Britney Spears ricoverata per stress emotivo

| L’artista ha comunicato di voler staccare la spina per stare accanto al padre gravemente malato. Secondo i media, avrebbe scelto un centro di salute mentale che l’aveva già ospitata in passato

+ Miei preferiti
Secondo quanto riporta il sito “TMZ”, Britney Spears sarebbe stata ricoverata in un centro di salute mentale per stress emotivo e psicologico. Una rivelazione che arriva dopo l’annuncio fatto su Instagram dall’artista di volersi prendere un periodo lontano dalla vita pubblica. La “Principessa del Pop”, 38 anni, starebbe combattendo contro le conseguenze emotive derivate dai problemi di salute del padre Jamie, sottoposto a interventi chirurgici all’intestino e al colon. “Un paio di mesi fa mio padre è stato ricoverato ed è quasi morto. Siamo tutti grati che sia riuscito a sopravvivere, ma la strada è ancora lunga. Ho preso questa decisione per concentrare tutte le mie energie sulla mia famiglia”.



La cantante, nata a McComb, nel Mississippi, e considerata una delle artiste più rivoluzionarie della scena pop internazionale, sarebbe ricoverata già da una settimana in un centro specializzato, per seguire una terapia della durata di un mese.

Lo spettacolo “Britney: Domination” aveva già subito uno stop con date annullate all’improvviso lo scorso gennaio, accompagnate da un altro post di Britney che annunciava di voler stare vicina al padre. La Spears non è nuova a ricoveri e rehab: nel 2007 era stata ricoverata in un centro di salute mentale mostrandosi totalmente rasata a zero.

Galleria fotografica
Britney Spears ricoverata per stress emotivo - immagine 1
Spettacolo
È morto James, figlio di Robert Redford
È morto James, figlio di Robert Redford
Ucciso dal brutto male contro cui lottava da due anni: era un apprezzato sceneggiatore, sempre vicino alle cause umanitarie. È il secondo figlio che muore al leggendario attore di Hollywood
La strage delle star orientali
La strage delle star orientali
Lunedì è morta in ospedale l’attrice sudcoreana Oh In-hye e il giorno successivo la giapponese Sei Ashina. Ieri la notizia del decesso del cantante e conduttore Alien Huang
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
Il popolare talk show americano finisce nella bufera dopo le accuse di una decina di dipendenti che parlano di maltrattamenti, bullismo e violenze
Travolta lascia Scientology
Travolta lascia Scientology
L’attore in disaccordo con le dottrine del fondatore, che non ammetteva le cure chemioterapiche. In un posto, Travolta ha ringraziato i medici del centro che ha aiutato Kelly Preston nella sua battaglia
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Nell’estremo tentativo di proteggere il marito, l’imprenditrice parla per la prima volta del disturbo bipolare del rapper e delle difficoltà di convivere con questi problemi
Suicida il nipote di Elvis
Suicida il nipote di Elvis
Benjamin Keough, 27 anni, uno dei figli di Lisa Maria, si sarebbe tolto la vita con un colpo d’arma da fuoco. Rispetto al resto della famiglia aveva scelto un profilo basso, e di lui non si mai saputo molto
Si spengono le luci del Cirque du Soleil
Si spengono le luci del Cirque du Soleil
La società canadese, costretta a fermare i 44 spettacoli in tutto il mondo, annuncia il ricorso alla bancarotta controllata nel tentativo di ristrutturare il debito e tornare in pista. Quasi 4.000 dipendenti licenziati
Il Bataclan è in vendita
Il Bataclan è in vendita
La sala da concerto parigina diventata uno dei simboli degli attentati del 13 novembre di cinque anni fa, travolta dai problemi economici e dal lockdown
Barba Streisand dona azioni Disney alla figlia di George Floyd
Barba Streisand dona azioni Disney alla figlia di George Floyd
La grande artista ha acquistato azioni del colosso Disney da donare alla figlia dell’uomo ucciso a Minneapolis. È solo l’ultima dimostrazione di affetto e solidarietà ricevuta dalla famiglia Floyd
Anche Bollywood è in crisi
Anche Bollywood è in crisi
La prolifica industria cinematografica indiana azzerata dalla pandemia: stagione compromessa, produzioni ferme e forte timore che riaprire i cinema non basterà