Suicida la stella del K-pop Goo Hara

| È l’ennesima morte di giovanissimi artisti sottoposti a forti pressioni da un’industria che non conosce limiti e moralità. La giovane artista, affetta da depressione, ci aveva già provato sei mesi fa

+ Miei preferiti
Un’altra morte scuote il mondo del “K-pop”: Go Hara, artista di soli 28 anni, è stata trovata senza vita ieri sera nel suo appartamento di Seul.

È un’altra tegola che si abbatte sul fenomeno musicale sudcoreano, più volte finito nell’occhio del ciclone per alcuni casi di corruzione, sfruttamento della prostituzione e le eccessive pressioni a cui sono sottoposti gli artisti. A partire dagli anni Novanta, decennio in cui ha avuto inizio il fenomeno musicale ormai arrivato in tutto il mondo, sono decine i giovani artisti finiti in depressione che si sono tolti la vita. Fra i casi più eclatanti quello del suicidio della giovane Jang Ja-yeon, che in biglietto rivelava di aver subito violenze da diversi magnati dell’industria cinematografica e musicale sudcoreana.

Secondo la polizia distrettuale, Goo Hara si sarebbe tolta la vita, anche se è stato aperto un fascicolo d’inchiesta. Lo scorso anno, il suo nome era finito nelle pagine di cronaca per via di una controversia legale per un caso di “revenge porn”: Goo Hara aveva denunciato l’ex fidanzato Choi Jong-bum, che minacciava di diffondere un video girato di nascosto mentre facevano sesso. Un fenomeno in preoccupante aumento in Corea del Sud, a cui le autorità sembrano incapaci di reagire.

Finita nella gogna mediatica, Goo Hara aveva già tentato di togliersi la vita sei mesi fa, ma allora a salvarla in extremis era stato il manager. L’artista si era poi scusata con i propri fans, assicurando a breve un nuovo tour e un singolo, “Midnight Queen”.

A rendere ancora più cupa l’esistenza di Goo Hara, ex componente della girl-band “Kara”, il ricordo della sua migliore amica, Sulli, un’altra stella del K-pop che un anno fa si era tolta la vita perché vittima di bullismo.

Centinaia di fans di Goo Hara si sono radunati davanti all’ospedale del distretto Gangnam, a Seoul, per rendere omaggio all’artista.

Galleria fotografica
Suicida la stella del K-pop Goo Hara - immagine 1
Suicida la stella del K-pop Goo Hara - immagine 2
Suicida la stella del K-pop Goo Hara - immagine 3
Suicida la stella del K-pop Goo Hara - immagine 4
Suicida la stella del K-pop Goo Hara - immagine 5
Suicida la stella del K-pop Goo Hara - immagine 6
Spettacolo
La strage delle star orientali
La strage delle star orientali
Lunedì è morta in ospedale l’attrice sudcoreana Oh In-hye e il giorno successivo la giapponese Sei Ashina. Ieri la notizia del decesso del cantante e conduttore Alien Huang
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
L’Ellen DeGeneres Show sotto inchiesta
Il popolare talk show americano finisce nella bufera dopo le accuse di una decina di dipendenti che parlano di maltrattamenti, bullismo e violenze
Travolta lascia Scientology
Travolta lascia Scientology
L’attore in disaccordo con le dottrine del fondatore, che non ammetteva le cure chemioterapiche. In un posto, Travolta ha ringraziato i medici del centro che ha aiutato Kelly Preston nella sua battaglia
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Kim Kardashian: «Chiedo comprensione per Kanye»
Nell’estremo tentativo di proteggere il marito, l’imprenditrice parla per la prima volta del disturbo bipolare del rapper e delle difficoltà di convivere con questi problemi
Suicida il nipote di Elvis
Suicida il nipote di Elvis
Benjamin Keough, 27 anni, uno dei figli di Lisa Maria, si sarebbe tolto la vita con un colpo d’arma da fuoco. Rispetto al resto della famiglia aveva scelto un profilo basso, e di lui non si mai saputo molto
Si spengono le luci del Cirque du Soleil
Si spengono le luci del Cirque du Soleil
La società canadese, costretta a fermare i 44 spettacoli in tutto il mondo, annuncia il ricorso alla bancarotta controllata nel tentativo di ristrutturare il debito e tornare in pista. Quasi 4.000 dipendenti licenziati
Il Bataclan è in vendita
Il Bataclan è in vendita
La sala da concerto parigina diventata uno dei simboli degli attentati del 13 novembre di cinque anni fa, travolta dai problemi economici e dal lockdown
Barba Streisand dona azioni Disney alla figlia di George Floyd
Barba Streisand dona azioni Disney alla figlia di George Floyd
La grande artista ha acquistato azioni del colosso Disney da donare alla figlia dell’uomo ucciso a Minneapolis. È solo l’ultima dimostrazione di affetto e solidarietà ricevuta dalla famiglia Floyd
Anche Bollywood è in crisi
Anche Bollywood è in crisi
La prolifica industria cinematografica indiana azzerata dalla pandemia: stagione compromessa, produzioni ferme e forte timore che riaprire i cinema non basterà
Suicida ex coniglietta di Playboy
Suicida ex coniglietta di Playboy
Ashley Mattingly, 33 anni, trovata morta nel suo appartamento di Austin, in Texas. Avrebbe lasciato un biglietto in cui spiega i motivi del gesto estremo. Da tempo lottava contro la depressone e la dipendenza