Gli antinatalisti: basta fare figli

| Si definiscono movimenti e sono in perenne lotta contro la sovrappopolazione del pianeta. Stanno raccogliendo firme per presentare alle Nazioni Unite una proposta: fermiamo le gravidanze

+ Miei preferiti
L’antinatalismo è definito una posizione filosofica che si fonda su un aberrante principio: sovrappopolazione, carestie e sfruttamento delle risorse del pianeta potrebbero risolversi mettendo al mondo meno figli, o meglio ancora, estinguendosi. In pratica, meno siamo e meglio vivremo, e se di noi non ne restasse neanche uno, il pianeta ne godrebbe. Fra i gruppi più attivi spiccano il “Voluntary Human Exctinction Movement”, movimento che propone la pacifica estinzione umana volontaria come soluzione alla distruzione dell’ecosistema terrestre, e il “Population Matters”, autodefinito ente benefico che con un approccio leggermente più morbido si occupa di studiare soluzioni popolazione e sostenibilità ambientale. “Non siamo disadattati, misantropi e asociali che provano piacere ad ogni disastro, ma semplicemente gente che ha a cuore la vita sulla Terra”.

Il testo guida della filosofia di pensiero è “The Population Bomb”, scritto da Paul Ehrilch, ambientalista e biologo americano che ha dedicato buona parte dei suoi sforzi allo studio della sovrappopolazione. Sulla stessa linea, secondo alcuni studi, si concentravano le idee di pensatori illustri come Giacomo Leopardi, Arthur Schopenhauer e David Benatar.

Vedendo lo scempio del pianeta, sempre più irreversibile, gli antinatalisti hanno deciso di passare all’azione attraverso una raccolta firme che contano di recapitare quanto prima all’Onu insieme ad un dossier in cui calcoli alla mano si chiede di interrompere la pratica del parto in tutto il mondo. Finora hanno raccolto 27mila firme, pochine, ma non mollano: “L’obiettivo è l’armonia fra la razza umana e lo splendido pianeta che abitiamo - ha dichiarato uno dei portavoce di Population Matters – e l’unico modo è avere meno figli e diventare una specie vivente molto più sostenibile”. I loro calcoli si basano sulle cifre della popolazione terrestre, ma soprattutto sulle stime future: entro i prossimi 80 anni da queste parti sarà necessario fare spazio a 11 miliardi di persone che vanno sfamate, vestite, riscaldate e dissetate.

L’esempio più lampante di antinatalismo portato all’estremo è la vicenda di qualche mese fa, che ha avuto come protagonista un giovane 27enne indiano, talmente scontento della propria esistenza da trascinare i genitori in tribunale, accusandoli di averlo messo al mondo senza prima chiedergli il permesso.

Società
Giordania: rifugiati? Sì grazie
Giordania: rifugiati? Sì grazie
La grande quantità di profughi nella nazione mediorientale ha obbligato il governo a offrire nuovi servizi creando – anche grazie ad aiuti internazionali – nuovi posizioni di lavoro. Con positive ricadute sul bilancio economico del Paese
The perfect city
The perfect city
La giapponese Tokyo sembrerebbe – secondo The Economist – la città più sicura in cui vivere. Roma e Milano si piazzano a metà classifica. La volontà politica che manca per migliorare la sicurezza urbana in Italia
Prevedere il suicidio,
una sfida impossibile
Prevedere il suicidio,<br>una sfida impossibile
Con l’intelligenza artificiale si potrà aumentare la possibilità di capire chi ha mente di togliersi la vita, ma debellare definitivamente una delle principali cause di morte sarà difficile. Lo ha ammesso un’analisi psichiatrica australiana
Disobbedire civilmente contro le leggi ingiuste
Disobbedire civilmente contro le leggi ingiuste
Risale a quasi due secoli fa il saggio in cui Thoreau afferma che è necessario disubbidire a regole inique con una resistenza non violenta. Il caso Rackete fa comprendere quanto siano ancora attuali i concetti del pensatore statunitense
Vincent Lambert è morto
Vincent Lambert è morto
Otto giorni fa, su ordine del tribunale, gli erano stati interrotti i trattamenti di nutrizione e idratazione che da dieci anni lo tenevano in vita
Una famiglia arcobaleno
Una famiglia arcobaleno
Bruce Downe è stato l’ultimo a confessare la propria omosessualità: prima di lui la moglie Joanne e il figlio Tyler
L’altro lato dell’assicurazione
L’altro lato dell’assicurazione
Ormai non possiamo più fare a meno di proteggerci contro qualsiasi evenienza: non solo per l’auto, ma anche per la casa o il figlio, che potrebbe investire qualcuno con la sua bicicletta. Diffusi i dati sui reclami di chi si assicura
Via libera alle telecamere negli asili
Via libera alle telecamere negli asili
Insieme alle case di riposo, potranno installare dei sistemi di videosorveglianza che saranno visibili solo alle forze dell’ordine in seguito a denuncia
Sesso all'italiana
Sesso all
Per conto della Bayer, il Censis ha realizzato un Rapporto sul sesso in Italia: si fa più spesso, con più partner e con meno inibizioni rispetto a un tempo
L'ex di Meghan sposa ereditiera
L
Fastoso matrimonio poco dopo la nascita di Archie dopo una festa con centinaia di invitati alle Hawai. Poi la cerimonia in California