Toffa e i social, il valore della verità

| Il post sul suo profilo Facebook ha una pregio unico, racconta in un'immagine in poche parole il senso profondo di un'esperienza collettiva, su come affrontare la malattia a viso aperto

+ Miei preferiti

Se c’è una cosa che insegna la triste vicenda di Nadia Toffa, malata sì ma tutt’altro che arrendevole e decisa a combattere ogni istante della sua vita, è su come i social abbiano (finalmente) una funzione positiva: la capacità di stroncare i gossip sul nascere. Oggi Nadia ha pubblicato una foto su Facebook in cui è evidente il senso profondo di questo periodo difficile della sua vita. Ha tolto agli avvoltoi di professione, agli odiatori che non credono o vogliono credere a una specie di pubblicità riflessa, ogni arma. Allora puoi essere indifferente, solidale o anche, per qualche motivo pregresso legato alla sua attività di giornalista, dal tono aggressivo, anche libero di compiacertene. Zuckerberg forse non ci aveva pensato, all’inizio della avventura, quali conseguenze avrebbero avuto i social nella vita del popolo globale. La foto di Nadia la pubblichiamo, simbolo di tantissime persone che vivono la sua stessa situazione. Non c'è nulla di morboso, nulla di cui vergognarsi, nulla da rimproverarsi. La vita è anche questa, anche per chi pensa che dovrebbe essere sempre glamour.

Ecco cosa ha scritto la conduttrice de "Le Iene". "Il giorno del compleanno è un giorno importante dell’anno in cui si tira una riga e si fanno bilanci. Ci riguarda da vicino, cavoli! Sono i nostri giorni trascorsi. È la nostra vita che ha preso varie direzioni. A volte queste direzioni sconvolgono i piani che avevamo prestabilito, a volte subiamo sterzate improvvise che non ci aspettavamo. Come fare le montagne russe ad occhi chiusi. E quindi ci si ritrova a dare un senso anche a quello che non ci piace e che non cercavamo. Ci ritroviamo a tratti fragili, a tratti più forti. Riconosciamo le nostre debolezze, che in condizioni di stabilità non ammettiamo. È bello osservare i propri limiti, è bello vivere. So che sembra una frase fatta, ma scriverlo fa effetto. E il mio bilancio di oggi si riassume in un pensiero d’amore e luce...“A TUTTA VITA”. Un grazie immenso per tutti i vostri meravigliosi auguri. Sono al telefono da stamattina presto. Grazie di esservi ricordati di me, sarà sicuramente un gran compleanno ragazzi. Vi abbraccio forte e buona vita. N."

Salute
Individuato un nuovo ceppo dell’Hiv
Individuato un nuovo ceppo dell’Hiv
Per la prima volta, in quasi due decenni, un team di scienziati ha individuato una nuova famiglia del virus. “Niente panico, ma la battaglia non è ancora vinta”, commentano gli esperti
Inghilterra, farmaci contro l’overdose distribuiti per strada
Inghilterra, farmaci contro l’overdose distribuiti per strada
I dati statistici di morti per droga sono così drammatici impietosi da aver convinto l’Inghilterra a varare una fase di test per la distribuzione per le strade di farmaci che contrastano l’overdose
Troppi neonati in crisi di astinenza da droghe
Troppi neonati in crisi di astinenza da droghe
Un fenomeno allarmante che fa registrare casi in tutta Italia, ma molto difficile da affrontare. Le stime della Società Italiana di Neonatologia
Johnson & Johnson ritira 33mila confezioni di talco
Johnson & Johnson ritira 33mila confezioni di talco
L’agenzia di controllo federale FDA ha accertato la presenza di amianto in una confezione di talco per bambini. L’indagine partita da 13mila denunce di consumatori
Nuova batosta per la Johnson & Johnson
Nuova batosta per la Johnson & Johnson
Dopo i 572 milioni pagati per la crisi degli oppiacei, un tribunale di Philadelphia ha condannato al pagamento di 8 miliardi di dollari ad un giovane a cui è cresciuto il seno per colpa di un farmaco
È esplosa la psicosi “ranitidina”
È esplosa la psicosi “ranitidina”
Il ritiro di alcuni farmaci in commercio e l’ordine dell’agenzia europea di verificare i contenuti di tutti quelli in vendita ha avuto un effetto dirompente, aumentato dalla presenza di falsi elenchi messi in rete
Crescono le vittime delle e-cig
Crescono le vittime delle e-cig
Nove morti e più di 500 fra malori e problemi respiratori, mentre gli esperti non riescono a individuare la sostanza che sta lentamente scatenando un’epidemia
Il batterio le ha divorato il cervello
Il batterio le ha divorato il cervello
Morta una bimba di 10 anni in Texas, il batterio Naegleria Fowleri le è entrato ndalle narici dopo un bagno in un fiume e in pochi giorni l'ha uccisa. Decine i casi analoghi
Gli esperti: il mondo rischia una pandemia
Gli esperti: il mondo rischia una pandemia
Lo scoppio di una malattia simil-influenzale potrebbe uccidere 80 milioni di persone in tutto il mondo in meno di due giorni. Lo dice un report di esperti che lancia l’allarme: il dovrebbe prepararsi
Le Filippine in allarme per un’epidemia di dengue
Le Filippine in allarme per un’epidemia di dengue
Dopo 146mila casi e 622 morti accertate da gennaio a oggi, le autorità hanno proclamato l’allarme nazionale: colpite sette delle 17 regioni del paese asiatico