I ritardi di Madonna diventano una class action

| La star si è presentata sul palco due ore e mezza dopo l’orario di inizio delle tappe del suo tour, facendo infuriare i fans: dopo la querela di uno di loro, gli altri pensano ad un’azione collettiva

+ Miei preferiti
Nel mondo della musica, sta montando una protesta che non ha precedenti: numerosi fan di Madonna stanno pensando ad una “class action” per i continui e irritanti ritardi nell’inizio dei concerti del “Madame X Tour”, la tournée che Madonna ha voluto in luoghi più raccolti, evitando grandi arene ed enormi palazzetti. Una vicinanza all’artista che però si paga a caro prezzo, con i costi dei biglietti che raggiungono cifre astronomiche e il divieto assoluto di utilizzo di cellulari e smartphone.

Il ritardo, da vera regina che sa farsi attendere, è una costante di Madonna, ma questa volta pare che la signora Ciccone abbia esagerato. Nel corso delle prime date dell’undicesimo tour della sua carriera, a supporto dell’album “Madame X”, iniziato a Brooklyn lo scorso 17 settembre e destinato a concludersi a Parigi l’8 marzo del 2020, dopo aver fatto tappa a New York, Chicago, San Francisco, Las Vegas, Los Angeles, Boston, Philadelphia, Miami, Lisbona e Londra, l’artista è riuscita ad irritare i fan in trepidante attesa accumulando una media di più di due ore e mezza di ritardo. Un episodio che ha spinto “Live Nation” a spostare l’orario di inizio dei concerti restanti, dopo migliaia di proteste piovute attraverso i social.

Ma a qualcuno non è bastato: Nate Hollander, un giovane fan della “Material Girl”, ha scelto di presentare una causa contro lo slittamento dell’orario del concerto previsto al “Miami Beach Filmore” il prossimo 17 dicembre, passato dalle 20:30 a due ore dopo, le 22:30. Secondo Hollander, che ricorda di aver speso 1.024 dollari per acquistare tre biglietti, l’orario non permetterebbe agli adolescenti di partecipare, visto il “coprifuoco” della contea di Miami-Dade previsto per i giovanissimi, a cui è vietato uscire dopo le 23 se non accompagnati da un adulto.

Mentre Madonna tace, “Live Nation” si è affrettata a far sapere a Nate Hollander che non avrà alcun tipo di rimborso: lui ha replicato che se anche tentasse di rivenderli, il valore residuo a questo punto sarebbe diverso e con una platea di possibili acquirenti di gran lunga inferiore.

Reazioni che hanno incattivito numerosi fan di miss Ciccone, che secondo il sito “TMZ” si starebbero organizzando per una vera azione collettiva contro l’altezzosa miss Ciccone.

Galleria fotografica
I ritardi di Madonna diventano una class action - immagine 1
Spettacolo
Salma Hayek: «Stavo morendo di Covid»
Salma Hayek: «Stavo morendo di Covid»
Colpita in forma trave dal virus, l’attrice di origini messicane ha raccontato di aver rischiato la vita, con i medici che la pregavano di farsi ricoverare e lei che rispondeva di voler morire a casa
Nuovi dettagli sull’arresto di Springsteen
Nuovi dettagli sull’arresto di Springsteen
Secondo il management dell’artista, il “Boss” avrebbe bevuto un bicchierino di tequila offerto da alcuni fans dopo aver fatto una foto con loro. Per gli agenti, “Springsteen barcollava vistosamente e puzzava d’alcol”
Marilyn Manson sommerso dalle accuse
Marilyn Manson sommerso dalle accuse
Sulla spinta delle dichiarazioni di ormai troppe ex compagne dell’estroso artista britannico, l’FBI avrebbe aperto un’indagine mentre l’etichetta discografica e il suo manager storico lo scaricavano
Il giallo di Tanya Roberts
Il giallo di Tanya Roberts
Data per morta, l’ex Bond girl sarebbe viva, anche se ricoverata in ospedale in gravi condizioni. L’equivoco nato dal marito, che vedendola chiudere gli ha pensato fosse morta
Con Walt Disney, Fantasia al potere
Con Walt Disney, Fantasia al potere
Compie 80 anni uno dei film d’animazione più famosi e originali di sempre, che ha introdotto nel mondo dei cartoon paradigmi e livelli di qualità del tutto nuovi. Geniale l’idea di sincronizzare la musica classica ai movimenti dei disegni
Michael J. Fox: «Ho finito l’ottimismo»
Michael J. Fox: «Ho finito l’ottimismo»
In un’intervista che anticipa l’uscita del suo quarto libro, l’ex star di “Back to the Future” affetta da tempo dal Parkinson svela di aver combattuto contro un brutto male e l’accanimento del destino
È morto James, figlio di Robert Redford
È morto James, figlio di Robert Redford
Ucciso dal brutto male contro cui lottava da due anni: era un apprezzato sceneggiatore, sempre vicino alle cause umanitarie. È il secondo figlio che muore al leggendario attore di Hollywood
La strage delle star orientali
La strage delle star orientali
Lunedì è morta in ospedale l’attrice sudcoreana Oh In-hye e il giorno successivo la giapponese Sei Ashina. Ieri la notizia del decesso del cantante e conduttore Alien Huang
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
Il popolare talk show americano finisce nella bufera dopo le accuse di una decina di dipendenti che parlano di maltrattamenti, bullismo e violenze
Travolta lascia Scientology
Travolta lascia Scientology
L’attore in disaccordo con le dottrine del fondatore, che non ammetteva le cure chemioterapiche. In un posto, Travolta ha ringraziato i medici del centro che ha aiutato Kelly Preston nella sua battaglia