La luce, l'anima e l'incontro con i propri cari
Cosa succede quando si é vicini alla morte

| Ricercatori danesi hanno presentato uno studio condotto su persone che sono state prossime, o credevano di esserlo, alla morte. I risultati dell'indagine nel congresso dell'Accademia Europea di Neurologia

+ Miei preferiti
Di Alberto C.Ferro

Vedere la tua vita scorrere davanti agli occhi in un sorprendente cono di luce, sperimentare il tempo che rallenta o avere la sensazione di andare alla deriva può essere uno stato d'animo più comune di quanto si pensasse: una persona su 10 ha avuto l’ esperienza di essere vicino alla morte, per un incidente o una malattia. Ricercatori danesi che studiano la risposta del corpo a un pericolo mortale imminente, reale o meno, hanno detto che queste esperienze sono innescate dallo stesso meccanismo che causa i sogni. Gli intervistati avrebbero incontrato membri della loro famiglia, sentendo l'anima strappata via o paralizzata “da un demone seduto sul petto”, un fenomeno che da allora è diventato un sogno ricorrente in uno dei partecipanti.

Precedenti ricerche su pazienti il cui cuore si è fermato hanno suggerito che tra il 5% e l'8% delle persone sperimenta un’NDE. Ma lo studio danese ha utilizzato le risposte al questionario di 1.034 partecipanti, in 35 paesi, e ha rilevato che quasi 300 persone hanno riportato una qualche tipo di esperienza psicologica o spirituale. La maggioranza - 73 per cento - ha detto che l'esperienza è stata spiacevole, ma delle 106 persone che hanno soddisfatto i criteri per una NDE "vera", come definito dalla scala Greyson NDE, il 53 per cento ha detto che è piacevole e solo 14 hanno detto che è sgradevole. Questo gruppo comprendeva persone che erano quasi annegate, persone, aggredite fisicamente, donne durante il parto e il risveglio dal coma.

Un'intervistata che è quasi annegata da bambina ha spiegato come era stata sopraffatta da un senso di "pace totale”. "Vent'anni dopo riesco ancora a ricordare come mi sentivo", ha detto ai ricercatori. "E' stata una sensazione incredibile".

L'esperienza più comune è stata quella di sentire il tempo che rallentava o distorceva, che è stata riportata dall'87 per cento delle persone, seguita da pensieri eccezionalmente veloci (65 per cento) e sensi vividi (63 per cento). Circa la metà ha avuto un'esperienza fuori dal corpo, e una donna ha detto che il parto è stato il fattore scatenante per la sua NDE. "Mi sono sentita come se fossi appena morta e sono andata in paradiso", ha detto l'anonima trentaseienne. "Ho sentito delle voci, ed ero sicura che non sarei tornata alla mia vita. Era strano. Non riuscivo a controllare il mio corpo”. Un americano che da bambino è stato trascinato in mare ha visto la sua vita balenare davanti ai suoi occhi, ricorda di aver visto i membri della sua famiglia morti e una luce intensa prima di cadere di nuovo attraverso un tunnel e quindi riemergere di nuovo nel suo corpo.

Il fenomeno è legato alla sovrapposizione di sonno e stati di veglia. Durante i cicli di sonno il cervello entra in uno stato noto come movimento rapido degli occhi (REM), dove il cervello è attivo come durante la veglia e sognare è più vivido. Questo stato può portare a sogni memorabili, e anche sentimenti di paralisi. Sono stati vissuti da circa la metà del gruppo NDE, rispetto al 16 per cento di coloro che non avevano una NDE.

I risultati sono stati presentati al congresso dell'Accademia Europea di Neurologia. "Abbiamo confermato l'associazione di esperienze di quasi morte con l'intrusione del sonno con movimenti rapidi degli occhi", ha detto il ricercatore capo dello studio, il Dr Daniel Kondziella, un neurologo dell'Università di Copenhagen. "Identificare i meccanismi fisiologici che stanno dietro l'intrusione del sonno REM nella veglia potrebbe farci comprendere meglio le esperienze di chi ha sfiorato la morte”.

Scienza
I batteri dell’Atacama,
una speranza per le malattie
I batteri dell’Atacama,<br>una speranza per le malattie
Un team scientifico ha isolato 46 molecole da batteri particolarmente resistenti: potrebbero aprire la strada alla nascita di nuovi farmaci, sempre più efficaci contro malattie e infezioni
Gli scienziati creano un embrione uomo-scimmia
Gli scienziati creano un embrione uomo-scimmia
Il team è arrivato a creare embrione chimera, ma l’esperimento è stato fermato: l’obiettivo creare un bacino di organi trapiantabili. Lo scetticismo della comunità scientifica internazionale
La Nasa scopre un pianeta abitabile
La Nasa scopre un pianeta abitabile
Il telescopio Tess ne ha individuati tre, ma il più grande potrebbe presentare le condizioni sufficienti per garantire la vita umana
Doug Lindsay, l’uomo che si è curato da solo
Doug Lindsay, l’uomo che si è curato da solo
Era un giovane universitario quando un male misterioso lo colpisce costringendolo a letto per gli 11 anni successivi. Quando si rende conto di essere affetto da una malattia rara, si è messo a studiare trovando una cura
Nel cuore del bosco la 'fattoria dei morti'
Nel cuore del bosco la
Gli studiosi dell'Università del Sud della Florida studiano i cicli della decomposizione dei cadaveri in uno spazio verde protetto. Avvoltoi, mammiferi e insetti "trasformano" i corpi immersi nella vegetazione
Mistero sulla Luna
Mistero sulla Luna
Un enorme ammasso ferroso sotterraneo che si estende per circa 300 km individuato da alcuni scienziati. Per gli esperti si tratterebbe dei residui di un asteroide o di un’eruzione vulcanica, ma c’è già chi ci vede una base aliena
Il dramma delle malattie rare
Il dramma delle malattie rare
Sono una decina di milioni in Europa le persone colpite da patologie rare, alcune mortali. Chi non può usare l’acqua, chi invecchia precocemente, chi vede crescere a dismisura i muscoli: fino al caso unico delle gemelle Fields
Un dente di Neanderthal contro il razzismo
Un dente di Neanderthal contro il razzismo
Un piccolo reperto archeologico scoperto in un’area sui Balcani potrebbe permetterci di capire di più sui rapporti tra uomini di razze diverse. Cambiando l'idea secondo cui i Sapiens erano migliori delle etnie che invadevano
L’ultima verità su Lady Diana
L’ultima verità su Lady Diana
Richard Shephered, il patologo forense che si occupò dell’indagine sulla morte della principessa, racconta in un libro che la principessa avrebbe potuto salvarsi. I ricordi un mestiere difficile, con oltre 23mila casi esaminati
A che ora è la fine dell’universo?
A che ora è la fine dell’universo?
Le ultime teorie degli astrofisici hanno spostato in avanti il momento in cui lo spazio cesserà di esistere. Ma con ogni probabilità sul nostro piccolo pianeta sarà già finito tutto miliardi di anni prima