2,1 miliardi per il talco cancerogeno
GB, i malati di cancro abbandonati al loro destino
GB, i malati di cancro abbandonati al loro destino
Il Regno Unito è uno dei primi Paesi a preoccuparsi degli effetti collaterali del coronavirus: le migliaia di malati di cancro rimasti senza cure e trattamenti
L’OMS: “Siamo in un territorio inesplorato”
L’OMS: “Siamo in un territorio inesplorato”
Il numero di casi di coronavirus in tutto il mondo supera i 90.000, e anche se al momento non si parla ancora di pandemia, l’unica strada possibile per adesso è il contenimento
Individuato un nuovo ceppo dell’Hiv
Individuato un nuovo ceppo dell’Hiv
Per la prima volta, in quasi due decenni, un team di scienziati ha individuato una nuova famiglia del virus. “Niente panico, ma la battaglia non è ancora vinta”, commentano gli esperti
Inghilterra, farmaci contro l’overdose distribuiti per strada
Inghilterra, farmaci contro l’overdose distribuiti per strada
I dati statistici di morti per droga sono così drammatici impietosi da aver convinto l’Inghilterra a varare una fase di test per la distribuzione per le strade di farmaci che contrastano l’overdose
Troppi neonati in crisi di astinenza da droghe
Troppi neonati in crisi di astinenza da droghe
Un fenomeno allarmante che fa registrare casi in tutta Italia, ma molto difficile da affrontare. Le stime della Società Italiana di Neonatologia
Johnson & Johnson ritira 33mila confezioni di talco
Johnson & Johnson ritira 33mila confezioni di talco
L’agenzia di controllo federale FDA ha accertato la presenza di amianto in una confezione di talco per bambini. L’indagine partita da 13mila denunce di consumatori
Nuova batosta per la Johnson & Johnson
Nuova batosta per la Johnson & Johnson
Dopo i 572 milioni pagati per la crisi degli oppiacei, un tribunale di Philadelphia ha condannato al pagamento di 8 miliardi di dollari ad un giovane a cui è cresciuto il seno per colpa di un farmaco
È esplosa la psicosi “ranitidina”
È esplosa la psicosi “ranitidina”
Il ritiro di alcuni farmaci in commercio e l’ordine dell’agenzia europea di verificare i contenuti di tutti quelli in vendita ha avuto un effetto dirompente, aumentato dalla presenza di falsi elenchi messi in rete
Crescono le vittime delle e-cig
Crescono le vittime delle e-cig
Nove morti e più di 500 fra malori e problemi respiratori, mentre gli esperti non riescono a individuare la sostanza che sta lentamente scatenando un’epidemia