L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta

| Il popolare talk show americano finisce nella bufera dopo le accuse di una decina di dipendenti che parlano di maltrattamenti, bullismo e violenze

+ Miei preferiti
Dall’8 settembre del 2003, l’Ellen DeGeneres Show è diventato uno dei programmi più popolari della televisione americana. Il talk-show, che alterna interviste a celebrità, monologhi comici della conduttrice e interventi musicali, si è aggiudicato per 36 volte il “Daytime Emmy Awards” e altre 11 ha ricevuto la nomination per gli “Emmy Awards” vincendone quattro.

Un successo attribuito a una squadra affiatata, ma soprattutto a Ellen DeGeneres, attrice comica che in carriera ha sempre alternato ruoli per il cinema a sitcom e talk show. Ma adesso, uno degli spettacoli televisivi fra i più amati è al centro di un’indagine interna della “WarnerMedia” per verificare diverse denunce di una decina di dipendenti e collaboratori che parlano di un ambiente “tossico”, fatto di maltrattamenti, razzismo e bullismo. Sotto accusa sono finiti tre produttori esecutivi: Ed Glavin, Mary Connelly e Andy Lassner.

La casa di produzione precisa che sul conto di Ellen DeGeneres, 62 anni, non esiste alcuna accusa o sospetto, a parte il vezzo da diva di pretendere che nessuno le rivolga la parola incontrandola nei corridoi. Non è la prima volta che sul conto della DeGeneres circolano voci di cattiveria e altezzosità. Una fonte anonima ha riferito: “Visto che si tratta di uno show che porta il suo nome, dovrebbe essere più coinvolta nei meccanismi interni. Invece i produttori la circondano convincendola che tutto funziona alla grande e regna la felicità. Il problema è che i tre produttori esecutivi sono responsabili di quello che accade, e la reazione non dovrebbe essere il consiglio di licenziarsi, perché tanto tutti vogliono lavorare qui”.

Nel dettaglio, un ex dipendente sostiene di essere stato licenziato dopo aver preso un congedo a seguito di un tentativo di suicidio, mentre una donna di colore sostiene di aver subito una serie infinita di “microaggressioni”. In aprile, per finire, si è scatenata l’indignazione generale per i tagli agli stipendi dovuti alla pandemia anche se la produzione ha assunto un’azienda esterna per montare un set dall’abitazione di Ellen a Montecito, in California, dove vive con la moglie Portia De Rossi.

I produttori esecutivi hanno diffuso una dichiarazione comune: “Nel corso di quasi due decenni, 3.000 episodi e con oltre 1000 dipendenti, abbiamo cercato di creare un ambiente di lavoro aperto, sicuro e inclusivo. Siamo veramente dispiaciuti nel capire che anche una sola persona nella nostra famiglia abbia avuto un’esperienza negativa. Non è quello che siamo e non è quello che ci sforziamo di essere, e non è l’obiettivo che Ellen voleva”.

Galleria fotografica
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta - immagine 1
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta - immagine 2
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta - immagine 3
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta - immagine 4
Spettacolo
Travolta lascia Scientology
Travolta lascia Scientology
L’attore in disaccordo con le dottrine del fondatore, che non ammetteva le cure chemioterapiche. In un posto, Travolta ha ringraziato i medici del centro che ha aiutato Kelly Preston nella sua battaglia
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Nell’estremo tentativo di proteggere il marito, l’imprenditrice parla per la prima volta del disturbo bipolare del rapper e delle difficoltà di convivere con questi problemi
Suicida il nipote di Elvis
Suicida il nipote di Elvis
Benjamin Keough, 27 anni, uno dei figli di Lisa Maria, si sarebbe tolto la vita con un colpo d’arma da fuoco. Rispetto al resto della famiglia aveva scelto un profilo basso, e di lui non si mai saputo molto
Si spengono le luci del Cirque du Soleil
Si spengono le luci del Cirque du Soleil
La società canadese, costretta a fermare i 44 spettacoli in tutto il mondo, annuncia il ricorso alla bancarotta controllata nel tentativo di ristrutturare il debito e tornare in pista. Quasi 4.000 dipendenti licenziati
Il Bataclan è in vendita
Il Bataclan è in vendita
La sala da concerto parigina diventata uno dei simboli degli attentati del 13 novembre di cinque anni fa, travolta dai problemi economici e dal lockdown
Barba Streisand dona azioni Disney alla figlia di George Floyd
Barba Streisand dona azioni Disney alla figlia di George Floyd
La grande artista ha acquistato azioni del colosso Disney da donare alla figlia dell’uomo ucciso a Minneapolis. È solo l’ultima dimostrazione di affetto e solidarietà ricevuta dalla famiglia Floyd
Anche Bollywood è in crisi
Anche Bollywood è in crisi
La prolifica industria cinematografica indiana azzerata dalla pandemia: stagione compromessa, produzioni ferme e forte timore che riaprire i cinema non basterà
Suicida ex coniglietta di Playboy
Suicida ex coniglietta di Playboy
Ashley Mattingly, 33 anni, trovata morta nel suo appartamento di Austin, in Texas. Avrebbe lasciato un biglietto in cui spiega i motivi del gesto estremo. Da tempo lottava contro la depressone e la dipendenza
L’intricato scandalo che scuote Broadway
L’intricato scandalo che scuote Broadway
Proteste davanti al teatro dove va in scena il ritorno di West Side Story per la presenza di Amar Ramasar, ballerino accusato di aver divulgato immagini di nudo di colleghe, fra cui la fidanzata, che l’ha perdonato
Placido Domingo chiede perdono
Placido Domingo chiede perdono
Ammettendo comportamenti sbagliati, il grande tenore spagnolo si dice dispiaciuto per il dolore causato alle sue vittime e dichiara di essere “un uomo diverso”