Olivia Newton-John e il regalo inaspettato

| Il collezionista che aveva acquistato all’asta il giubbotto nero di “Grease” ha voluto restituirlo all’attrice, che si è commossa

+ Miei preferiti
Lo scorso 2 novembre, buona parte degli abiti di scena e dei ricordi di Olivia Newton-John sono finiti all’asta da “Julien’s”, a Beverly Hills. All’incanto sono finiti 500 pezzi leggendari, entrati direttamente nella storia del cinema come il giubbotto rosa delle “Pink Ladies” e quello in pelle nera, ambedue indossati durante le riprese di “Grease”, il più celebre film musicale di sempre.

Proprio l’ultimo, l’iconico giubbotto in pelle che nel film era il simbolo del nuovo look “sexy” di Sandy Olson, il personaggio interpretato dall’attrice australiana, era stato uno dei pezzi più ambiti dai collezionisti, protagonista di una gara al rialzo vinta da un misterioso acquirente disposto a staccare un assegno da 243mila dollari. Secondo la casa d’aste si trattava di un medico e imprenditore di tecnologie sanitarie, avido collezionista di cimeli cinematografici.

Ma questa vicenda, che la stessa Newton-John ha ammesso le fosse costata in tristezza e malinconia, non era finita così: troppo semplice. Qualche ora fa, si è scoperto che il misterioso acquirente aveva ben altro in mente.

All’indirizzo della residenza dell’attrice si è presentato un uomo con un pacco che conteneva un biglietto: “Questo appartiene a te e a coloro che ti amano, quelli per cui sei stata la colonna sonora della loro vita. Non ha senso che stia rinchiusa nell’armadio di un miliardario annoiato, perché se ne possa semplicemente vantare davanti agli amici nelle serate al country club. Per questo motivo, umilmente e rispettosamente lo restituisco a te, che sei l’unica legittima e degna proprietaria”.

Quando si è resa conto di ciò che conteneva la scatola rosa, Olivia, come testimoniato da alcune foto e da un video girato da uno dei suoi collaboratori, si è commossa. “Questo è il regalo più bello che potessi sperare, ma soprattutto fa di te una persona di gran cuore”, ha commentato fra le lacrime l’attrice.

La giacca e pantaloni in pelle che la Newton-John indossava nel film del 1978, erano stati venduti separatamente per più del doppio della loro stima, raccogliendo 405.700 dollari interamente devoluti alla “Olivia Newton-John Cancer Research and Wellness Centre”, il centro aperto dall’attrice in Australia, che a breve, in una vetrina, ospiterà per sempre il celebre giubbotto in pelle di Sandy Olson, la protagonista di Grease.

Galleria fotografica
Olivia Newton-John e il regalo inaspettato - immagine 1
Spettacolo
Nuovi dettagli sull’arresto di Springsteen
Nuovi dettagli sull’arresto di Springsteen
Secondo il management dell’artista, il “Boss” avrebbe bevuto un bicchierino di tequila offerto da alcuni fans dopo aver fatto una foto con loro. Per gli agenti, “Springsteen barcollava vistosamente e puzzava d’alcol”
Marilyn Manson sommerso dalle accuse
Marilyn Manson sommerso dalle accuse
Sulla spinta delle dichiarazioni di ormai troppe ex compagne dell’estroso artista britannico, l’FBI avrebbe aperto un’indagine mentre l’etichetta discografica e il suo manager storico lo scaricavano
Il giallo di Tanya Roberts
Il giallo di Tanya Roberts
Data per morta, l’ex Bond girl sarebbe viva, anche se ricoverata in ospedale in gravi condizioni. L’equivoco nato dal marito, che vedendola chiudere gli ha pensato fosse morta
Con Walt Disney, Fantasia al potere
Con Walt Disney, Fantasia al potere
Compie 80 anni uno dei film d’animazione più famosi e originali di sempre, che ha introdotto nel mondo dei cartoon paradigmi e livelli di qualità del tutto nuovi. Geniale l’idea di sincronizzare la musica classica ai movimenti dei disegni
Michael J. Fox: «Ho finito l’ottimismo»
Michael J. Fox: «Ho finito l’ottimismo»
In un’intervista che anticipa l’uscita del suo quarto libro, l’ex star di “Back to the Future” affetta da tempo dal Parkinson svela di aver combattuto contro un brutto male e l’accanimento del destino
È morto James, figlio di Robert Redford
È morto James, figlio di Robert Redford
Ucciso dal brutto male contro cui lottava da due anni: era un apprezzato sceneggiatore, sempre vicino alle cause umanitarie. È il secondo figlio che muore al leggendario attore di Hollywood
La strage delle star orientali
La strage delle star orientali
Lunedì è morta in ospedale l’attrice sudcoreana Oh In-hye e il giorno successivo la giapponese Sei Ashina. Ieri la notizia del decesso del cantante e conduttore Alien Huang
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
Il popolare talk show americano finisce nella bufera dopo le accuse di una decina di dipendenti che parlano di maltrattamenti, bullismo e violenze
Travolta lascia Scientology
Travolta lascia Scientology
L’attore in disaccordo con le dottrine del fondatore, che non ammetteva le cure chemioterapiche. In un posto, Travolta ha ringraziato i medici del centro che ha aiutato Kelly Preston nella sua battaglia
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Nell’estremo tentativo di proteggere il marito, l’imprenditrice parla per la prima volta del disturbo bipolare del rapper e delle difficoltà di convivere con questi problemi