Vincent Lambert è morto

| Otto giorni fa, su ordine del tribunale, gli erano stati interrotti i trattamenti di nutrizione e idratazione che da dieci anni lo tenevano in vita

+ Miei preferiti
Vincent Lambert si è spento nel suo letto nel reparto di cure palliative dell’ospedale universitario di Reims. Al paziente tetraplegico, il cui destino ha diviso la Francia sul tema del fine vita, il 2 luglio scorso erano stati interrotti i trattamenti di nutrizione e idratazione passando ad uno stato di “sedazione profonda e continua”.

È stata la famiglia a comunicare il decesso dell’uomo, un ex infermiere di 42 anni che dieci anni fa era stato vittima di un grave incidente stradale.

Poche ore fa, una folla silenziosa si era radunata sul sagrato della chiesa di Saint Sulpice, a Parigi, per una veglia di preghiera.

Galleria fotografica
Vincent Lambert è morto - immagine 1
Società
Colorado: 5 anni di cannabis libera
Colorado: 5 anni di cannabis libera
Se le casse del primo Stato americano ad aver legalizzato la marijuana godono, non si può dire altrettanto per l’aumento degli incidenti stradali e dei casi di problemi mentali
Perché una donna non è proprietà
Perché una donna non è proprietà
Il “Progetto Alice”, ideato per le scuole secondarie di primo e secondo grado, ha come obiettivo educare le nuove generazioni a sentimenti che non si trasformino mai in violenza
Corea del Sud: i rehab per la smartphone-dipendenza
Corea del Sud: i rehab per la smartphone-dipendenza
Gli adolescenti sudcoreani sono fra i giovani più colpiti dalla sindrome da dipendenza che li rende apatici, distanti e isolati. Il governo ha creato per loro 400 campi di cura
Alessandra: suicida in Svizzera, ma era solo depressa
Alessandra: suicida in Svizzera, ma era solo depressa
La recente sentenza della Consulta "spegne" l'indagine di Catania sulla morte dell'insegnante morta a Zurigo. Ma i dubbi restano
Lettera di un un uomo che vuole morire con dignità ma nel nome del Signore
Lettera di un un uomo che vuole morire con dignità ma nel nome del Signore
Dopo la storica decisione della consulta, riprendono le polemiche sul vuoto legislativo di una politica che non sa decidere, stretta com'è da condizionamenti religiosi e dal timore di perdere consensi
"Adesso tutti liberi di scegliere il fine vita"
"Adesso tutti liberi di scegliere il fine vita"
Marco Cappato dopo la sentenza della corte costituzionale. L'associazione medici anestesisti cattolici (4mila iscritti) pronta ad appellarsi all'abiezione di coscienza contro i malati terminali decisi a porre fine alle proprie sofferenze
Giordania: rifugiati? Sì grazie
Giordania: rifugiati? Sì grazie
La grande quantità di profughi nella nazione mediorientale ha obbligato il governo a offrire nuovi servizi creando – anche grazie ad aiuti internazionali – nuovi posizioni di lavoro. Con positive ricadute sul bilancio economico del Paese
Gli antinatalisti: basta fare figli
Gli antinatalisti: basta fare figli
Si definiscono movimenti e sono in perenne lotta contro la sovrappopolazione del pianeta. Stanno raccogliendo firme per presentare alle Nazioni Unite una proposta: fermiamo le gravidanze
The perfect city
The perfect city
La giapponese Tokyo sembrerebbe – secondo The Economist – la città più sicura in cui vivere. Roma e Milano si piazzano a metà classifica. La volontà politica che manca per migliorare la sicurezza urbana in Italia
Prevedere il suicidio,
una sfida impossibile
Prevedere il suicidio,<br>una sfida impossibile
Con l’intelligenza artificiale si potrà aumentare la possibilità di capire chi ha mente di togliersi la vita, ma debellare definitivamente una delle principali cause di morte sarà difficile. Lo ha ammesso un’analisi psichiatrica australiana