Lady Bonolis e la scelta dell’antipatia

| Le sue foto sui jet privati con cui la famiglia va in vacanza hanno scatenato il putiferio. Ma lei se ne frega e va avanti per la sua strada, mettendo in mostra privilegi per pochi. Poi: "La fedeltà non esiste"

+ Miei preferiti
L’ultima, Sonia Bruganelli maritata Bonolis Paolo, l’ha fatta qualche giorno fa: in un’intervista all’irriverente “Dagospia” ha confessato che la “fedeltà fisica è innaturale”. Classe 1974, ex modella, 300mila followers su Instagram, poco meno di suo marito: occhi azzurri, capelli biondi, appassionata di scarpe, un tatuaggio di “Minnie” sul collo del piede, poco amante delle sorprese. Conosce Paolo nel 1997, ospite di “Tira e Molla”: si sposano cinque anni dopo e diventano genitori di Silvia, Davide e Adele. Produttrice di casting per la “SDL 2005”, in cui è socia con Lucio Presta, ha ideato il brand di abbigliamento per bambini “Adele Virgi”. Nella stessa intervista di prima, non ha rinunciato ad una battuta ad effetto sull'amore saffico: "Sognare non costa nulla".

Nell’ambiente dello spettacolo è famosa per essere una che non le manda a dire, anzi. Un difetto, nell’era dei social, dove un solo post sbagliato è in grado di spostare il baricentro della popolarità. Ma lei, semplicemente, se ne frega: la famiglia Bonolis parte per una vacanza a Formentera e lei manda in rete la foto del volo privato. Piovono accuse e insulti di ogni tipo: “arricchita”, “parassita”, “antipatica” e “buzzicona” sono fra i pochi pubblicabili.

È proprio l’ostentazione, la ricchezza e i privilegi concessi da un marito stipendiato piuttosto bene, il tallone d’Achille di Sonia Bruganelli, che al contrario di quanti nascondono ville da sogno, vacanze da urlo e trattamenti da re, non ha problemi a mostrarlo. Per darle una sonora bacchettata è sceso in campo addirittura Aldo Grasso, il potente critico del “Corriere della Sera”, che prima ha ricordato a tutti gli auguri di Buon Natale postati dalle tre figlie di Trump, distese nella faraonica piscina di Mar de Lago in bikini, e subito dopo ammette: è un diritto della Bruganelli spendere i propri soldi come meglio crede, peccato che la classe non sia in vendita. Gli fa eco Maurizio Costanzo: “Forse avrebbe potuto evitare di mostrare al mondo intero come viaggia, perché nella vita anche la forma è sostanza”.

Ma di passi indietro neanche a parlarne, come se l’onda anomala di antipatia che ogni volta le piomba addosso fosse un passatempo divertente. Le risposte, quando risponde, sono altrettanto piccate: “Rosiconi”. Ovvero fate così per invidia. Brutto sentimento, ragazzi.

Bonolis, da tutto questo, si tiene sottovento. Gli unici commenti alle disavventure della moglie sui social sono lapidari: “Si diverte a provocare”.

Tutto inizia nell’estate nel 2016, quando Sonia pubblica una foto della famiglia Bonolis sul jet privato che li porta a Formentera. È un tripudio di insulti a cui risponde serafica: “Avendo molti bambini, lo noleggiamo ogni anno. Potendo farlo, perché no?”. Si replica nel tardo inverno del 2017, quando in rete finisce una clip di Sonia ad uno sportello bancomat di Cortina d’Ampezzo: un amico che l’accompagna le consiglia di prelevare soltanto 30 euro, per provare le stesse ristrettezze economiche che vivono i partecipanti di “Pechino Express”. Lei risponde serafica: “E che ci faccio con 30 euro?”. Lo scorso dicembre, nuovo post e nuovo aereo privato, questa volta con destinazione Kenya. Poche settimane fa, giugno di quest’anno, l’incauta Bruganelli posta una foto di una borsa “Chanel”, sullo sfondo due flûte di champagne e poche parole a commento: “The place. My favourite place”.

Galleria fotografica
Lady Bonolis e la scelta dell’antipatia - immagine 1
Spettacolo
È morto James, figlio di Robert Redford
È morto James, figlio di Robert Redford
Ucciso dal brutto male contro cui lottava da due anni: era un apprezzato sceneggiatore, sempre vicino alle cause umanitarie. È il secondo figlio che muore al leggendario attore di Hollywood
La strage delle star orientali
La strage delle star orientali
Lunedì è morta in ospedale l’attrice sudcoreana Oh In-hye e il giorno successivo la giapponese Sei Ashina. Ieri la notizia del decesso del cantante e conduttore Alien Huang
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
Il popolare talk show americano finisce nella bufera dopo le accuse di una decina di dipendenti che parlano di maltrattamenti, bullismo e violenze
Travolta lascia Scientology
Travolta lascia Scientology
L’attore in disaccordo con le dottrine del fondatore, che non ammetteva le cure chemioterapiche. In un posto, Travolta ha ringraziato i medici del centro che ha aiutato Kelly Preston nella sua battaglia
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Nell’estremo tentativo di proteggere il marito, l’imprenditrice parla per la prima volta del disturbo bipolare del rapper e delle difficoltà di convivere con questi problemi
Suicida il nipote di Elvis
Suicida il nipote di Elvis
Benjamin Keough, 27 anni, uno dei figli di Lisa Maria, si sarebbe tolto la vita con un colpo d’arma da fuoco. Rispetto al resto della famiglia aveva scelto un profilo basso, e di lui non si mai saputo molto
Si spengono le luci del Cirque du Soleil
Si spengono le luci del Cirque du Soleil
La società canadese, costretta a fermare i 44 spettacoli in tutto il mondo, annuncia il ricorso alla bancarotta controllata nel tentativo di ristrutturare il debito e tornare in pista. Quasi 4.000 dipendenti licenziati
Il Bataclan è in vendita
Il Bataclan è in vendita
La sala da concerto parigina diventata uno dei simboli degli attentati del 13 novembre di cinque anni fa, travolta dai problemi economici e dal lockdown
Barba Streisand dona azioni Disney alla figlia di George Floyd
Barba Streisand dona azioni Disney alla figlia di George Floyd
La grande artista ha acquistato azioni del colosso Disney da donare alla figlia dell’uomo ucciso a Minneapolis. È solo l’ultima dimostrazione di affetto e solidarietà ricevuta dalla famiglia Floyd
Anche Bollywood è in crisi
Anche Bollywood è in crisi
La prolifica industria cinematografica indiana azzerata dalla pandemia: stagione compromessa, produzioni ferme e forte timore che riaprire i cinema non basterà