Zuckenberg VS Parkinson

| Il Ceo di Facebook e sua moglie Priscilla hanno finanziato con 5 miliardi di dollari il “Ward”, un device cerebrale esterno in grado di correggere i movimenti attraverso scariche elettriche

+ Miei preferiti
Probabilmente, Mark Zuckenberg non vuole passare alla storia come l’uomo che inventò il mondo di condividere foto di gattini e pettegolezzi, ma per qualcosa di più serio. O forse, da buon uomo d’affari sempre in cerca di nuovi spunti per fare soldi, cerca solo di arrivare per primo.

Ma a 35 anni, da tempo incluso nella lista degli uomini più ricchi e potenti del mondo, Mark ha pensato insieme a sua moglie Priscilla Chan, di curare il pianeta. Va detto: gli Zuckenberg hanno sempre aiutato il prossimo. Nel 2013 donano un miliardo di dollari in beneficenza, due anni dopo fa ancora di più, regalando 45 miliardi, la prima parte del 99% del valore delle azioni di “Facebook”, e 500mila euro alla Croce Rossa Italiana per il sisma che ha devastato il centro Italia nel 2016.

Ma questa volta, Mark e Priscilla vogliono fare ancora di più: hanno venduto 29 milioni di azioni di “Facebook”, la loro creatura più redditizia, per finanziare con cinque miliardi di dollari “Wand”, un ambizioso progetto di ricerca biomedica che sta studiando un dispositivo in grado di trasformare i pensieri in comandi.

Finanziato attraverso la “CZI” (Chan Zuckenberg Initiative) e il “Darpa”, il dipartimento scientifico del Dipartimento della difesa americano e realizzato con la collaborazione della start-up “Cortera”, il progetto è stato descritto sulla rivista “Nature Biomedical Engineering” come un dispositivo cerebrale wi-fi governato da un algoritmo in grado di registrare, stimolare e addirittura modificare le attività di 128 punti del cervello, influenzandoli attraverso delle scariche. Lo scopo: trattare e sconfiggere malattie neurodegenerative come il Parkinson, l’Alzheimer, l’epilessia e i traumi della spina dorsale.

Wand sarebbe già stato testato su una scimmia, permettendo al team di medici e scienziati di modificare i movimenti: il primate doveva seguire un puntino sullo schermo manovrando un joystick e Wand è stato in grado di capire in anticipo movimenti che avrebbe fatto la scimmia modificandoli attraverso una scarica elettrica.

“Una sorta di pacemaker cerebrale che nel giro di una decina d’anni potrebbe realmente diventare rivoluzionario nel campo delle neuroscienze, perché lascia libero il soggetto di muoversi e capisce da solo quando e come modificare i modificare i movimenti”, ha assicurato Rikky Muller, ricercatrice a Berkeley e tra i soci fondatori del progetto.

Scienza
I cacciatori di virus
I cacciatori di virus
Squadre di virologi setacciano le caverne abitate dai pipistrelli a caccia di ceppi virali sconosciuti. Il Covid-19 era già stato individuato nel 2013, ma nel frattempo ha trovato un ospite che l’ha passato all’uomo
Il mistero del paziente zero
Il mistero del paziente zero
In Italia si tenta di individuare il responsabile dei due ceppi, in Veneto e Lombardia, e lo stesso cercano di fare i medici in Cina, per scoprire da chi è partita l’epidemia che ha travolto Wuhan. Ma storicamente, non è una ricerca facile
Segnali dallo spazio
Segnali dallo spazio
Gli scienziati stanno cercando di dare una risposta ad un fenomeno misterioso: dei potenti segnali radio provenienti dallo spazio più remoto che si ripetono ogni 16 giorni, seguendo uno schema fisso
Molto di nuovo sotto il sole
Molto di nuovo sotto il sole
La nuova missione “Solar Orbiter”, in collaborazione fra la Nasa e l’Esa europea, darà uno sguardo senza precedenti alla nostra stella
I misteriosi ronzii sentiti in tutto il mondo
I misteriosi ronzii sentiti in tutto il mondo
Sono andati avanti per mesi, preoccupando gli esperti. Una commissione è riuscita a stabilirne la causa: la formazione di un enorme vulcano sottomarino nell’arcipelago delle Mayotte, fra Madagascar e Mozambico
A new planet
A new planet
Si chiama TOI 700 d ed è il primo pianeta potenzialmente abitabile scoperto dalla missione della Nasa “TESS”: si trova a 100 anni luce dalla Terra
Eleni Antoniadou, il genio fasullo
Eleni Antoniadou, il genio fasullo
Il curriculum ne faceva una delle giovani donne più brillanti di sempre, un vero genio della bioingegneria che era piaciuta alla Nasa e alla Mattel, che sua volta aveva deciso di dedicare a suo nome una delle Barbie eroine
I batteri dell’Atacama,
una speranza per le malattie
I batteri dell’Atacama,<br>una speranza per le malattie
Un team scientifico ha isolato 46 molecole da batteri particolarmente resistenti: potrebbero aprire la strada alla nascita di nuovi farmaci, sempre più efficaci contro malattie e infezioni
Gli scienziati creano un embrione uomo-scimmia
Gli scienziati creano un embrione uomo-scimmia
Il team è arrivato a creare embrione chimera, ma l’esperimento è stato fermato: l’obiettivo creare un bacino di organi trapiantabili. Lo scetticismo della comunità scientifica internazionale
La Nasa scopre un pianeta abitabile
La Nasa scopre un pianeta abitabile
Il telescopio Tess ne ha individuati tre, ma il più grande potrebbe presentare le condizioni sufficienti per garantire la vita umana