I Jackson in difesa di Michael

| Un documentario tenta di riabilitare l’immagine di MJ, finito nella bufera dopo il documentario e ormai oggetto di boicottamento anche della sua musica

+ Miei preferiti
Stanca della campagna diffamatoria scatenata intorno al nome di Michael dal docu-film “Leving Neverland”, quello che racconta gli abusi subiti da due ex adolescenti nel celebre ranch californiano dell’artista, la famiglia Jackson ha scelto di contrattaccare.

Su YouTube è stato diffuso un video di una trentina di minuti che tenta di riabilitare l’immagine di MJ mentre si avvicina il decimo anniversario della morte, avvenuta il 25 giugno del 2009. Il filmato, intitolato “Neverland Firsthand: investigating the Michael Jackson documentary”, è prodotto e condotto dal giornalista australiano Liam McEwan e racchiude documenti, ripercorre le vicende processuali e presenta testimonianze inedite sulla correttezza di MJ, fra cui quelle di Taj e Brandi Jackson, nipoti di Michael.



Il video parte dal 1993, l’anno in cui Jordan Chandler, un adolescente, accusa pubblicamente MJ di violenza sessuale: una vicenda che si chiuderà l’anno successivo con un assegno di 23milioni di dollari. Secondo quanto racconta il nuovo documentario, “soldi che non erano di Michael ma della compagnia di assicurazione”. Ma soprattutto si spiega anche quanto sia semplice, per una celebrità, finire sotto accusa da parte di qualcuno: Britney Spears ne sa qualcosa, Will Smith anche.

La conclusione, ovviamente, è sull’attualità: “Leaving Neverland”. I nipoti di MJ si chiedono che tipo di rapporto avessero i due accusatori, James Safechuck e Wade Robson, ma raccontano anche i propri ricordi: “Era sempre chiuso in uno studio di registrazione, non aveva una vita e non l’aveva avuto neanche quand’era giovanissimo. Era curioso, solo, triste, in cerca di affetto. Nient’altro”.

Galleria fotografica
I Jackson in difesa di Michael - immagine 1
Spettacolo
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
Il popolare talk show americano finisce nella bufera dopo le accuse di una decina di dipendenti che parlano di maltrattamenti, bullismo e violenze
Travolta lascia Scientology
Travolta lascia Scientology
L’attore in disaccordo con le dottrine del fondatore, che non ammetteva le cure chemioterapiche. In un posto, Travolta ha ringraziato i medici del centro che ha aiutato Kelly Preston nella sua battaglia
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Nell’estremo tentativo di proteggere il marito, l’imprenditrice parla per la prima volta del disturbo bipolare del rapper e delle difficoltà di convivere con questi problemi
Suicida il nipote di Elvis
Suicida il nipote di Elvis
Benjamin Keough, 27 anni, uno dei figli di Lisa Maria, si sarebbe tolto la vita con un colpo d’arma da fuoco. Rispetto al resto della famiglia aveva scelto un profilo basso, e di lui non si mai saputo molto
Si spengono le luci del Cirque du Soleil
Si spengono le luci del Cirque du Soleil
La società canadese, costretta a fermare i 44 spettacoli in tutto il mondo, annuncia il ricorso alla bancarotta controllata nel tentativo di ristrutturare il debito e tornare in pista. Quasi 4.000 dipendenti licenziati
Il Bataclan è in vendita
Il Bataclan è in vendita
La sala da concerto parigina diventata uno dei simboli degli attentati del 13 novembre di cinque anni fa, travolta dai problemi economici e dal lockdown
Barba Streisand dona azioni Disney alla figlia di George Floyd
Barba Streisand dona azioni Disney alla figlia di George Floyd
La grande artista ha acquistato azioni del colosso Disney da donare alla figlia dell’uomo ucciso a Minneapolis. È solo l’ultima dimostrazione di affetto e solidarietà ricevuta dalla famiglia Floyd
Anche Bollywood è in crisi
Anche Bollywood è in crisi
La prolifica industria cinematografica indiana azzerata dalla pandemia: stagione compromessa, produzioni ferme e forte timore che riaprire i cinema non basterà
Suicida ex coniglietta di Playboy
Suicida ex coniglietta di Playboy
Ashley Mattingly, 33 anni, trovata morta nel suo appartamento di Austin, in Texas. Avrebbe lasciato un biglietto in cui spiega i motivi del gesto estremo. Da tempo lottava contro la depressone e la dipendenza
L’intricato scandalo che scuote Broadway
L’intricato scandalo che scuote Broadway
Proteste davanti al teatro dove va in scena il ritorno di West Side Story per la presenza di Amar Ramasar, ballerino accusato di aver divulgato immagini di nudo di colleghe, fra cui la fidanzata, che l’ha perdonato