Placido Domingo chiede perdono

| Ammettendo comportamenti sbagliati, il grande tenore spagnolo si dice dispiaciuto per il dolore causato alle sue vittime e dichiara di essere “un uomo diverso”

+ Miei preferiti
Secondo quanto riporta l’Associated Press, un’indagine accurata del sindacato americano che rappresenta gli artisti lirici è arrivata alla conclusione che il tenore Placido Domingo ha molestato sessualmente diverse donne e abusato del suo potere quando ricopriva il ruolo di direttore della “National Opera” di Washington e Los Angeles. Il grande musicista spagnolo si è scusato con le donne che lo accusano per “il dolore” che ha causato loro e ha assicurato di volersi assumere “ogni responsabilità” per le proprie azioni.

Gli avvocati assunti dal sindacato hanno determinato un chiaro modello di cattiva condotta e abuso di potere da parte di Domingo per almeno due decenni. Tra lo scorso settembre e la fine di dicembre, sono state sentite 55 persone: 27 hanno detto di aver sperimentato di persona o assistito a comportamenti sessualmente inappropriati da parte del tenore tra gli anni ‘90 e il 2000, mentre altri 12 hanno ammesso che nell’ambiente circolava voce sulla discutibile reputazione della star.

In una dichiarazione, Domingo ha ammesso: “Capisco che alcune di queste donne possono aver avuto paura di esprimersi onestamente perché temevano che la loro carriera ne avrebbe risentito”. Dopo essersi “preso un po’ di tempo negli ultimi mesi” per analizzare le accuse, il tenore spagnolo ha spiegato che “l’esperienza è stata un momento di crescita interiore, anche se non era mia intenzione fare male a qualcuno, perché nessuno dovrebbe mai sentirsi così”.

Plácido Domingo ha ancora spiegato di essere “impegnato” in un cambiamento “positivo” nell’industria dell’opera, in modo che “nessuno sia più costretto a passare attraverso la stessa esperienza. Il mio fervido desiderio è che questo si traduca in uno spazio più sicuro in cui lavorare, e spero che il mio esempio spinga gli altri a seguire le mie orme”.

All’inizio della vicenda, esplosa con forza nell’agosto dello scorso anno, Domingo ha negato le accuse, affermando che “l’abuso” della sua posizione manageriale all’interno delle istituzioni operistiche di Washington e Los Angeles era “tanto impossibile quanto inconcepibile”.

“Le molte persone che hanno avuto a che fare con me sanno che non mi sono mai comportato in modo molesto, aggressivo e volgare”, si era difeso lo scorso novembre. Ma le conseguenze non si erano fatte attendere: la sua tournée era stata annullata per via del rifiuto di ospitarlo di numerosi festival e rassegne in tutto il mondo.

Quella del sindacato è la prima di due indagini indipendenti avviate dopo che diverse donne hanno accusato Domingo di molestie sessuali e abuso di potere. La seconda, non ancora conclusa, è stata voluta dall’Opera di Los Angeles, che Domingo dirigeva dal 2003, prima di dimettersi lo scorso ottobre.

Spettacolo
Il giallo di Tanya Roberts
Il giallo di Tanya Roberts
Data per morta, l’ex Bond girl sarebbe viva, anche se ricoverata in ospedale in gravi condizioni. L’equivoco nato dal marito, che vedendola chiudere gli ha pensato fosse morta
Con Walt Disney, Fantasia al potere
Con Walt Disney, Fantasia al potere
Compie 80 anni uno dei film d’animazione più famosi e originali di sempre, che ha introdotto nel mondo dei cartoon paradigmi e livelli di qualità del tutto nuovi. Geniale l’idea di sincronizzare la musica classica ai movimenti dei disegni
Michael J. Fox: «Ho finito l’ottimismo»
Michael J. Fox: «Ho finito l’ottimismo»
In un’intervista che anticipa l’uscita del suo quarto libro, l’ex star di “Back to the Future” affetta da tempo dal Parkinson svela di aver combattuto contro un brutto male e l’accanimento del destino
È morto James, figlio di Robert Redford
È morto James, figlio di Robert Redford
Ucciso dal brutto male contro cui lottava da due anni: era un apprezzato sceneggiatore, sempre vicino alle cause umanitarie. È il secondo figlio che muore al leggendario attore di Hollywood
La strage delle star orientali
La strage delle star orientali
Lunedì è morta in ospedale l’attrice sudcoreana Oh In-hye e il giorno successivo la giapponese Sei Ashina. Ieri la notizia del decesso del cantante e conduttore Alien Huang
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
Il popolare talk show americano finisce nella bufera dopo le accuse di una decina di dipendenti che parlano di maltrattamenti, bullismo e violenze
Travolta lascia Scientology
Travolta lascia Scientology
L’attore in disaccordo con le dottrine del fondatore, che non ammetteva le cure chemioterapiche. In un posto, Travolta ha ringraziato i medici del centro che ha aiutato Kelly Preston nella sua battaglia
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Nell’estremo tentativo di proteggere il marito, l’imprenditrice parla per la prima volta del disturbo bipolare del rapper e delle difficoltà di convivere con questi problemi
Suicida il nipote di Elvis
Suicida il nipote di Elvis
Benjamin Keough, 27 anni, uno dei figli di Lisa Maria, si sarebbe tolto la vita con un colpo d’arma da fuoco. Rispetto al resto della famiglia aveva scelto un profilo basso, e di lui non si mai saputo molto
Si spengono le luci del Cirque du Soleil
Si spengono le luci del Cirque du Soleil
La società canadese, costretta a fermare i 44 spettacoli in tutto il mondo, annuncia il ricorso alla bancarotta controllata nel tentativo di ristrutturare il debito e tornare in pista. Quasi 4.000 dipendenti licenziati