Roma, una Maison straordinaria

| Dal 18 febbraio torna la programmazione online del progetto dedicato al rapporto tra moda e costume: podcast, video interviste e talk in diretta per scoprire gli atelier che lavorano per lo spettacolo e la moda

+ Miei preferiti

Dopo il successo della mostra ospitata al Museo dell’Ara Pacis lo scorso autunno, le videoproiezioni architetturali “StreetView” che hanno animato gli edifici simbolo della città, e la programmazione web nel mese di novembre, dal 18 febbraio torna “Romaison“, il progetto di riscoperta del patrimonio rappresentato dalle sartorie e dai laboratori di costume romani, fortemente voluto e supportato dalla Sindaca di Roma Capitale Virginia Raggi. 

Un racconto inedito, articolato nella narrazione contemporanea digitale, configura Romaison come una piattaforma di ricerca, promozione, studio, approfondimento e confronto dedicata ai protagonisti, alle tecniche, alla creatività di una compagine artigianale unica. Dal profilo storico rappresentato dagli archivi di pezzi originali, fino all’attualità delle produzioni per scoprire la reciproca ispirazione, che lega il costume alla moda. 

In attesa dei prossimi eventi, prosegue il palinsesto online articolato in una serie di appuntamenti ospitati sui profili social. La prima serie di podcast e il ciclo di video interviste “Encounters”avrà un focus sugli elementi imprescindibili che, nel codice visivo e narrativo del film, costruiscono e rendono memorabile un personaggio: gioielli, trucco, parrucche, accessori, dettagli evocativi ideati, disegnati e realizzati sapientemente. I post fotografici con materiali darchivio e contenuti originali offrono una visita virtuale a quello straordinario museo diffuso che sono gli atelier romani. Continueranno anche incontri in diretta con costumisti, archivisti e personaggi attivi nell’ambito del costume e della moda. 

Primo appuntamento giovedì 18 febbraio, con il podcast dedicato alla “Fondazione Micol Fontana”, in cui si ricostruirà la storia delle tre sorelle fondatrici dell’omonima maison e del legame strettissimo che le lega al cinema italiano e internazionale: dai favolosi abiti apparsi nel “Le Amiche” di Antonioni all’iconico abito rosso di Grace Kelly nel “Delitto Perfetto” di Hitchcock. Mercoledì 24, si entra da “Rocchetti e Rocchetti, che da oltre un secolo realizza parrucche artigianalmente e trucco per lo spettacolo. Luigi Rocchetti, ultima generazione alla guida, racconterà degli esordi del laboratorio alla fine dell’Ottocento - con le realizzazioni per il teatro e per lOpera di Roma - fino alla grandi produzioni cinematografiche, da Fellini a Lynch, Scorsese e tanti altri, alle collaborazioni realizzate nella moda a quelle per Dior e Gucci. Martedì 2 marzo sarà la voce di Aldo Signoretti a guidare il pubblico per il podcast dedicato all’incredibile mondo dell’hair styling e make up per il cinema, fondamentale per la ricostruzione di un’epoca e per la creazione di personaggi, diventati indimenticabili. Dalle acconciature di “Apocalypto” di Mel Gibson, alla recente collaborazione con Sorrentino, Signoretti è stato più volte premiato col David di Donatello e per tre volte candidato allOscar. Mercoledì 3 marzo alle 18:30, Alessandra Arezzi Boza, curatrice e storica della moda, dialogherà con Clara Tosi Pamphili, curatrice di Romaison, del ruolo degli archivi come patrimonio storico tra istituzioni pubbliche e collezioni private, ma anche vero e proprio asset per le imprese.

Galleria fotografica
Roma, una Maison straordinaria - immagine 1
Roma, una Maison straordinaria - immagine 2
Roma, una Maison straordinaria - immagine 3
Roma, una Maison straordinaria - immagine 4
Spettacolo
Nuovi dettagli sull’arresto di Springsteen
Nuovi dettagli sull’arresto di Springsteen
Secondo il management dell’artista, il “Boss” avrebbe bevuto un bicchierino di tequila offerto da alcuni fans dopo aver fatto una foto con loro. Per gli agenti, “Springsteen barcollava vistosamente e puzzava d’alcol”
Marilyn Manson sommerso dalle accuse
Marilyn Manson sommerso dalle accuse
Sulla spinta delle dichiarazioni di ormai troppe ex compagne dell’estroso artista britannico, l’FBI avrebbe aperto un’indagine mentre l’etichetta discografica e il suo manager storico lo scaricavano
Il giallo di Tanya Roberts
Il giallo di Tanya Roberts
Data per morta, l’ex Bond girl sarebbe viva, anche se ricoverata in ospedale in gravi condizioni. L’equivoco nato dal marito, che vedendola chiudere gli ha pensato fosse morta
Con Walt Disney, Fantasia al potere
Con Walt Disney, Fantasia al potere
Compie 80 anni uno dei film d’animazione più famosi e originali di sempre, che ha introdotto nel mondo dei cartoon paradigmi e livelli di qualità del tutto nuovi. Geniale l’idea di sincronizzare la musica classica ai movimenti dei disegni
Michael J. Fox: «Ho finito l’ottimismo»
Michael J. Fox: «Ho finito l’ottimismo»
In un’intervista che anticipa l’uscita del suo quarto libro, l’ex star di “Back to the Future” affetta da tempo dal Parkinson svela di aver combattuto contro un brutto male e l’accanimento del destino
È morto James, figlio di Robert Redford
È morto James, figlio di Robert Redford
Ucciso dal brutto male contro cui lottava da due anni: era un apprezzato sceneggiatore, sempre vicino alle cause umanitarie. È il secondo figlio che muore al leggendario attore di Hollywood
La strage delle star orientali
La strage delle star orientali
Lunedì è morta in ospedale l’attrice sudcoreana Oh In-hye e il giorno successivo la giapponese Sei Ashina. Ieri la notizia del decesso del cantante e conduttore Alien Huang
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
Il popolare talk show americano finisce nella bufera dopo le accuse di una decina di dipendenti che parlano di maltrattamenti, bullismo e violenze
Travolta lascia Scientology
Travolta lascia Scientology
L’attore in disaccordo con le dottrine del fondatore, che non ammetteva le cure chemioterapiche. In un posto, Travolta ha ringraziato i medici del centro che ha aiutato Kelly Preston nella sua battaglia
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Nell’estremo tentativo di proteggere il marito, l’imprenditrice parla per la prima volta del disturbo bipolare del rapper e delle difficoltà di convivere con questi problemi