Michael J. Fox: «Ho finito l’ottimismo»

| In un’intervista che anticipa l’uscita del suo quarto libro, l’ex star di “Back to the Future” affetta da tempo dal Parkinson svela di aver combattuto contro un brutto male e l’accanimento del destino

+ Miei preferiti
Michael J. Fox è noto per la risolutezza nel mostrare sempre il suo sorriso, anche se la vita il destino gli ha diviso nettamente in due l’esistenza: prima, quando era uno degli attori più promettenti di Hollywood, e dopo, quando tutto si è trasformato in una lunga e sfibrante battaglia contro la malattia che si è presa tutto il resto, a cominciare dalla carriera.

Michael, l’amatissimo Marty McFly della saga di “Ritorno al Futuro”, ha rilasciato un’intervista al settimanale americano “People”, in cui ha raccontato il devastante incontro con il Parkinson di 22 anni fa. La conseguenza immediata, ricorda, fu la difficoltà di imparare i copioni per la graduale e velocissima perdita di memoria. Michael ha stretto i denti recitando ancora in “Spin City” e “The Good Wife”, poi si è dovuto arrendere di fronte all’evidenza di non farcela più.

A 59 anni, Michael J. Fox rivela che malgrado l’inguaribile ottimismo che lo ha sempre accompagnato, ha avuto un “momento buio” lo ha lasciato incapace di trovare quel “lato positivo” che fino ad allora cercava ostinatamente di trovare in ogni cosa.

Il peggio è arrivato nel 2018, dopo un intervento per rimuovere un tumore alla colonna vertebrale, seguito da una brutta caduta in cui si è fratturato seriamente un braccio. Entrambi non erano collegati alla sua battaglia contro il Parkinson: erano alrtri dispetti del destino.

“Quando mi è stato scoperto il tumore non avevo altra scelta che l’intervento: i medici erano stati chiari, senza operazione mi sarei avviato verso la paralisi. Il tumore costringeva il midollo spinale: hanno dovuto fare molta attenzione a rimuoverlo per non causare ulteriori danni”.

Dopo l’intervento, Michael ha dovuto attendere quattro mesi per riacquistare la capacità di camminare, ma mentre si trovava nella sua casa di New York per girare un cameo in un film di Spike Lee, è caduto rompendosi un braccio in modo molto serio.

“Quello è stato uno dei momenti più bui della mia vita: ho perso il controllo. Ero appoggiato al muro della mia cucina in attesa che arrivasse l’ambulanza, e mi sentivo finito, vinto, inutile. Ho rimesso tutto in discussione, perché malgrado mi sforzassi, non riuscivo a trovare il lato positivo. La verità mi è arrivata poco dopo: non c’è più un lato positivo, ci sono solo rimpianti e dolore”.

Michael non si nasconde, sa di avere l’ottimismo di un uomo di 60 anni malato: “In questo momento la mia vita è tranquilla, so che quasi nessuno mi crede, ma io amo la vita anche così com’è diventata, amo stare con la mia famiglia”. Al suo fianco Tracy Pollan, sposata nel 1988 da cui ha avuto quattro figli: Sam, 31 anni, i gemelli Aquinnah e Schuyler, 25 anni, ed Esme, 19 anni.

La star, a breve pubblicherà negli Stati Uniti il libro di memorie “No Time Like The Future” in cui riflette sulla malattia, la famiglia, gli amici e la morte. È il suo quarto libro, forse il meno autobiografico: “Ciò che è eccitante per me è che questo libro è più introspettivo. Mi sono posto quelle domande che tutti prima o poi ci siamo fatti nella vita: chi sono? Dove sono? Dove sto andando? Io penso di averlo capito”.

Galleria fotografica
Michael J. Fox: «Ho finito l’ottimismo» - immagine 1
Michael J. Fox: «Ho finito l’ottimismo» - immagine 2
Michael J. Fox: «Ho finito l’ottimismo» - immagine 3
Michael J. Fox: «Ho finito l’ottimismo» - immagine 4
Michael J. Fox: «Ho finito l’ottimismo» - immagine 5
Michael J. Fox: «Ho finito l’ottimismo» - immagine 6
Spettacolo
Nuovi dettagli sull’arresto di Springsteen
Nuovi dettagli sull’arresto di Springsteen
Secondo il management dell’artista, il “Boss” avrebbe bevuto un bicchierino di tequila offerto da alcuni fans dopo aver fatto una foto con loro. Per gli agenti, “Springsteen barcollava vistosamente e puzzava d’alcol”
Marilyn Manson sommerso dalle accuse
Marilyn Manson sommerso dalle accuse
Sulla spinta delle dichiarazioni di ormai troppe ex compagne dell’estroso artista britannico, l’FBI avrebbe aperto un’indagine mentre l’etichetta discografica e il suo manager storico lo scaricavano
Il giallo di Tanya Roberts
Il giallo di Tanya Roberts
Data per morta, l’ex Bond girl sarebbe viva, anche se ricoverata in ospedale in gravi condizioni. L’equivoco nato dal marito, che vedendola chiudere gli ha pensato fosse morta
Con Walt Disney, Fantasia al potere
Con Walt Disney, Fantasia al potere
Compie 80 anni uno dei film d’animazione più famosi e originali di sempre, che ha introdotto nel mondo dei cartoon paradigmi e livelli di qualità del tutto nuovi. Geniale l’idea di sincronizzare la musica classica ai movimenti dei disegni
È morto James, figlio di Robert Redford
È morto James, figlio di Robert Redford
Ucciso dal brutto male contro cui lottava da due anni: era un apprezzato sceneggiatore, sempre vicino alle cause umanitarie. È il secondo figlio che muore al leggendario attore di Hollywood
La strage delle star orientali
La strage delle star orientali
Lunedì è morta in ospedale l’attrice sudcoreana Oh In-hye e il giorno successivo la giapponese Sei Ashina. Ieri la notizia del decesso del cantante e conduttore Alien Huang
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
Il popolare talk show americano finisce nella bufera dopo le accuse di una decina di dipendenti che parlano di maltrattamenti, bullismo e violenze
Travolta lascia Scientology
Travolta lascia Scientology
L’attore in disaccordo con le dottrine del fondatore, che non ammetteva le cure chemioterapiche. In un posto, Travolta ha ringraziato i medici del centro che ha aiutato Kelly Preston nella sua battaglia
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Nell’estremo tentativo di proteggere il marito, l’imprenditrice parla per la prima volta del disturbo bipolare del rapper e delle difficoltà di convivere con questi problemi
Suicida il nipote di Elvis
Suicida il nipote di Elvis
Benjamin Keough, 27 anni, uno dei figli di Lisa Maria, si sarebbe tolto la vita con un colpo d’arma da fuoco. Rispetto al resto della famiglia aveva scelto un profilo basso, e di lui non si mai saputo molto