Elvis è vivo, avvistato a Graceland con il fratello

| La teoria della cospirazione si arricchisce di un nuovo capitolo: il re del rock sarebbe stato visto nella sua ex residenza di Memphis, questa volta in compagnia del fratello gemello, morto anche lui

+ Miei preferiti
Elvis Presley è morto il 16 agosto del 1977: probabilmente dal giorno dopo, al massimo quello dopo ancora, si è diffusa la teoria secondo cui il “Re del Rock’n’Roll” non sarebbe affatto deceduto, ma avrebbe scelto il modo più lesto per togliersi di mezzo e vivere il resto dell’esistenza come una persona normale. Il motivo? Per qualcuno non ne poteva più del circo che ruotava intorno al suo nome, per altri la mafia l’aveva condannato a morte, ma ovviamente nessuno sa per quale motivo avrebbe dovuto farlo.

Da allora, Elvis viene ciclicamente avvistato ai quattro angoli della Terra, in genere mescolato alla folla. L’ultimo, o meglio il più recente, è roba di qualche giorno fa, quando Elvis in persona si sarebbe mescolato alle migliaia di fans riunire nella sua tenuta di Graceland, in Tennessee, per commemorare il 42° anniversario della sua morte. Una telecamera di sicurezza l’avrebbe inquadrato, nientemeno in compagnia del fratello Jesse, ufficialmente il gemello che non era sopravvissuto al parto di massa Gladys, 42 anni prima. La notizia è rimbalzata sui social, dove gli esperti della teoria hanno analizzato il video un frammento dopo l’altro assicurando che quello era Elvis in persona, con i capelli bianchi e una camicia rossa, mentre Jesse si intravede distintamente mentre passa alle spalle del presentatore, vestito con una camicia blu, giusto per non confondere i fan. Jesse Garon Presley è stato spesso coinvolto nelle cospirazioni intorno a Elvis: secondo qualcuno, oltre che vivo, nel tempo avrebbe spesso impersonato sulla scena o in giro per il mondo il re del rock.

Il primo mistero della morte di Elvis, secondo i cospiratori più agguerriti, risale a qualche giorno dopo il funerale, quando in tanti sono pronti a giurare di averlo visto su un volo verso Buenos Aires. La curiosità di centinaia di fan costringe la compagnia aerea a rivelare l’identità dell’uomo, lasciando tutti senza parole: Jon Burrows, lo stesso nome che usava Elvis per registrarsi negli alberghi.

Il 31 dicembre, sempre del 1977, un uomo in visita a Graceland guarda con attenzione le foto scattate e si accorge che da dietro una porta c’era Elvis, o il suo sosia perfetto. Altre indagini, che questa volta costringono la Kodak ad analizzare foto e rullino, per stabilire che non era stato manomesso. Di Elvis si perdono le tracce fino alla fine degli anni Ottanta, quando diversi testimoni affermano di averlo avvistato a Kalamazoo, piccola cittadina del Michigan dove il Re si era esibito poco prima della morte: lo vedono in coda per far benzina, al fast-food e in giro per la città. L’ultimo avvistamento è più semplice da controllare di persona: in una sequenza di “Mamma ho perso l’aereo”, quando Kate McAllister tenta di prenotare un volo di ritorno verso Chicago, dove è rimasto il piccolo Kevin (Macaulay Culkin), si vede un uomo in coda che sembra Elvis, anche se un po’ ingrassato e invecchiato. Eppure, per qualcuno, i movimenti della testa sono quelli tipici del re. Il regista Chris Columbus e l’intero staff commentarono con una risata l’avvistamento, ma malgrado le pressioni, l’identità di quella comparsa non è mai stata rivelata.

Galleria fotografica
Elvis è vivo, avvistato a Graceland con il fratello - immagine 1
Spettacolo
Con Walt Disney, Fantasia al potere
Con Walt Disney, Fantasia al potere
Compie 80 anni uno dei film d’animazione più famosi e originali di sempre, che ha introdotto nel mondo dei cartoon paradigmi e livelli di qualità del tutto nuovi. Geniale l’idea di sincronizzare la musica classica ai movimenti dei disegni
Michael J. Fox: «Ho finito l’ottimismo»
Michael J. Fox: «Ho finito l’ottimismo»
In un’intervista che anticipa l’uscita del suo quarto libro, l’ex star di “Back to the Future” affetta da tempo dal Parkinson svela di aver combattuto contro un brutto male e l’accanimento del destino
È morto James, figlio di Robert Redford
È morto James, figlio di Robert Redford
Ucciso dal brutto male contro cui lottava da due anni: era un apprezzato sceneggiatore, sempre vicino alle cause umanitarie. È il secondo figlio che muore al leggendario attore di Hollywood
La strage delle star orientali
La strage delle star orientali
Lunedì è morta in ospedale l’attrice sudcoreana Oh In-hye e il giorno successivo la giapponese Sei Ashina. Ieri la notizia del decesso del cantante e conduttore Alien Huang
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
Il popolare talk show americano finisce nella bufera dopo le accuse di una decina di dipendenti che parlano di maltrattamenti, bullismo e violenze
Travolta lascia Scientology
Travolta lascia Scientology
L’attore in disaccordo con le dottrine del fondatore, che non ammetteva le cure chemioterapiche. In un posto, Travolta ha ringraziato i medici del centro che ha aiutato Kelly Preston nella sua battaglia
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Nell’estremo tentativo di proteggere il marito, l’imprenditrice parla per la prima volta del disturbo bipolare del rapper e delle difficoltà di convivere con questi problemi
Suicida il nipote di Elvis
Suicida il nipote di Elvis
Benjamin Keough, 27 anni, uno dei figli di Lisa Maria, si sarebbe tolto la vita con un colpo d’arma da fuoco. Rispetto al resto della famiglia aveva scelto un profilo basso, e di lui non si mai saputo molto
Si spengono le luci del Cirque du Soleil
Si spengono le luci del Cirque du Soleil
La società canadese, costretta a fermare i 44 spettacoli in tutto il mondo, annuncia il ricorso alla bancarotta controllata nel tentativo di ristrutturare il debito e tornare in pista. Quasi 4.000 dipendenti licenziati
Il Bataclan è in vendita
Il Bataclan è in vendita
La sala da concerto parigina diventata uno dei simboli degli attentati del 13 novembre di cinque anni fa, travolta dai problemi economici e dal lockdown