In onore dei pompieri dell’11 settembre

| Anche sei vigili del fuoco italiani alla “New York City Memorial Stair Climb”, quarta edizione della gara in salita sugli 80 piani del World Trade Center, per ricordare le vittime di quel tragico giorno

+ Miei preferiti
Da sempre, in America li chiamano “The Bravest”, i coraggiosi, ma dopo la tragica giornata dell’11 settembre 2001, i vigili del fuoco sono diventati veri eroi, acclamati ogni volta che passano per le strade a sirene spiegate. Intervenuti in massa per aiutare i superstiti a uscire dalle Torri, tentarono di arrivare più in alto possibile e quando le due torri crollarono lasciando il mondo senza parole, furono ancora loro a gettarsi in mezzo a polvere e macerie per cercare superstiti, i feriti e dare almeno un corpo da piangere alle famiglie dei loro 343 colleghi per cui quel giorno fu l’ultimo.

Ogni anno, dal 2015, New York si riempie di vigili del fuoco che arrivano da ogni parte del mondo per partecipare alla “Memorial Stair Climb”, una gara benefica che va in scena sulle scale degli 80 piani del World Trade Center 3, per ricordare il sacrificio dei 343 pompieri, i 37 ufficiali della “Port Authority NY e NJ Police Department” e i 23 membri della polizia di New York morti nel tragico attentato dell’11 settembre. Ma anche le centinaia di soccorritori che ancora oggi continuano a morire a causa di malattie legate alle polveri malefiche dell’11 settembre. A tutti i partecipanti è chiesto soltanto di portare fino in cima un cartellino che riporta il nome di uno degli eroi dell’11 settembre. 

Ogni anno, la New York City Memorial Stair Climb sceglie un’organizzazione legata alla tragedia a cui devolvere interamente le offerte: dal 2015 ad oggi, sono stati raccolti oltre 250mila dollari. Quest’anno, i proventi saranno devoluti alla “”Soldier’s Journey Home”, un’organizzazione no-profit che vuole costruire di una casa-famiglia per reduci e feriti dell’esercito americano.

I pompieri devono salire nel minor tempo possibile lungo le scale portandosi appresso 20 kg di peso fra elmetto, bombole, respiratori, completo antifiamma, stivali e attrezzatura. E anche quest’anno, al via del 4 maggio prossimo, fra i 400 pompieri ci sarà anche una rappresentanza italiana. Una squadra di sei vigili del fuoco valdostani formata da Roberto Fosson, 40 anni, di Verrès, Diego Giacché, 34, di Aosta, Jonathan Lentini, 34, di Pollein, Luca Pison, 32, di Châtillon, e Fabio Vauthier, 36 anni, di Arvier. Insieme a loro anche Diego Tortoioli, vigile del fuoco perugino. Lo scorso anno, Lentini e Pison sono stati gli unici due italiani iscritti, chiudendo la gara al 7° e al 12° posto.

Galleria fotografica
In onore dei pompieri dell’11 settembre - immagine 1
In onore dei pompieri dell’11 settembre - immagine 2
In onore dei pompieri dell’11 settembre - immagine 3
In onore dei pompieri dell’11 settembre - immagine 4
In onore dei pompieri dell’11 settembre - immagine 5
In onore dei pompieri dell’11 settembre - immagine 6
In onore dei pompieri dell’11 settembre - immagine 7
In onore dei pompieri dell’11 settembre - immagine 8
In onore dei pompieri dell’11 settembre - immagine 9
In onore dei pompieri dell’11 settembre - immagine 10
In onore dei pompieri dell’11 settembre - immagine 11
In onore dei pompieri dell’11 settembre - immagine 12
In onore dei pompieri dell’11 settembre - immagine 13
In onore dei pompieri dell’11 settembre - immagine 14
Sociale
Il Muro della Memoria, per le vittime del Covid-19
Il Muro della Memoria, per le vittime del Covid-19
Da pagina Facebook aperta a chi voleva ricordare una persona cara uccisa dal virus, si sta trasformando nell’idea di un memoriale di gente che non merita di finire soltanto nelle statistiche
Jaden Smith pensa ai senzatetto
Jaden Smith pensa ai senzatetto
Il primogenito di Will Smith ha pagato di tasca propria un food truck che distribuisce cibo fresco e sano alle persone senza fissa dimora di Los Angeles. "Ed è solo l'inizio", ha dichiarato
Lo sport per aiutare i giovani
Lo sport per aiutare i giovani
Nel Distretto Sociale del Cottolengo di Torino, inaugurato alla presenza del presidente del CONI Giovanni Malagò il progetto “Vincere da grandi” che permette a giovani in difficoltà di vivere esperienze sportive
Torna la Colletta Alimentare
Torna la Colletta Alimentare
In 13mila supermercati italiani, migliaia di volontari si occupano di raccogliere cibo per le cinque milioni di persone che vivono in indigenza assoluta: una cifra più che raddoppiata in soli sei anni
Soggiorni gratuiti per chi combatte la pandemia in prima linea
Soggiorni gratuiti per chi combatte la pandemia in prima linea
I villaggi Isaholidays offrono soggiorni settimanali gratuiti a medici, infermieri, personale della protezione civile e famiglie con bambini direttamente coinvolti dalla pandemia
La Spice-shirt per la parità di genere
La Spice-shirt per la parità di genere
Le quattro “spezie”, ormai prossime ad un tour da record, hanno associato la loro immagine ad una lodevole iniziativa benefica