OxyContin, l’antidolorifico che crea dipendenza

| Prescritto soprattutto degli Stati Uniti, è accusato di migliaia di morti: sarebbe stato diffuso dalla Purdue Pharma sapendo che crea dipendenza, effetto curabile con un altro farmaco

+ Miei preferiti
Oltre 200mila morti per overdose fra il 1999 ed il 2017, migliaia di casi di rapine in farmacie in cui il bottino non era il denaro, ma l’OxyContin. Chiamato gergalmente “Hillibilly Heroin” (l’eroina dei montanari), è un oppioide potente almeno quanto la morfina prodotto dalla “Purdue Pharma”, colosso farmaceutico americano da sempre guidato dalla famiglia Sackler, ma ormai sull’orlo della bancarotta proprio per l’OxyContin, minacciata da migliaia di cause legali che attendono una sentenza nei tribunali di ogni angolo degli Stati Uniti.

Secondo il “New York Times”, che dedica ampio spazio alla vicenda, la Procura Distrettuale di NY ha aperto un fascicolo per stabilire la veridicità di un’accusa terribile, se confermata: dopo il benestare della “Federal Drug Agency”, la Purdue Pharma avrebbe messo in piedi una raffinata campagna di disinformazione, quindi spinto in ogni modo medici a prescrivere il loro farmaco come antidolorifico, consapevole di creare una fortissima dipendenza in chi lo assumeva. Un giochino che solo sull’OxyContin avrebbe permesso ai Sakler, una notabile e suggente famiglia di Brooklyn che nel proprio passato annovera medici, filantropi e scienziati, di intascare 4 miliardi di dollari (su 13 del loro patrimonio), molti dei quali finiti in paradisi off-shore.

Il fascicolo dell’inchiesta, battezzata “Tango Project”, parla di consapevolezza dei rischi di dipendenza che l’oppioide avrebbe creato, a sua volta curabile con un altro farmaco immesso sul mercato. Un circolo vizioso in cui si restava ingabbiati senza via d’uscita, costretti per lunghi periodi ad acquistare farmaci della Purdue Pharma. Durissima la reazione dei legali dell’azienda, che hanno rigettato senza tentennamenti ogni accusa di aver lucrato sugli effetti dei propri farmaci, oltre a ricordare che nel foglio illustrativo dell’OxyContin sono scritte nero su bianco avvertimenti per il rischio di abuso e di uso improprio. Ma a smentirli ci sarebbero alcune intercettazioni, come quella di Richard Sackler, che ammoniva i dirigenti della sua azienda: “Dobbiamo martellare in ogni modo chi ne fa abuso: loro sono i colpevoli e il problema: sono criminali imprudenti”.

La prima causa legale della Purdue Pharma è prevista per maggio: sarà trasmessa integralmente in televisione.

Salute
GB, i malati di cancro abbandonati al loro destino
GB, i malati di cancro abbandonati al loro destino
Il Regno Unito è uno dei primi Paesi a preoccuparsi degli effetti collaterali del coronavirus: le migliaia di malati di cancro rimasti senza cure e trattamenti
L’OMS: “Siamo in un territorio inesplorato”
L’OMS: “Siamo in un territorio inesplorato”
Il numero di casi di coronavirus in tutto il mondo supera i 90.000, e anche se al momento non si parla ancora di pandemia, l’unica strada possibile per adesso è il contenimento
Individuato un nuovo ceppo dell’Hiv
Individuato un nuovo ceppo dell’Hiv
Per la prima volta, in quasi due decenni, un team di scienziati ha individuato una nuova famiglia del virus. “Niente panico, ma la battaglia non è ancora vinta”, commentano gli esperti
Inghilterra, farmaci contro l’overdose distribuiti per strada
Inghilterra, farmaci contro l’overdose distribuiti per strada
I dati statistici di morti per droga sono così drammatici impietosi da aver convinto l’Inghilterra a varare una fase di test per la distribuzione per le strade di farmaci che contrastano l’overdose
Troppi neonati in crisi di astinenza da droghe
Troppi neonati in crisi di astinenza da droghe
Un fenomeno allarmante che fa registrare casi in tutta Italia, ma molto difficile da affrontare. Le stime della Società Italiana di Neonatologia
Johnson & Johnson ritira 33mila confezioni di talco
Johnson & Johnson ritira 33mila confezioni di talco
L’agenzia di controllo federale FDA ha accertato la presenza di amianto in una confezione di talco per bambini. L’indagine partita da 13mila denunce di consumatori
Nuova batosta per la Johnson & Johnson
Nuova batosta per la Johnson & Johnson
Dopo i 572 milioni pagati per la crisi degli oppiacei, un tribunale di Philadelphia ha condannato al pagamento di 8 miliardi di dollari ad un giovane a cui è cresciuto il seno per colpa di un farmaco
È esplosa la psicosi “ranitidina”
È esplosa la psicosi “ranitidina”
Il ritiro di alcuni farmaci in commercio e l’ordine dell’agenzia europea di verificare i contenuti di tutti quelli in vendita ha avuto un effetto dirompente, aumentato dalla presenza di falsi elenchi messi in rete
Crescono le vittime delle e-cig
Crescono le vittime delle e-cig
Nove morti e più di 500 fra malori e problemi respiratori, mentre gli esperti non riescono a individuare la sostanza che sta lentamente scatenando un’epidemia
Il batterio le ha divorato il cervello
Il batterio le ha divorato il cervello
Morta una bimba di 10 anni in Texas, il batterio Naegleria Fowleri le è entrato ndalle narici dopo un bagno in un fiume e in pochi giorni l'ha uccisa. Decine i casi analoghi