Ancora pressing su Cristiano Ronaldo

| Der Spiegel annuncia centinaia di documenti che proverebbero lo stupro. I legali di CR7 invece annunciano la disponibilità del campione portoghese ad essere interrogato dalla polizia del Nevada

+ Miei preferiti
“Der Spiegel” non molla: il settimanale tedesco che ha svelato le accuse di stupro dirette a Cristiano Ronaldo dalla modella americana Kathryn Mayorga, rilancia promettendo nuove rivelazioni su un caso che rischia di avere notevoli costi d’immagine per il giocatore, gli sponsor e la stessa Juventus.

Secondo il settimanale, la Mayorga sarebbe addirittura in possesso di “centinaia di documenti” che proverebbero nero su bianco la violenza subita dal campione portoghese, documenti su cui “Non ci sono motivi per dubitare della loro autenticità”. Una rivelazione subito respinta al mittente dai legali di CR7, che ieri si sono affrettati a liquidare la documentazione come frutto di manipolazioni o addirittura costruiti ad arte.

La novità, sul caso che più di ogni altro divide le chiacchiere da bar di tutto il mondo, sarebbe la disponibilità di Cristiano Ronaldo a deporre di fronte alla giustizia americana per raccontare la propria versione dei fatti di quella notte del 2009, consumata in un lussuoso albergo di Las Vegas. È stato Peter Christiansen, uno dei legali del campione, a comunicare la disponibilità dell’audizione in videoconferenza (per impegni sportivi) alla polizia del Nevada, sottolineando che la scelta non fa che confermare “l’assoluta tranquillità di Ronaldo, pienamente fiducioso che la verità verrà a galla e che le leggi del Nevada saranno applicate e rispettate”.

Sulla vicenda è entrato anche il “Real Madrid”, la società che all’epoca dei fatti stava trattando il passaggio di Ronaldo: il prestigioso club madrileno ha querelato il quotidiano portoghese “Correio de Manha”, colpevole di aver parlato di pressioni sul calciatore per accettare la transazione economica di 375mila dollari con la Mayorga e chiudere la vicenda. 

Sport
La guerra delle cheerleader
La guerra delle cheerleader
“Se avessi saputo allora quello che ho subito, non avrei mai messo piede nella NFL”: afferma una delle due donne protagoniste di un documentario in cui si svelano le falsità di un mondo solo all’apparenza felice
Maradona, i primi risultati dell’autopsia
Maradona, i primi risultati dell’autopsia
Il campione argentino è morto per “insufficienza cardiaca acuta, generata da un edema polmonare acuto”. Davanti alla camera ardente, migliaia di persone in coda da ore. In Argentina proclamato il lutto nazionale per tre giorni
Addio a Diego Armando Maradona
Addio a Diego Armando Maradona
“El Pibe de Oro” si è spento nella sua residenza in Argentina per un attacco cardiaco: la notizia ha fatto il giro del mondo in pochi minuti
I guai travolgono i Washington Redskins
I guai travolgono i Washington Redskins
Costretta a cambiare nome e simbolo dopo le proteste della Nazione Indiana, la squadra di football della capitale americana deve vedersela anche con numerose denunce di molestie presentate da ex dipendenti
Atleta paralimpica americana muore durante una traversata
Atleta paralimpica americana muore durante una traversata
La campionessa di canottaggio Angela Madsen ritrovata senza vita dopo 60 giorni trascorsi in mare nel tentativo di partire in solitaria da Los Angeles per raggiungere le Hawaii
Il razzismo nel campionato Nascar
Il razzismo nel campionato Nascar
Bubba Wallace, l’unico pilota afroamericano del campionato automobilistico americano, minacciato con un cappio in stile Ku Klux Klan ritrovato nel suo box
Lewis Hamilton: «Il silenzio colpevole della F1»
Lewis Hamilton: «Il silenzio colpevole della F1»
Il 6 volte campione del mondo accusa il circo dei motori di indifferenza di fronte alle proteste per la morte di George Floyd. “Sono ricchi, se ne stanno da parte: so chi sono, li vedo”
Cancellata la maratona di Boston
Cancellata la maratona di Boston
La più antica maratona del mondo annuncia forfait: in dubbio anche l’edizioni di quelle di Chicago e New York
Giappone, suicida wrestler di 22 anni
Giappone, suicida wrestler di 22 anni
Hana Kimura, wrestler professionista e figlia d'arte, ha annunciato la propria fine con un post su Instagram: da tempo era vittima di cyber-bullismo
Sofia Shapatava: «Il tennis potrebbe non sopravvivere alla pandemia»
Sofia Shapatava: «Il tennis potrebbe non sopravvivere alla pandemia»
La tennista georgiana, numero 375 al mondo, lancia l’allarme: “Ci sono professionisti di fascia medio-bassa che non riprenderanno a giocare. La pandemia ha tolto i veli ad un mondo in cui pochi guadagnano e molti faticano”