Turismo sessuale: l’Italia ai primi posti

| Lo denuncia l’Ecpat, che da 30 anni si batte per sconfiggere la piaga ma assiste ad un aumento vertiginoso dei viaggi di uomini e donne, sempre più a caccia di giovanissimi

+ Miei preferiti
C’è una classifica in cui svettano gli italiani, ma è difficile esserne orgogliosi: è quella del turismo sessuale, in cui l’Italia resta saldamente in testa al primato. Lo dice un rapporto della “Ecpat” (End Child Prostitution and Trafficking), una onlus che da anni si batte contro lo sfruttamento sessuale delle popolazioni più povere del pianeta.

Ma l’Italia, il record non sembra aver alcuna intenzione di mollarlo: a tenere alta la bandiera sono per lo più uomini benestanti fra i 20 e 45 anni, con titolo di studio medio-alto e particolarmente attratti dai giovanissimi, maschi o femmine che siano. Ad alzare la media non sono solo i “sex-offenders”, ma anche insospettabili uomini d’affari che durante viaggi di lavoro si concedono qualche scappatella facile e senza conseguenze sulla propria esistenza. Ed è in forte crescita il turismo sessuale femminile, che predilige la Giamaica, i Caraibi in genere e il Kenya.

Fa storia il caso del Brasile, che nel 2014 ha ospitato i mondiali di calcio: mesi prima dell’inizio del campionati del mondo, i corsi di lingua italiana e inglese hanno moltiplicato le iscrizioni di giovanissimi che volevano rendersi pronti all’arrivo dei turisti pieni di desideri e denaro.

Per andare a colpo sicuro basta acquistare un biglietto per la Thailandia, o ancora il Brasile, il Kenya, la Moldavia e l’est europeo: lì trovano a disposizione adolescenti e bambini addestrati di tutto punto da organizzazioni che nella prostituzione trovano un modo velocissimo di fare soldi, e anche tanti. Per quel genere di turisti poi non c’è neanche il fastidio di mettersi a cercare: basta frequentare i posti giusti per vedersi consegnare veri cataloghi con foto, specialità, costi e contatti.

A dare manforte al fenomeno ci sono anche siti specializzati che offrono recensioni su centri massaggi, strip club e perfino su ragazze e ragazzi che si prostituiscono. I più esperti si rivolgono al “dark web”, dove la criminalità organizzata ha letteralmente moltiplicato le possibilità di trovare materiale pedopornografico per accontentare qualsiasi tipo di perversione. Pensare che sia un fenomeno circoscritto alle zone più povere del mondo è sbagliato: le cronache insegnano che il web si è sostituito all’educazione alla sessualità di un tempo, rendendo del tutto normale il peggio del peggio.

Società
La falsa illusione della condanna di Derek Chauvin
La falsa illusione della condanna di Derek Chauvin
Accompagnato da un plauso mondiale senza precedenti, il processo sulla morte di George Floyd ha dato l’illusione di un cambiamento radicale. Ma la strada per l’uguaglianza è ancora lunga, e disseminata di morti
La nuova inutilità dei vecchi malati e improduttivi
La nuova inutilità dei vecchi malati e improduttivi
Superata la mortalità infantile, nell’antichità la durata media della vita era equiparabile a quella odierna. Ma rispetto a oggi, erano molte meno le persone che invecchiavano. L’aumento degli anziani sta creando inedite tensioni sociali
Olanda, eutanasia anche per i minori di 12 anni
Olanda, eutanasia anche per i minori di 12 anni
L’estensione del suicidio assistito ai bambini affetti da mali incurabili scatena feroci polemiche nei Paesi Bassi. Per procedere sarà necessario il consenso del bimbo stesso e di genitori
La politica che ci attende
La politica che ci attende
Benjamin Studebaker, professore a Cambridge, ritiene che la fine dell’ordine liberale scatenerebbe il caos nel mondo. La sua sopravvivenza significherebbe invece una sofferenza economica senza limiti. Qual è la soluzione?
I regimi dittatoriali hanno ancora un fascino?
I regimi dittatoriali hanno ancora un fascino?
Il filosofo Jonathan Wolff si domanda, in un articolo su Aeon, se i governi totalitari - che promettono al popolo rinnovamenti radicali grazie a un potere supremo – siano un segnale di pericolo per una rinascita dei sistemi fascisti
Le emozioni degli italiani durante il lockdown
Le emozioni degli italiani durante il lockdown
Oltre un migliaio di nostri connazionali hanno risposto alle domande dell’Osservatorio Violenza e Suicidio: se ne parla venerdì 12 in una diretta Facebook
Razzismo e radicalismi sono parte di noi
Razzismo e radicalismi sono parte di noi
È insito nella natura umana la presenza di odio e paure nei confronti degli altri e dei diversi, che tanti danni ha fatto alla nostra civiltà. L’arrivo della pandemia e i disastri ecologici potrebbero esacerbare xenofobia e nazionalismi
Rachel Slawson, la prima aspirante Miss USA bisex
Rachel Slawson, la prima aspirante Miss USA bisex
In 68 anni di storia del concorso di bellezza più celebre d’America, la 25enne Miss Utah è stata ammessa alla finale malgrado la propria bisessualità. La sua è una battaglia per la comunità LGBT e per la lotta alla prevenzione dei suicidi
Un mondo fatto di diseguaglianze
Un mondo fatto di diseguaglianze
L’1% dei più ricchi al mondo possiede più del doppio della ricchezza di 6,9 miliardi di persone, ma non fa nulla per restituire la propria fortuna alla società in cui vive. L’Oxfam lancia l’allarme: è un mondo ingiusto
I ricchi vivono un decennio in più dei poveri
I ricchi vivono un decennio in più dei poveri
Sembra una battuta, invece è il risultato di un serissimo studio che mescola l’aspettativa di vita con la qualità dell’esistenza: chi ha disponibilità economiche, incontra più tardi i problemi dell’età