Si tatua sul petto la cicatrice del figlio cardiopatico

| Un papà inglese: "Siamo guerrieri contro la malattia, orgogliosi delle cicatrici di chi ha subito operazioni a cuore aperto". Joey, 6 anni, afflitto da una patologia congenita, ora sta meglio

+ Miei preferiti

Un padre s’è fatto tatuare sul petto l’immagine di cicatrice chirurgica, uguale a quella si suo figlio Joey che ha subito un lungo intervento dal cuore. Quando la madre Leanne Watts era incinta di 28 settimane di suo figlio, Joey, è stata informata che avrebbe soffeto di una rara condizione chiamata stenosi aortica sopravalvolare. Il 23 maggio Joey, sei anni, di Beverley, nello Yorkshire orientale, si è sottoposto a un'operazione di otto ore al Leeds Children's Hospital. Gli è rimasta una cicatrice di 9 centimetri sul torace. "Quando Joey ha visto la cicatrice, ha detto: "E' qui che mi hanno tagliato per fissare il mio cuore?". GLa mamma gli ha risposto che “dovrebbe essere orgoglioso e che non dovrebbe vergognarsi di quello che gli è successo".

Il 29 maggio, il giorno dopo che Joey è stato dimesso dall'ospedale, suo padre, Martin Watts, è andato in uno studio per farsi tatuare sul petto una copia della cicatrice del figlio. La famiglia Watts sostiene la campagna "#ScarSelfie" promossa dal Children's Heart Surgery Fund (CHSF), che incoraggia i pazienti di cardiochirurgia a condividere sui social media le immagini delle loro cicatrici. La campagna incoraggia anche le donazioni al CHSF, che fornisce aiuto all'unità cardiaca congenita di Leeds presso l'ospedale pediatrico di Leeds.

"Comprendiamo perfettamente che mostrare una cicatrice è una decisione molto personale e non per tutti", ha detto Sharon Milner, CEO del CHSF. "Siamo sbalorditi dal coraggio e dalla resistenza delle centinaia di pazienti che ogni giorno, come Joey, vengono sottoposti a interventi chirurgici a cuore aperto e a procedure salvavita presso l'unità cardiaca congenita di Leeds".

Anche il fratello Harley dovrà sottoporsi allo stesso intervento entro la fine dell'anno, mentre Joey richiederà tre ulteriori operazioni per allargare i suoi rami polmonari e allungare i vasi sanguigni. “Siamo una famiglia di guerrieri e le cicatrici sono un segno della guerra contro la malattia”, dicono i genitori.

 
Salute
GB, i malati di cancro abbandonati al loro destino
GB, i malati di cancro abbandonati al loro destino
Il Regno Unito è uno dei primi Paesi a preoccuparsi degli effetti collaterali del coronavirus: le migliaia di malati di cancro rimasti senza cure e trattamenti
L’OMS: “Siamo in un territorio inesplorato”
L’OMS: “Siamo in un territorio inesplorato”
Il numero di casi di coronavirus in tutto il mondo supera i 90.000, e anche se al momento non si parla ancora di pandemia, l’unica strada possibile per adesso è il contenimento
Individuato un nuovo ceppo dell’Hiv
Individuato un nuovo ceppo dell’Hiv
Per la prima volta, in quasi due decenni, un team di scienziati ha individuato una nuova famiglia del virus. “Niente panico, ma la battaglia non è ancora vinta”, commentano gli esperti
Inghilterra, farmaci contro l’overdose distribuiti per strada
Inghilterra, farmaci contro l’overdose distribuiti per strada
I dati statistici di morti per droga sono così drammatici impietosi da aver convinto l’Inghilterra a varare una fase di test per la distribuzione per le strade di farmaci che contrastano l’overdose
Troppi neonati in crisi di astinenza da droghe
Troppi neonati in crisi di astinenza da droghe
Un fenomeno allarmante che fa registrare casi in tutta Italia, ma molto difficile da affrontare. Le stime della Società Italiana di Neonatologia
Johnson & Johnson ritira 33mila confezioni di talco
Johnson & Johnson ritira 33mila confezioni di talco
L’agenzia di controllo federale FDA ha accertato la presenza di amianto in una confezione di talco per bambini. L’indagine partita da 13mila denunce di consumatori
Nuova batosta per la Johnson & Johnson
Nuova batosta per la Johnson & Johnson
Dopo i 572 milioni pagati per la crisi degli oppiacei, un tribunale di Philadelphia ha condannato al pagamento di 8 miliardi di dollari ad un giovane a cui è cresciuto il seno per colpa di un farmaco
È esplosa la psicosi “ranitidina”
È esplosa la psicosi “ranitidina”
Il ritiro di alcuni farmaci in commercio e l’ordine dell’agenzia europea di verificare i contenuti di tutti quelli in vendita ha avuto un effetto dirompente, aumentato dalla presenza di falsi elenchi messi in rete
Crescono le vittime delle e-cig
Crescono le vittime delle e-cig
Nove morti e più di 500 fra malori e problemi respiratori, mentre gli esperti non riescono a individuare la sostanza che sta lentamente scatenando un’epidemia
Il batterio le ha divorato il cervello
Il batterio le ha divorato il cervello
Morta una bimba di 10 anni in Texas, il batterio Naegleria Fowleri le è entrato ndalle narici dopo un bagno in un fiume e in pochi giorni l'ha uccisa. Decine i casi analoghi